blackout istituzionale sharia

Benjamin Netanyahu ] [ questa situazione progettata da: 322 BUSH IL GUFO, AIPAC TALMUD SPA FED NWO, il sistema massonico Bildenberg contro di noi? è veramente, una situazione disperata! attualmente, non ci sono gli spazi sufficienti, per poter intravedere una nostra possibile sopravvivenza! [ e anche la situazione: PER AMORE DI NOI: GENDER INCULATI, Muoia per noi Sansone (Israele) insieme a tutti i filistei NAZISTI SHARIA maomettani? È TUTTO inutile, se, USA e UE NATO sono i satanisti massoni! IN TERMINE DI STRATEGIA? A NOI GLI UOMINI DELLA BIBBIA, NON CI È STATO PERMESSO DI POTER SOPRAVVIVERE!

Benjamin Netanyahu ] "SOLTANTO IL DEMONIO ROTHSCHILD PUÒ AVER PROGETTATO TUTTO QUESTO!" [ È veramente demoniaco, se, VATICANO, RUSSIA, UE, Occidente, che, sono i minacciati di estinzione dall'ISLAM sharia, loro benché minacciati di estinzione, TUTTAVIA, DECIDONO DI ESSERE i nemici di ISRAELE e gli amici dei Palestinesi, che, palestinesi sono, come ogni sharia, la negazione di tutto quello, che, diritti umani, libertà di coscienza, ricerca scientifica, libertà di religione, ecc.. tutto quello che il mondo Occidentale crede di essere! ALLORA, TU PUOI DIRE: "SOLTANTO IL DEMONIO ROTHSCHILD PUÒ AVER PROGETTATO TUTTO QUESTO!"
========
Benjamin Netanyahu ] decidete voi se google blogger può essere ritenuto una persona seria! IN QUESTO MODO IO USCIRÒ DA INTERNET PRIMA DEL TEMPO, PER LO SCHIFO! [ DELLE persone maligne denunciano i miei blog e google li chiude! [  Elenco blog  ›  Richiedi analisi per sblocco creazione o evoluzione. [ Salve, il tuo blog all'indirizzo http://evolutionxtalmud.blogspot.com/ è stato esaminato ed è stata verificata la violazione dei nostri Termini di servizio per: OTHER_ABUSE. ] Il tuo blog è stato bloccato perché viola Termini di servizio. Se non richiedi una revisione, questo blog verrà eliminato definitivamente entro 88 giorni. Abbiamo ricevuto la tua richiesta di sblocco il giorno 9 aprile 2016. Ti preghiamo di pazientare mentre diamo un'occhiata al blog e ne verifichiamo la conformità alle nostre Norme sui contenuti.

Benjamin Netanyahu ] [ E qualcuno non dovrebbe dimenticare che, mentre youtube permette nello stesso gmail account, la creazione di più youtube canali? poi, GOOGLE la nega questa possibilità, che per questo motivo, google mi ha chiuso due canali youtube contemporaneamente, che il canale "Merkel Dhimmi" era senza alcun video! che, il canale "JHWH999" aveva 423 video senza penalità.

Benjamin Netanyahu ] [ MA, se i miei articoli non vengono censurati da youtube, come si permette google blogger di censurarmeli? se, BLOGGER non mi rispetta? io esco da internet!
=============
Numero telefonico 0692957760 da Roma è stato contrassegnato 9 volte come Sconosciuto
==============

FIN DOVE IL REGIME MASSONICO PUÒ SPINGERSI NELLA DISTRUZIONE DELLA FAMIGLIA NATURALE! LE ADOZIONI SONO BOICOTTATE DALLO STATO! mary cryss: http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/nobile-la-giungla-delle-adozioni-internazionali_606269.html Le adozioni sono ridotte perché C'É un disegno che le impedisce. Le "iene" (programma televisivo) hanno perfino interrogato Pillon https://plus.google.com/106687390527706830615/posts/BguuVeQiYHN
Le Iene - NOBILE: La giungla delle adozioni internazionali. Perché il presidente dalla CAI, Silvia Della Monica, non riunisce la commissione da più di due anni?
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/nobile-la-giungla-delle-adozioni-internazionali_606269.html
===========
gli islamici sono una minaccia per la sopravvivenza del genere umano! È PIÙ FACILE DISINTEGRARE LA LEGA ARABA, IMPOSSIBILE SPERARE IN UN SUO CAMBIAMENTO PER COLPA DEI SAUDITI: DEVONO ESSERE DISTRUTTI TUTTI! «Asad Shah ha mancato di rispetto a Maometto, per questo l’ho ucciso» aprile 8, 2016 Leone Grotti. Tanveer Ahmed, sunnita, ha confessato di aver ucciso il negoziante di Glasgow, il musulmano ahmadi che augurava “buona Pasqua”  Il sospetto è diventato conferma. L’assassinio di Asad Shah, 40 anni, musulmano proprietario di un piccolo negozio a Glasgow, Scozia, non è stata una reazione islamofoba di qualche estremista di destra agli attentati di Bruxelles, ma il frutto di odio religioso. Odio religioso islamico. «L’HO UCCISO PER UN MOTIVO». Il 26 marzo, secondo testimoni oculari, Tanveer Ahmed è entrato nel negozio di Shah e ha discusso con lui animatamente. Poi l’ha accoltellato, calpestato e si è seduto sopra di lui ridendo. Quando il fratello di Shah l’ha scoperto, si è dovuto contendere il corpo con l’assassino a forza, mentre questo continuava a colpirlo. Ahmed è stato subito arrestato, ma solo mercoledì 6 aprile ha confessato attraverso il suo avvocato. «L’ho ucciso per un solo motivo», sono le sue esatte parole riportate dal legale, «e per nessun’altra ragione: Asad Shah ha mancato di rispetto al messaggero dell’islam, il profeta Maometto, sia pace su di lui. Shah pretendeva di essere un profeta». ISLAM E AHMADI. Questa dichiarazione sarebbe facile da comprendere se ci trovassimo in Pakistan, ma poiché tutto avviene in Gran Bretagna ha dell’incredibile. Shah apparteneva alla comunità ahmadi, una setta minoritaria dell’islam nata in India, che considera Mirza Ghulam Ahmad (morto nel 1908) come profeta venuto dopo Maometto e incaricato di concludere la sua missione da Allah. La setta, che con 10-20 milioni circa di aderenti costituisce a malapena l’1 per cento dell’islam, è diffusa soprattutto in Pakistan, dove è considerata blasfema dalla maggioranza sunnita, che la perseguita costantemente e ferocemente.
BRADFORDISTAN. A quanto pare, gli ahmadi non sono al sicuro neanche in Gran Bretagna. L’assassino, Ahmed, proviene da Bradford e ha percorso circa 300 chilometri per uccidere Shah. Bradford è la città inglese dove i musulmani, praticamente tutti sunniti, costituiscono oltre il 25 per cento della popolazione con circa 132 mila fedeli provenienti dal Pakistan. Non a caso la città è soprannominata Bradfordistan ed è il luogo dove si è svolta l’incredibile epopea della famiglia di Nissar Hussain, cristiano pakistano convertitosi dall’islam e per questo perseguitato da 15 anni e quasi ucciso nel 2015 dai suoi ex amici musulmani.
«BUONA PASQUA AI CRISTIANI». Perché, sui 25 mila ahmadi residenti in Gran Bretagna, Ahmed ha ucciso proprio Shah? Solo pochi giorni prima, la vittima aveva scritto su Facebook: «Buona Pasqua specialmente alla mia amata nazione cristiana… seguiamo le orme dell’amato Gesù Cristo e portiamole al successo in entrambi i mondi». Nel comunicato affidato al suo avvocato, Ahmed ha negato di averlo assassinato per gli auguri di Pasqua: «Voglio che sia chiaro che l’incidente non ha niente a che fare con il cristianesimo. Anche se sono un seguace del profeta Maometto, amo e rispetto anche Gesù Cristo».
«SE NON L’AVESSI UCCISO IO». La precisazione non è rassicurante, anche perché Ahmed non si pente affatto dell’omicidio. Anzi, dopo aver fatto propaganda religiosa, conclude con un particolare inquietante: «Se non l’avessi ucciso io, l’avrebbero fatto altri e ci sarebbero stati più omicidi e violenza nel mondo». La famiglia di Shah, dopo i funerali, è ancora sotto sorveglianza per timore di nuovi attacchi.
PAKISTAN O GRAN BRETAGNA? Il Consiglio dei musulmani della Gran Bretagna, dopo aver condannato le violenze, ha commentato affermando che «i musulmani non dovrebbero essere costretti ad accettare gli ahmadi» all’interno dell’islam. A queste parole la comunità ahmadi inglese ha reagito duramente: «È evidente che nessuno li costringe, sono loro che ci escludono. Questa è la stessa intolleranza che ha favorito la crescita dell’estremismo in Pakistan». Ma non siamo in Pakistan, siamo in Gran Bretagna.
http://www.tempi.it/asad-shah-ha-mancato-di-rispetto-a-maometto-per-questo-ho-ucciso#.Vwi9O5BstxA

============
È TUTTA COLPA DEI SAUDITI SE GLI ISLAMICI TERRORISTI DIVENTANO PIÙ FORTI DELLO STATO! SE NON LI MASSACRIAMO? MORIREMO TUTTI! ] [ Pakistan. Terroristi islamici aprono una corte della sharia illegale a Lahore: «Pericolo per i cristiani» aprile 8, 2016 Leone Grotti. La corte non è riconosciuta dallo Stato pakistano, eppure recapita avvisi di garanzia e preleva a forza gli imputati. «Renderà la vita impossibile alle minoranze». Khalid Saeed è un pakistano che vive a Lahore, capitale del Punjab, e ha avuto problemi con la giustizia nel 2010. Condannato in tribunale, ha pagato un’ammenda ed è tornato a condurre una vita normale. Ma a gennaio del 2016 ha ricevuto per lo stesso crimine un secondo avviso di garanzia da una seconda corte: la Corte federale della sharia. L’unico problema è che questa corte non dovrebbe esistere, non essendo riconosciuta dallo Stato.
CORTE DELLA SHARIA. Da tre mesi Saeed non esce di casa, perché degli uomini l’hanno chiamato al telefono minacciandolo che se non fosse comparso davanti alla corte il 25 gennaio, sarebbero andati a prelevarlo con la forza al lavoro. Saeed ha informato le autorità e sul suo caso dovrebbe indagare la polizia, che però non può essere raggiunta dall’uomo visto che gli sgherri della corte della sharia si aggirano per le strade su un pick-up. http://www.tempi.it/pakistan-terroristi-islamici-aprono-una-corte-della-sharia-illegale-a-lahore-pericolo-per-i-cristiani#.Vwi-BpBstxA

=============
questo è: il SITO DELLA MIA AMICA CATTOLICA https://www.youtube.com/user/Yeevooihon/discussion una delle due CHE FU UCCISA, ed infatti, ACHeRATO, è stato IL SUO SITO IN YOUTUBE? ORA, dopo ESSERE STATO IL SITO DI UNA GANG? ORA È DIVENTATO UN SITO quasi PORNOGRAFICO!

questo è: il SITO DEL MIO AMICO PRINCIPE SAUDITA https://www.youtube.com/user/511Leader/discussion
LUI È DIVENTATO MUTO, con me, PERCHÉ LUI NON SA COSA DOVERMI RISPONDERE, che è PERCHÉ SALMAN È UN TERRORISTA CHE FA PAURA anche a lui! Il mio amico principe è terrorizzato, e nasconde se stesso dietro risposte dogmatiche, diventando un assassino seriale lui stesso, avendo paura di essere ucciso da Salman!

==========
Usa dalla libertà al nazismo! ] [ la battaglia dei farmacisti contro la legge che li costringe a vendere pillole abortive: Usa, farmacisti contro la legge anti-obiezione. Per capire cosa può succedere a una famiglia e alla sua attività commerciale quando la libertà religiosa e di coscienza viene negata dalla legge, bisogna seguire il caso di Greg Stormans, farmacista americano residente a Olympia, nello stato di Washington, che martedì ha concesso un’intervista alla Catholic News Agency (Cna). IL RIFIUTO. «Crediamo che la vita sia preziosa e che cominci dal concepimento. Vogliamo promuovere la vita e la vera salute, non la morte né nient’altro che sia in contrasto con le nostre convinzioni». Per questa sua certezza, e per essersi rifiutato di obbedire al regolamento statale approvato nel 2007 che impedisce ai farmacisti l’esercizio dell’obiezione di coscienza rispetto a farmaci abortivi come la “pillola del giorno dopo” o la EllaOne dei “cinque giorni dopo”, Greg e la sua famiglia hanno dovuto ridimensionare un’attività portata avanti per quattro generazioni e subire minacce e boicottaggi. Anziché abbassare le saracinesche della farmacia, gli Stormans però hanno scelto di dare battaglia per difendere la propria libertà, avviando un procedimento legale contro lo Stato di Washington. ] [ LICENZIAMENTI. Fino al 2007, Greg Stormans aveva potuto rifiutarsi di vendere le pillole che «uccidono il feto» senza temere conseguenze, anche perché nel raggio di cinque miglia dalla sua farmacia ne operano altre trenta. Quando il regolamento è passato, Washington è diventato il primo Stato d’America a proibire ai farmacisti l’obiezione per motivi di coscienza o religiosi. Una “svolta” che per la famiglia Stormans ha avuto conseguenze molto concrete: boicottaggio e calo delle vendite del 30 per cento. Così Greg è stato costretto a licenziare il 10 per cento dei dipendenti: «Mi ricordo di essermi sentito addosso il peso del mondo, sapendo che avremmo dovuto fare a meno di una parte del nostro personale che è come una famiglia per noi e che lavorava per noi da anni». Commosso, l’uomo ha raccontato alla Cna che alcuni dei dipendenti lasciati a casa «hanno detto di non sapere come avrebbero pagato il mutuo o la bolletta dell’elettricità. È stata durissima». Leggi di Più: Usa, farmacisti contro la legge anti-obiezione | Tempi.it
http://www.tempi.it/usa-la-battaglia-dei-farmacisti-contro-la-legge-che-li-costringe-a-vendere-pillole-abortive#.Vwij0supVAg .. è Terribile ... negli Usa poi ultimamente può succedere di tutto. Era una bellissimo Paese fino a quando a far da cardine della società è stata la classica famiglia americana. poi, hanno voluto emanciparsi da tutto, religione compresa, perché le Chiese di Satana hanno preso il controllo... e ora assistiamo al suo declino morale e civile. Quello che è peggio... che qui da noi, i gay gender lobby, vogliamo fare lo stesso, con un desiderio di autodistruzione, nichilismo, che non riesco davvero a comprendere. Di solito dagli errori altrui si fa tesoro soprattutto per non commetterli anche noi. invece i massoni che guidano gli USA stanno portando il Mondo intero alla rovina!
==============================
Hamas sharia lascia demolire l’antica Chiesa bizantina a Gaza [ Videogallery ] IL GENOCIDIO DEI POPOLI È IL VERO OBIETTIVO DI ISLAM! aprile 8, 2016. «Che differenza c’è fra i funzionari del Waqf a Gaza e quelli dell’Isis sharia, quando spianano coi bulldozer le antichità e un tesoro religioso e culturale?». Sono queste le parole usate da un cristiano palestinese per esprimere tutta la propria indignazione per quanto accaduto settimana scorsa a Gaza. CHIESA DI 1500 ANNI. Sabato scorso, durante i lavori di scavo per l’edificazione di un centro commerciale, vengono alla luce le rovine di una antichissima chiesa bizantina. L’edificio, dicono fonti locali, dovrebbe risalire a circa 1500 anni fa. La scoperta sembra essere importante tanto che Jamal Abu Rida, capo del ministero delle antichità dell’Autorità Palestinese, si reca sul luogo e rilascia un’intervista alla Reuters in cui conferma questa ipotesi: «Il nostro primo pensiero è stato che si trattasse di una chiesa di epoca bizantina». Il problema, però, è che le scavatrici e i bulldozer non si sono fermati, proseguendo imperterriti nei loro lavori predisponendo le fondamenta del centro commerciale, senza alcuna sospensione e recuperando solo una quindici di pezzi tra capitelli e altri piccoli (e bellissimi) reperti. A quanto pare avrebbero addirittura accelerato i lavori una volta scoperti e rimossi i reperti.
http://www.tempi.it/videogallery/hamas-demolire-antica-chiesa-bizantina-gaza#.Vwi7r5BstxA
 ================

LA VERITA’ SU HAMAS SHARIA: È IL GENOCIDIO ISLAMICO DEI POPOLI DEL MONDO: PERCHÉ UNA SOLA È LA UMMAH SAUDITA: DELLA LEGA ARABA CHE SOFFOCHERÀ IL GENERE UMANO. Un sacerdote, padre Ibrahim Nairouz, ha denunciato l’episodio con due lettere indirizzate alle autorità palestinesi colpevoli di essere rimaste inerti di fronte al ritrovamento: «Se avessero trovato i resti di una moschea o di una sinagoga o di qualsiasi altra struttura antica – ha chiesto padre Nairouz – avrebbero affrontato la situazione nello stesso modo? Fanno così perché è una antica chiesa?». La zona è sotto il controllo di Hamas e, secondo i cristiani, «è evidente che il patrimonio e gli esseri umani cristiani sono sotto tiro nella nostra regione». Molti di loro hanno protestato su internet e sui social network, sostenendo padre Nablus. «Stanno cercando di cambiare la storia che dimostra che Gaza è stata una delle antiche città cristiane?» ha chiesto uno. «La domanda è: dove sono coloro che si preoccupano di conservare il nostro patrimonio cristiano?», ha scritto un altro. «Dove sono i capi delle chiese di Gerusalemme e del mondo? Dove sono i vescovi e arcivescovi, cosa li trattiene dall’affrontare un grave incidente che va nel senso della cancellazione della nostra identità cristiana in Terra Santa? Dove sono il Vaticano e l’Unesco?». «Questo incidente deve essere pubblicizzato in modo che il mondo sappia la verità su Hamas»
http://www.tempi.it/videogallery/hamas-demolire-antica-chiesa-bizantina-gaza#.Vwi7r5BstxA

=======
==========
ORMAI, a questo punto, noi DOBBIAMO SPERARE soltanto, CHE ISLAMICI POSSANO STUPRARE MERKEL MoGHERINI E BOLDRINI!
http://liberogiornale.com/egiziano-entra-al-bar-rapina-lincasso-e-stupra-le-due-bariste-subito-ai-domiciliari/
=====
==========
COME VEDETE, IO SONO IN PERFETTA COMUNIONE CON IL SANTO PADRE PAPA FRANCESCO! ] [ Nell'esortazione Amoris Laetitia
1. ( su mia indicazione ) il Papa apre ai sacramenti ai divorziati risposati, che "devono essere più integrati nelle comunità cristiane" e per i quali si deve valutare quali "forme di esclusione" "possono essere superate". Francesco indica la via del discernimento dei singoli casi e l'accompagnamento pastorale in un'ottica di pentimento, tenendo conto che "il grado di responsabilità non è uguale in tutti i casi" e "gli effetti di una norma non devono essere sempre gli stessi", "nemmeno per quanto riguarda la disciplina sacramentale". "Ai divorziati che vivono una nuova unione è importante far sentire che sono parte della Chiesa, che non sono scomunicati". "Nessuno può essere condannato per sempre, perché questa non è la logica del Vangelo!", ribadisce il Papa.

2. Nell'esortazione Amoris Laetitia ( su mia indicazione ) "Nessuno può pensare che indebolire la famiglia come società naturale fondata sul matrimonio sia qualcosa che giova alla società. Accade il contrario: pregiudica la maturazione delle persone, la cura dei valori comunitari e lo sviluppo etico delle città e dei villaggi", sottolinea il pontefice. "Le unioni di fatto o tra persone dello stesso sesso, per esempio, non si possono equiparare semplicisticamente al matrimonio. Nessuna unione precaria o chiusa alla trasmissione della vita ci assicura il futuro della società".

3. Nell'esortazione Amoris Laetitia ( su mia indicazione ) La persona omosessuale "va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare 'ogni marchio di ingiusta discriminazione' e particolarmente ogni forma di aggressione e violenza". Papa Francesco aggiunge però - e riprendendo tale concetto dalla Relazione finale del Sinodo - che "non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia".
=======
========
mary cryss: [ questa notizia è una bufala conclamata ] 'Non ho stretto la mano a Renzi perché sta rovinando l’Italia'. Il re norvegese si sfoga in conferenza stampa [ questa notizia è una bufala conclamata ] ma, le motivazioni, ADDOTTE, della invasione islamica avendo noi il 40% di disoccupati e la equiparazione del matrimonio gay? SONO TUTTE MOTIVAZIONI LEGITTIME, per respingere la positività di questo Governo!
=============
LA MINACCIA MORTALE DELL'ISLAM: USATO POLITICAMENTE DALLA LEGA ARABA: COME STRUMENTO MILITARE DI STERMINIO DI MASSA! ] [ Gil De Gamesh ** 08/04/2016 ** Il consigliere di Ratzinger attacca: "Vi spiego il ricatto islamista" ** Samir Khalil Samir, islamologo e consigliere di Benedetto XVI per i rapporti con l'islam, analizza il ricatto islamista contro l'Europa cristiana. "Le città sono già occupate". Dagli islamici, dall'islam radicale. Non usa mezzi termini Samir Khalil Samir, islamologo e consigliere di Benedetto XIV per i rapporti con l'islam. In un lungo articolo pubblicato oggi sul Foglio, il docente al Pontificio Istituto Orientale di Roma, analizza senza peli sulla lingua la realtà e il ricatto dell'islam all'Europa cristiana.
"Le città sono già occupate - scrive - gli immigrati vanno a stabilirsi attorno alla città e la conseguenza più banale è che si formano dei quartieri abitati solo da immigrati". Così si formano le Molenbeek di tutta Europa.
Quartieri dove la sharia diventa legge. E dove i musulmani la fanno da padroni.
Si radicalizzano, fanno proselitismo. E l'Europa, gli Stati restano a guardare. Il motivo, spiega Samir, è che gli occidentali NON hanno capito che "l'Islam NON è una religione nel senso cristiano della parola".
"Per noi la religione è un rapporto personale tra me e Dio - aggiunge - nel sistema islamico, la religione E' TUTTO. È un progetto globale: spirituale, sociale, intellettuale, familistico, economico, politico e militare. Include il modo di mangiare, di vestirsi, di stare con gli altri, di vivere. L'islam entra in ogni cosa".
Questo sistema è quello "wahabita, salafita o dei fratelli musulmani. Tutti vanno nella stessa linea, e cioè di imporre un modo di essere musulmano. E questo determina che un quartiere, una città, o un paese intero divenga sempre più diretto da questo gruppuscolo che ha un progetto chiaro e determinato, nonché spesso finanziato dai ricchi paesi petroliferi".
Per riuscire a conquistare le città italiane c'è bisogno di una moschea.
E così la mettono al centro del loro progetto.
La pretendono dalle autorità statali. E fanno di tutto per farsela concedere.
Fanno preghiere in piazza, occupano le strade per invocare Allah.
Quando la ottengono, poi, la trasformano in un centro di propaganda islamista con "volumi fatti a mero scopo propagandistico". Il problema - sentenzia l'ex consigliere di Ratzinger - "è che gli europei pensano che una moschea sia come una chiesa. Ma nella chiesa si prega, NON si fa politica". Ecco quindi la differenza tra cristianesimo e islam: il PRIMO "dice la sua, ma non ha la possibilità di fare pressione sulla gente";
il SECONDO, invece, permea tutta la vita degli aderenti alla comunità.
"C'è una sorta di ricatto, uno scambio: usano tutto a fini politici": come le proteste per le moschee troppo piccole, o il fatto che lo Stato NON dia la stessa dignità al cristianesimo e all'islam.
Ma è un ricatto. Il ricatto islamista. "La verità - scrive Semir - è che siamo incoscienti: se si impedisce di occupare le strade, passa l'idea che si sia anti-musulmani. Invece è solo una norma di buon senso. Gli islamisti, i fondamentalisti islamici usano tutti i mezzi per imporsi". "I gruppi radicali - continua - hanno come scopo principale di diffondere la loro visione dell'islam, perché per loro è quello l'autentico islam. Di conseguenza questi quartieri che un tempo erano misti, diventano quartieri musulmani radicali". Infine, il consigliere di Ratzinger smonta la retorica buonista: "Lo Stato - scrive - deve spiegare agli immigrati che ci sono delle condizioni necessarie da rispettare, prima di tutte la necessità d'imparare la lingua nazionale (...) e che ci si comporta NON solo secondo le leggi, ma anche secondo le norme e le usanze delle NOSTRE società". Poi aggiunge: "È banale ricondurre l'ondata integralista nelle banlieue a problemi socio-economici. Riflettiamo sulla disoccupazione: sono disoccupati perché NON hanno imparato un mestiere in modo corretto, in modo da essere ricercati e NON rigettati". Ecco perché NON bisogna piegarsi al ricatto islamico.
Non bisogna cedere. Nei musulmani c'è la "volontà di marginalizzarsi. Bisogna confrontarsi con un fatto chiaro: l'Europeo è diverso dal musulmano nella sua mentalità. La causa di ciò non è lo Stato: la causa sono io, musulmano, che rifiuto l'integrazione in nome della fede". http://www.ilgiornale.it/news/cronache/consigliere-ratzinger-attacca-vi-spiego-ricatto-islamista-1242935.html
****
**********
Ci sarà tempo e modo, per RINGRAZIARE e discutere dell’esortazione postsinodale “Amoris laetitia”, resa nota oggi da papa Francesco. Nel frattempo, eccone alcuni passaggi.

1. Utero in affitto:
54. […] La violenza verbale, fisica e sessuale che si esercita contro le donne in alcune coppie di sposi contraddice la natura stessa dell’unione coniugale. Penso alla grave mutilazione genitale della donna in alcune culture, ma anche alla disuguaglianza dell’accesso a posti di lavoro dignitosi e ai luoghi in cui si prendono le decisioni. La storia ricalca le orme degli eccessi delle culture patriarcali, dove la donna era considerata di seconda classe, ma ricordiamo anche la pratica dell’“utero in affitto” o la “strumentalizzazione e mercificazione del corpo femminile nell’attuale cultura mediatica”. C’è chi ritiene che molti problemi attuali si sono verificati a partire dall’emancipazione della donna. Ma questo argomento non è valido, “è una falsità, non è vero. È una forma di maschilismo”.

2. Gender
56. Un’altra sfida emerge da varie forme di un’ideologia, genericamente chiamata “gender”, che “nega la differenza e la reciprocità naturale di uomo e donna. Essa prospetta una società senza differenze di sesso, e svuota la base antropologica della famiglia. Questa ideologia induce progetti educativi e orientamenti legislativi che promuovono un’identità personale e un’intimità affettiva radicalmente svincolate dalla diversità biologica fra maschio e femmina. L’identità umana viene consegnata ad un’opzione individualistica, anche mutevole nel tempo”. È inquietante che alcune ideologie di questo tipo, che pretendono di rispondere a certe aspirazioni a volte comprensibili, cerchino di imporsi come un pensiero unico che determini anche l’educazione dei bambini. Non si deve ignorare che « sesso biologico (sex) e ruolo sociale-culturale del sesso (gender), si possono distinguere, ma non separare ». D’altra parte, « la rivoluzione biotecnologica nel campo della procreazione umana ha introdotto la possibilità di manipolare l’atto generativo, rendendolo indipendente dalla relazione sessuale tra uomo e donna. In questo modo, la vita umana e la genitorialità sono divenute realtà componibili e scomponibili, soggette prevalentemente ai desideri di singoli o di coppie ». Una cosa è comprendere la fragilità umana o la complessità della vita, altra cosa è accettare ideologie che pretendono di dividere in due gli aspetti inseparabili della realtà. Non cadiamo nel peccato di pretendere di sostituirci al Creatore. Siamo creature, non siamo onnipotenti. Il creato ci precede e dev’essere ricevuto come dono. Al tempo stesso, siamo chiamati a custodire la nostra umanità, e ciò significa anzitutto accettarla e rispettarla come è stata creata.

3. Diritto alla vita
83. In questo contesto, non posso non affermare che, se la famiglia è il santuario della vita, il luogo dove la vita è generata e curata, costituisce una lacerante contraddizione il fatto che diventi il luogo dove la vita viene negata e distrutta. È così grande il valore di una vita umana, ed è così inalienabile il diritto alla vita del bambino innocente che cresce nel seno di sua madre, che in nessun modo è possibile presentare come un diritto sul proprio corpo la possibilità di prendere decisioni nei confronti di tale vita, che è un fine in sé stessa e che non può mai essere oggetto di dominio da parte di un altro essere umano. La famiglia protegge la vita in ogni sua fase e anche al suo tramonto. Perciò a coloro che operano nelle strutture sanitarie si rammenta l’obbligo morale dell’obiezione di coscienza.
Omosessuali
250. La Chiesa conforma il suo atteggiamento al Signore Gesù che in un amore senza confini si è offerto per ogni persona senza eccezioni. Con i Padri sinodali ho preso in considerazione la situazione delle famiglie che vivono l’esperienza di avere al loro interno persone con tendenza omosessuale, esperienza non facile né per i genitori né per i figli. Perciò desideriamo anzitutto ribadire che ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare “ogni marchio di ingiusta discriminazione” e particolarmente ogni forma di aggressione e violenza. Nei riguardi delle famiglie si tratta invece di assicurare un rispettoso accompagnamento, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita.

4. Nozze gay:
251. Nel corso del dibattito sulla dignità e la missione della famiglia, i Padri sinodali hanno osservato che “circa i progetti di equiparazione al matrimonio delle unioni tra persone omosessuali, non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia”; ed è inaccettabile “che le Chiese locali subiscano delle pressioni in questa materia e che gli organismi internazionali condizionino gli aiuti finanziari ai Paesi poveri all’introduzione di leggi che istituiscano il ‘matrimonio’ fra persone dello stesso sesso”: Gay, vita, gender. Cosa dice la Amoris laetitia | Tempi.it
http://www.tempi.it/blog/nozze-gay-vita-gender-cosa-dice-la-amoris-laetitia#.Vwi-R5BstxA

*******
*******
Bernie Sanders è un nemico del genere umano è la voce del sistema massonico e satanico del NWO! IO SPERO CHE IL PAPA NON LO RICEVA! ] Donald Trump è il nostro uomo: lui oggi è ingenuo genuino e non adeuatamente preparato, ma, io sono sicuro lui saprà fare bene! [ In a conversation with the New York Daily News, US presidential hopeful Bernie Sanders accused the IDF of killing over 10,000 innocent Palestinian civilians in Gaza during Israel’s summer 2014 war with the Hamas terror organization. This is false, misleading and damaging! Insist that he retract this claim! “Anybody help me out here, because I don’t remember the figures, but my recollection is over 10,000 innocent people were killed in Gaza. Does that sound right?” Sanders said in the interview. The figure cited was a gross exaggeration, even in Hamas’ books. In fact, approximately 2,100 people were killed, and about a half of them were terrorists. “Even the highest number of casualties claimed by Palestinian sources that include Hamas members engaged in attacking Israel is five times less than the number cited by Bernie Sanders,” said ADL CEO Jonathan Greenblatt on Tuesday. Michael Oren, Israel’s former ambassador to the US and currently a member of the Knesset, Israel’s parliament, vilified Sanders on Thursday in an interview with the Times of Israel.
“First of all, he should get his facts right. Secondly, he owes Israel an apology,” Oren said.
“He accused us of a blood libel. He accused us of bombing hospitals. He accused us of killing 10,000 Palestinian civilians. Don’t you think that merits an apology?” “He doesn’t mention the many thousands of Hamas rockets fired at us. He doesn’t mention the fact that Hamas hides behind civilians. He doesn’t mention the fact that we pulled out of Gaza in order to give the Palestinians a chance to experiment with statehood, and they turned it into an experiment with terror. He doesn’t mention any of that. That, to me, is libelous.” What you can say. Ask Sanders to retract his claim.
Insist that Sanders clarify that Hamas committed a double war crime by hiding behind civilians and firing at civilians. Insist that Sanders recognize the fact that Hamas used hospitals, schools and mosques as military facilities. By doing so, they transformed these facilities into legitimate military targets according to international law.
Help protect Israel against his false statement and insist that Sanders publicly retract it!
http://unitedwithisrael.org/act-now-demand-bernie-sanders-retract-false-statement-inflating-palestinian-casualties/
=====
======
 Una frase-bomba del capo economista Bce, tagliata da Repubblica, assegnava il signoraggio monetario ai cittadini invece che allo Stato. di Tino Oldani. SIGNORAGGIO: FRASE BOMBA DEL CAPO ECONOMISTA BCE MA REPUBBLICA LA CENSURA. Una frase-bomba del capo economista Bce, tagliata da Repubblica, assegnava il signoraggio monetario ai cittadini invece che allo Stato. di Tino Oldani. Il sito della Banca centrale europea dedica una sezione alle interviste rilasciate dai suoi maggiori esponenti, ripubblicandole in inglese, con l’indicazione dei giorni in cui l’intervista è stata rilasciata e della pubblicazione. Apprendiamo così che l’intervista di Repubblica a Peter Praet, capo economista della Bce, è stata fatta il 15 marzo e pubblicata il 18 marzo. È evidente che, nei tre giorni intercorsi, il testo è stato controllato e autorizzato da Praet. Fin qui, nulla di strano: le affermazioni ufficiali di un dirigente di primo piano della Bce, istituzione che guida la politica monetaria europea, assumono per forza di cose un rilievo a livello mondiale, e una parola o un aggettivo fuori posto possono avere sui mercati ripercussioni diverse da quelle previste. Si dà però il caso che l’intervista a Praet pubblicata sul sito della Bce contenga una frase che su Repubblica, stranamente, non c’era, privando così i lettori di un concetto non proprio secondario sulla helicopter money (il denaro distribuito direttamente alle persone da una banca centrale). [ Continua a leggere su italiaoggi.it, sito di Milano Finanza]
La sovranità monetaria è un diritto di tutti i cittadini. Di Fabio Conditi
sapereeundovere.com
*******************
**********************
Petizione sull’educazione affettiva e sessuale nelle scuole. [ LA EMERGENZA EDUCATIVA SOTTO LA AGGRESSIONE ISTITUZIONALE DEL GENDER ] ProVita Onlus, l’Associazione Italiana Genitori (AGe), l’Associazioni Genitori delle Scuole Cattoliche (AGeSC), il Movimento per la Vita e Giuristi per la Vita, presentano questa petizione propositiva al Ministro dell’Istruzione, nonché al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio, affinché i nostri figli possano trovare nella scuola, non ideologie destabilizzanti come l’ideologia gender, ma progetti, corsi e strategie educative che permettano uno sviluppo sano della loro personalità, in armonia con la famiglia e con le istanze etiche, rispettosi di tutti ed in primis della natura umana. Hanno finora aderito alla petizione anche le seguenti realtà: La Nuova Bussola Quotidiana, Tempi, il Timone, Voglio la Mamma, la Fondazione Novae Terrae, Vita E’,  NonSitoccalaFamiglia, il Comitato Articolo 26, il Consiglio Regionale dell’UCIIM Calabria, la Manif pour Tous Italia, Aleteja, il Coordinamento Famiglie Trentine, Cristiani per la nazione, il Centro Italiano Femminile, il Movimento P.E.R., l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, Cultura Cattolica, Libertà e persona, Nuovi Orizzonti, La Quercia Millenaria, il MEVD, l’AMCI, Alleanza Evangelica, l’Associazione CIF Regione Molise, SOS Ragazzi, l’AIGOC, il Consultorio UCIPEM “LaFamiglia”, AIPPC, Vita Nuova Trieste, Osservatorio Cardinale Van Thuân, Scienza e Vita, APPM, UCCR, UCFI, Archè e Agere Contra. ] [ Sempre più diffusa è la consapevolezza che ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza educativa, in particolare per quanto riguarda le tematiche dell’affettività e della sessualità. Molti hanno già reagito contro la subdola introduzione della teoria del gender nelle scuole di ogni ordine e grado (fin dagli asili nido). Tuttavia, anche quando non si arriva a questo punto, in molti casi l’educazione sessuale è priva di riferimenti morali, discrimina la famiglia, e mira ad una sessualizzazione precoce dei ragazzi. Attualmente i progetti educativi in questo ambito vengono spesso presentati richiamando l’esigenza di “lottare contro la discriminazione“. L’intento in sé potrebbe essere lodevole se ciò significasse educare gli studenti a rispettare ogni persona e a non rendere nessuno, a causa delle proprie condizioni personali (disabilità, obesità, razza, religione, tendenze affettive, ecc.), oggetto di bullismo, violenze, insulti e discriminazioni ingiuste. In realtà il concetto generico di “non discriminazione” nasconde molto spesso: la negazione della naturale differenza sessuale e la sua riduzione ad un fenomeno culturale che si presume obsoleto; la libertà di identificarsi in qualsiasi “genere” indipendentemente dal proprio sesso biologico; l’equiparazione di ogni forma di unione e di “famiglia”; la giustificazione e normalizzazione di quasi ogni comportamento sessuale. Tutto ciò, anche in altri paesi dove simili strategie educative sono da tempo applicate, come in Inghilterra e Australia, ha già causato una sessualizzazione precoce della gioventù che ha portato ad un aumento degli abusi sessuali (anche tra giovani), alla dipendenza dalla pornografia, all’attività sessuale prematura con connesso aumento di gravidanze e aborti già nella prima adolescenza, e all’aumento della pedofilia.
Firma anche tu http://www.notizieprovita.it/petizione-sulleducazione-affettiva-e-sessuale-nelle-scuole/
Inoltre i suddetti progetti educativi, e persino la “strategia nazionale” dell’UNAR, vengono sovente redatti con la collaborazione esclusiva di associazioni LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali) senza l’adeguato coinvolgimento di associazioni ed enti rappresentativi dei genitori, e quindi, sia per le modalità che per i contenuti, sono elaborati e diffusi in violazione dell’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (“I genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli”); dell’art. 2 del Protocollo addizionale alla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo (“Lo Stato … deve rispettare il diritto dei genitori di provvedere a tale educazione e a tale insegnamento secondo le loro convinzioni religiose e filosofiche”); dell’art. 30 della Costituzione italiana (“E’ dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio”);  e dell’art. 14 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dell’UNICEF (“Gli Stati parte rispettano il diritto e il dovere dei genitori oppure, se del caso, dei tutori legali, di guidare il fanciullo nell’esercizio della libertà di pensiero, di coscienza e di religione”).
Firma anche tu
Per questi motivi con la presente petizione chiediamo al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, non solo, come già chiesto sia dalla nostra che da altre associazioni, di disapplicare la “Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere” e di impedire la diffusione di ogni progetto educativo che ad essa si ispiri, ma soprattutto di emanare precise direttive affinché tutti i progetti, corsi, strategie educative, si conformino ad alcune linee guida, prevedendo, in particolare:
    Che venga rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità, riconoscendo il suo diritto prioritario ai sensi dell’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e dei decreti che riconoscono le scelte educative dei genitori (artt. 1.2, 3.3 e 4.1 del DPR 275/99, art. 3 del DPR 235/97, artt. 2.3, 2.6 e 3 del DPR235/2007 e il Prot. AOODGOS n. 3214 del 22.11.2012). Ogni “strategia” educativa, specie se di rilievo nazionale, dovrebbe rispettare sia nelle sue modalità di elaborazione e diffusione (coinvolgendo prevalentemente enti rappresentativi dei genitori e delle famiglie) che nei contenuti, questo diritto fondamentale. Similmente, i progetti sull’affettività e la sessualità da attuare nelle scuole dovrebbero coinvolgere le famiglie nell’opera di educazione e rendere i propri contenuti trasparenti ad esse, evitando il contrasto con le “convinzioni religiose e filosofiche” dei genitori. L’azione educativa della scuola in questo ambito deve essere informata a due principi: il principio di sussidiarietà (il diritto-dovere dei genitori di educare è insostituibile e va sostenuto dallo Stato) e il principio di subordinazione (l’intervento della scuola deve essere soggetto al controllo da parte dei genitori).
    Che sia oggetto di spiegazione e di studio la ragione per la quale la nostra Costituzione, all’art.29, privilegi la “famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”, della quale “riconosce” gli speciali diritti, diversamente da ogni altro tipo di unione.
    Che si educhi a riconoscere il valore e la bellezza della differenza sessuale e della complementarietà biologica, funzionale, psicologica e sociale che ne consegue. In questo modo gli studenti impareranno anche che la madre e il padre, nella famiglia, ancor più che nel mondo del lavoro o in altri contesti, apportano la loro propria ed insostituibile ricchezza specifica.
    Che si educhi al rispetto del corpo altrui ed al rispetto dei tempi della propria maturazione sessuale ed affettiva. Questo implica che si tenga conto delle specificità neurofisiologiche e psicologiche dei ragazzi e delle ragazze in modo da accompagnarli nella loro crescita in maniera sana e responsabile, prevedendo corsi di educazione all’affettività e alla sessualità, concordati con i genitori.
    Che si porti a riconoscere che l’attività sessuale non si riduce alla dimensione del piacere, ma che comporta delle conseguenze gravi e dei doveri importanti.  A questo proposito si potranno mostrare utilmente i risultati delle indagini sociologiche secondo le quali ritardare l’attività sessuale e ridurre il numero di partner aumenta le possibilità di intrattenere relazioni stabili nel futuro e riduce i problemi psicologici (come la depressione), specialmente nelle ragazze.
Firma subito anche tu la petizione, e unisci la tua voce a quella delle associazioni ProVita Onlus, AGe, AGeSC e Giuristi per la Vita, affinché il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio dei Ministri e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca accolgano la nostra proposta educativa e garantiscano che nelle scuole i nostri figli possano trovare, non ideologie pericolose, ma la via verso uno sviluppo sano della loro personalità, in armonia con la famiglia e con le istanze etiche.
===============
in realtà con sharia, vogliono disintegrare i cristiani che sono i poveri più poveri! ] [ Governo Pakistan, '60 milioni di poveri'. Incremento è risultato di nuovo criterio adottato da ministero
==================
PRESERVIAMO LA NOSTRA ITALIANITÀ ] [ Vitruviano da Vinci: L'IMMIGRAZIONE E' UN CRIMINE CONTRO LE DIFFERENZE
L’immigrazione è un altro nome per genocidio. Non è necessario uccidere materialmente degli individui, per spazzare via un popolo dalla faccia della terra: basta meticciarlo. Basti pensare all’immigrazione spagnola e portoghese nelle Americhe durante la conquista. Bastano le testimonianze storiche e i rilievi archeologici a raccontare l’annientamento culturale delle popolazioni del Nuovo Mondo. Ma questo è solo un effetto della scomparsa ‘etnica’ ... Identità.com http://identità.com/#/blog/2016/04/04/limmigrazione-e-un-crimine-contro-le-differenze/ 
==================
POLIGAMIA, PEDOFILIA, E BESTIALISMO SARANNO RICONOSCIUTI PER LEGGE, COME CONSEGUENZA DELLA IDEOLOGIA DEL GENDER ] [ Gil De Gamesh: ** 08/04/2016 ** BASTA HA RAGIONE RANDOM... NON ESISTE IL GENDER ** ma.... «Poliamorosi», in Spagna chiedono diritti: ora come la mettiamo? ] [ Love is love, giusto? Bene, allora adesso si tirino fuori le ragioni per cui NON si dovrebbe sposare la causa di Polyamory Madrid, associazione spagnola impegnata nella diffusione e nella richiesta di riconoscimento del POLIAMORE e che – a quanto pare – sarebbe pronta a sfilare in piazza «per rivendicare gli STESSI DIRITTI delle famiglie... Poliamorosi, in Spagna chiedono diritti: ora come la mettiamo?
Love is love, giusto? Bene, allora adesso si tirino fuori le ragioni per cui non si dovrebbe sposare la causa di Polyamory Madrid,  http://giulianoguzzo.com/2016/04/07/poliamorosi-in-spagna-chiedono-diritti-ora-come-la-mettiamo/
===============
PTV news 8 aprile 2016 - Yemen, la lunga strage nascosta Pubblicato il 08 apr 2016
- Siria: l’opposizione e ”moderata” ha usato armi chimiche
- Ora l’Olanda ci riprova entro il TTIP
- Tunisia: la marea nera di cui nessuno ha parlato https://youtu.be/NPkR0J6NX5I
=================
DIEGO FUSARO: Il gruppo Bilderberg, ecco chi governa il mondo https://youtu.be/v-dvrWqkM2E

PTV speciale - È GUERRA APERTA? https://youtu.be/tRpudhnUky4
PandoraTV. Gli americani hanno il potere che gli concediamo, se solo tutti cominciassero a ignorarli uscendo dalla NATO, togliendo le sanzioni contro la Russia e a tutti gli altri paesi che non meritano sanzioni, e rifiutando di partecipare alle loro guerre.
PandoraTV Prendere coscienza del fatto di essere un vassallo o colonia USA senza voce è un passo avanti, ma è solo uno
======================
Carmine Pecorelli (UN MASSONE RIBELLE), ucciso per AVER PUBBLICATO I NOMI DEI MASSONI: "LISTA PECORELLI"! meglio conosciuto come Mino Pecorelli, è stato un giornalista, avvocato e scrittore italiano, che nell'ambito del giornalismo si occupò d'indagine politica e sociale. Carmine Pecorelli, meglio conosciuto come Mino Pecorelli (Sessano del Molise, 14 giugno 1928 – Roma, 20 marzo 1979), è stato un giornalista, avvocato e scrittore italiano, che nell'ambito del giornalismo si occupò d'indagine politica e sociale. Fondatore dell'agenzia di stampa «OP-Osservatore Politico» («OP») che divenne poi anche una rivista, venne assassinato a Roma in circostanze ancora oggi non del tutto chiarite.  Altri rimarcabili scandali regolarmente pubblicati su OP furono quello dell'Italpetroli e sulla presenza di una loggia massonica in Vaticano (scoop pubblicato all'indomani dell'elezione di Albino Luciani al soglio pontificio). L'agguato e l'omicidio di Mino Pecorelli. La sera del 20 marzo 1979 Mino Pecorelli fu assassinato da un sicario che gli esplose quattro colpi di pistola in via Orazio a Roma, poco lontano dalla redazione del giornale. I proiettili, calibro 7,65, trovati nel suo corpo sono molto particolari, della marca Gevelot, assai rari sul mercato (anche su quello clandestino), ma dello stesso tipo di quelli che sarebbero poi stati trovati nell'arsenale della banda della Magliana, La morte del giornalista segnò anche la fine di OP: l'agenzia prima e la rivista poi erano alimentate esclusivamente dalle notizie che Pecorelli raccoglieva in prima persona dalle sue fonti, allocate nel mondo politico, nella loggia P2 (cui risultò affiliato egli stesso) ed all'interno dell'Arma dei Carabinieri e dei servizi segreti italiani.[10] Dopo l'omicidio di Aldo Moro, Pecorelli aveva pubblicato sulla sua rivista, nel frattempo divenuta settimanale, alcuni documenti inediti sul sequestro, come tre lettere inviate alla famiglia. La ricerca lo aveva portato a scoprire alcune verità scottanti, tanto che profetizzò anche il suo stesso assassinio.
=======================

LUIGI VILLA: "LA MASSONERIA E LA CHIESA CATTOLICA"
La Chiesa Cattolica distrutta dalle direttive dei massoni, purtroppo.
teofilo9200
teofilo9200  https://youtu.be/WySJV41pkwM
==================
giubra63: ABORTO un crimine contro l'umanità, per creare denatalità negli Stati europei e occidentali!
Donna: l'utero é tuo, ma il bambino no! (e vale anche per i futuri padri). Da tollerare solo in caso di pericolo per la madre, ed eventualmente in caso di stupro se mette in pericolo la salute psichca della futura mamma. L'aborto é un crimine, da chiudere tutti i centri, e arrestare medici e donne che lo praticano.
#aborto #crimini #genocidio #business    #crimine   #aborti 
https://plus.google.com/111270859164215141850/posts/chkyt2aqL5U
================
    Gil De Gamesh: ** 08/04/2016 ** Sai riconoscere le (principali) bufale dell’ideologia gender? **
https://ontologismi.wordpress.com/2015/11/29/sai-riconoscere-le-principali-bufale-dellideologia-gender/
==============
NELLA LORO STRAGEGIA CRIMINALE USA E SAUDITI, FANNO FARE ALLA GALASSIA JIHADISTA IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI, EBREI, ECC.. DOBBIAMO USCIRE DALLA LORO TRAPPOLA! ] [ El Estado Islámico publicó un edicto prohibiendo a los últimos cristianos y armenios de Raqqa, en Siria, abandonar la ciudad bajo ninguna circunstancia, según informó este martes RBSS. RBSS son las siglas de Raqqa Is Being Silently Slaughered (“Raqqa Está Siendo Sacrificada en Silencio”). Está formado –según explica Breitbart News– por un grupo de periodistas que mantienen un canal de Twitter para informar de la ocupación de la ciudad convertida en la capital del Califato. Aunque es casi imposible contrastar sus informaciones, por la falta de periodistas occidentales establecidos en la ciudad, es uno de los escasos hilos de comunicación para conocer el día a día de Raqqa. Suelen aportar datos precisos –a veces, también documentos– de las noticias que dan, y son una fuente de noticias con casi 60.000 seguidores, a la que prestan atención los medios occidentales de referencia que cubren la guerra en Siria.
Con la prohibición de abandonar la ciudad –apunta RBSS–, el Estado Islámico estaría pensando en utilizar a las familias cristianas y armenias como escudos humanos o rehenes ante el avance del ejército sirio. Después de la recuperación de Palmira en los últimos días por las fuerzas de Al-Assad, con el apoyo de Rusia, Raqqa es el siguiente bastión del Estado Islámico en la ofensiva sirio-rusa. La ciudad sufre ataques aéreos diarios, también por parte de la coalición occidental encabezada por Estados Unidos.
En Raqqa quedan 43 familias cristianas, con dos o tres hijos por familia –siempre, según la misma fuente. Se trata de familias demasiado pobres que no han podido abandonar la provincia tomada por el Estado Islámico desde marzo de 2013. Llegó a haber miles de cristianos en la ciudad antes de la instauración del terror. Los cristianos han estado en Siria desde hace dos mil años. A principios del siglo XX, llegaron a ser casi un tercio de la población del país, según recoge esta información de BBC. Más recientemente, justo antes de la guerra, los cristianos representaban el 10 por ciento de la población siria de 22 millones de personas.
El Estado Islámico dio a elegir a los cristianos que se quedaron entre convertirse al Islam, pagar la Jizea, un impuesto solo para los “infieles”, o ser ejecutados. La mayoría de los cristianos que siguen en Raqqa trabaja en lo que queda del área industrial de la ciudad, o mantiene pequeñas tiendas. Miles de cristianos están siendo torturados, crucificados o decapitados por el Estado Islámico en Siria.
The Independent cita a un periodista de RBSS que remarca la prohibición de la Pascua y de todas las tradiciones cristianas en los territorios del Califato.
El genocidio que el presidente Obama reconoció a regañadientes tiene lugar aquí, hoy. La inmovilización es la solución final del Estado Islámico para las familias cristianas y armenias de Raqqa, convertidas en escudos humanos bajo el fuego de la ofensiva sirio-rusa y occidental. Para ellas, la liberación de la ciudad es solo otro peligro más.
[Con información de RBSS, Breitbart News, The Independent, BBC, Daily Express, en inglés]

==================
ONU HA DISTRUTTO I DIRITTI UMANI NEL MONDO. CON lo avanzare dell'ideologia gender nelle scuole, avanzano anche i progetti di regime massonico Bildenberg, di legge contro la famiglia naturale, il crescente clima di laicismo massimalismo e intolleranza, OSTRACISMO CONTRO LA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA (che ha recentemente vietato presepi e canti di Natale negli istituti scolastici), uniti ai numerosi casi di persecuzione religiosa subita da cristiani, in molte parti del mondo, rendono il quadro globale veramente minaccioso: ONU HA DISTRUTTO I DIRITTI UMANI NEL MONDO.
mary cryss: Così si fa... cominciamo a dire la nostra a proposito di famiglia !!!!!!
http://agensir.it/italia/2016/03/29/affaticati-ma-felici-la-famiglia-vincente-e-quella-in-cui-non-si-da-mai-nulla-per-scontato-istruzioni-per-luso/
Affaticati ma felici. La famiglia “vincente” è quella in cui non si dà mai nulla per scontato | AgenSIR
E’ complicata, richiede inesorabile coraggio e a volte sembra esaurire ogni residuo di energia ma ne vale assolutamente la pena. Il punto è sceglie...
======================
LA STRATEGIA SAUDITA SALAFITA DEL TERRORE! ] [ Pakistan: un paese "libero da infedeli”. Sintesi: attentato al parco giochi, almeno 72 vittime, la maggior parte cristiani. Secondo una rivendicazione, un attacco deliberatamente contro la comunità cristiana in Pakistan. Altre manifestazioni di islamisti rendono ancor più tesa la situazione per i credenti. Nel momento in cui scriviamo è presto per capire quante vittime dell'attentato al parco giochi Iqbal (Lahore, Pakistan) fossero cristiane, quel che appare certo è l'intento di colpire ancora la comunità cristiana pakistana seminando il terrore in tutti i credenti del paese. Almeno 72 vittime, anche bambini, oltre 300 feriti. "Quando il tempo è buono, la sera di Pasqua si esce e si va nei parchi a far giocare i bambini. Dopo una giornata in cui ogni culto e servizio di chiesa erano terminati senza problemi, quando tutti pensavano di potersi rilassare e non preoccupare più, il kamikaze si è fatto esplodere all'Iqdal Park… ho così tanti bei ricordi di quel posto di quando ci andavo da bambina…”, ci racconta una nostra collaboratrice. L'attentato è stato rivendicato dal gruppo Jamatul Ahrar, nato dal gruppo talebano pachistano Tehrik e Taleban Pakistan e, a quanto pare, affiliato o vicino all'ISIS, il cui portavoce ha fatto sapere che l'obiettivo erano proprio i cristiani. "Siamo sopraffatti da storie di dolore. Chiediamo preghiere affinché durante le nostre visite a casa e all'ospedale possiamo portare il messaggio ristoratore del Vangelo e della resurrezione di Cristo”, continua la nostra collaboratrice, ricordando che in Pakistan è drammaticamente periodico tutto questo dolore. Il Pakistan è salito al 6° posto della nostra WWList, con un elevato grado di violenze contro i cristiani, dovuto a questi attacchi ma anche e soprattutto alle quotidiane vessazioni che subiscono i nostri fratelli e sorelle là.
Al contempo ad Islamabad andava in scena una manifestazione di islamisti sostenitori di Qadri (l'uomo che assassinò il governatore Taseer, giustiziato dalle autorità e considerato dai radicali islamici un martire (leggi QUI), durante la quale non sono mancati cori del tipo: "Impiccate Asia Bibi”. Asia Bibi, cristiana cattolica, è una delle tante vittime della famigerata legge anti-blasfemia. In molti ci chiedete informazioni: come sapete, Porte Aperte non segue direttamente questo caso. Nel 2009, alcune donne musulmane cercarono di cacciarla da un pozzo perché, in quanto non-musulmana, avrebbe inquinato l'acqua. Ne nacque una discussione, durante la quale chi l'accusa sostiene che avrebbe oltraggiato il nome del profeta Maometto, insinuazione usata (in accoppiata con la legge anti-blasfemia) per opprimere le minoranze (cristiane e non). Asia Bibi è stata poi condannata a morte. A fine estate, la Corte Suprema le ha permesso di fare appello. In effetti, questo significa che la sua condanna a morte è stata temporaneamente sospesa fino a quando la Corte Suprema emetterà la sentenza del suo processo d'appello (può richiedere anni il riesame). Intanto è in carcere, in isolamento, poiché potenzialmente bersaglio di attentati.
Il Pakistan ribolle. La tensione sociale, alimentata dai movimenti estremisti, cresce, come cresce il numero di radicali disposti a tutto per mantenere questo paese "libero da infedeli”. L'attentato dimostra ancora una volta che essere cristiano in Pakistan costa molto caro. Preghiamo per i cristiani in questo paese.
=======
=======
Palestinian Police Arrest Archbishop of Syrian Orthodox Church. Apr 7, 2016. Operating on unspecified allegations of “civil charges,” Palestinian police arrested the spiritual leader of the Syrian Orthodox Church in a move that appears to be the continued persecution of Christians by the Palestinian Authority.
Palestinian police in Bethlehem arrested on Saturday Archbishop Sewerios Malki Murad, the spiritual leader of the Syrian Orthodox Church in Palestine and Jordan, Palestinian security sources said.
The Palestinian Ma’an news agency reported Sunday that Shamiran Ketlo, an eyewitness to the arrest and a Christian herself, said she saw Palestinian police obstructing a parade celebrating Murad’s visit to Bethlehem on the main road to the Church of the Nativity, before taking him into custody.
Murad was returning from a Syrian heritage celebration held at the Bethlehem Convention Palace in al-Khader south of Bethlehem, Ma’an reported.
Palestinian police spokesperson Luay Irzeikat said the Syrian archbishop was arrested over unspecified “civil charges” following a decision by the general prosecution.
Ketlo told Ma’an that members of the Syrian Orthodox Church appealed to Palestinian Authority (PA) head Mahmoud Abbas to release Murad, who is based in Jerusalem’s Old City.
“Followers of the Syrian Orthodox Church have threatened to leave Palestine and seek refuge in any other country if archbishop Murad is not released,” Ketlo said. Imprisonment of a spiritual leader like Murad leaves Syrian Christians in Palestine feeling unprotected, she added.
A shrinking community of approximately 5,000 Syrian Christians resides in the PA, the descendants of Aramaic-speaking families who fled Ottoman massacres across south-eastern Turkey during the beginning of the 20th century. In Bethlehem, Syrians are a prominent part of social life. However, since Israel left these areas to Palestinian control, there has been a rapid decline in the Christian population’s size, due to religious persecution and discrimination by the Palestinians.
By: United with Israel Staff
La polizia palestinese Arresto Arcivescovo di Chiesa siro-ortodossa. 7 aprile, 2016. Operando su accuse non specificate di "parte civile", la polizia palestinese ha arrestato il leader spirituale della Chiesa ortodossa siriana in una mossa che sembra essere la continua persecuzione dei cristiani da parte dell'Autorità palestinese.
polizia palestinese di Betlemme ha arrestato il Sabato Arcivescovo Sewerios Malki Murad, leader spirituale della Chiesa siro-ortodossa in Palestina e Giordania, fonti della sicurezza palestinese.
L'agenzia di stampa Ma'an palestinese ha riferito Domenica che Shamiran Ketlo, un testimone oculare all'arresto e un cristiano se stessa, ha detto che ha visto la polizia palestinese ostacolare una parata per celebrare la visita di Murad a Betlemme sulla strada principale alla Chiesa della Natività, prima di portarlo in custodia.
Murad era di ritorno da una festa patrimonio siriano terrà presso il Convention Betlemme Palazzo di al-Khader sud di Betlemme, Ma'an ha riferito.
portavoce della polizia palestinese Luay Irzeikat ha detto l'arcivescovo siriano è stato arrestato più di non meglio specificati "parte civile" a seguito di una decisione da parte della procura generale.
Ketlo detto Ma'an che i membri della Chiesa ortodossa siriana appello al dell'Autorità Palestinese (PA) testa Mahmoud Abbas a liberare Murad, che ha sede nella Città Vecchia di Gerusalemme.
"I seguaci della Chiesa ortodossa siriana hanno minacciato di lasciare la Palestina e cercare rifugio in qualsiasi altro paese se arcivescovo Murad non viene rilasciato", ha detto Ketlo. L'imprigionamento di un leader spirituale come Murad lascia siriani cristiani in Palestina sentirsi protetti, ha aggiunto.
Una comunità contrazione di circa 5.000 siriani cristiani risiede nella PA, i discendenti di famiglie di lingua aramaica che sono fuggiti massacri ottomani in tutta sud-est della Turchia durante l'inizio del 20 ° secolo. A Betlemme, siriani sono una parte importante della vita sociale. Tuttavia, dal momento che Israele ha lasciato queste zone per il controllo palestinese, vi è stato un rapido declino in termini di dimensioni della popolazione cristiana, a causa della persecuzione religiosa e discriminazione da parte dei palestinesi.
Di: Uniti con Israele Staff
=========
==========
Maternità surrogata: le fattorie umane dell’India. La non....Condivisione tra paesi ricchi e paesi poveri purtroppo. porta anche a questo. In conclusione, non può, dunque, non venire alla mente il prezioso insegnamento, razionale e kantiano, di Benedetto XVI: «Se al progresso tecnico non corrisponde un progresso nella formazione etica dell’uomo, nella crescita dell’uomo interiore, allora esso non è un progresso, ma una minaccia per l’uomo e per il mondo».
https://plus.google.com/106687390527706830615/posts/9xzY4EyGyRd
Maternità surrogata: le fattorie umane dell’India. Ecco le “surrogacy houses” in cui si dispongono “in batteria” le donne che conducono la gravidanza in surrogazione e che vengono sfamate e accudite...
=====
============
LEGA ARABA HA MESSO LA SCIMITARRA ALLA GOLA DEL GENERE UMANO! OCCIDENTE DOVREBBE SMETTERE DI ESSERE AUTOLESIONISTA, E SMETTERE DI COMBATTERE ISRAELE, PERCHÉ È TROPPO INGENUO PERDERSI NELLE SINGOLE ETICHETTE, QUANDO LA MINACCIA ISLAMICA È UNITARIA UNICA E MONDIALE! ] NON ESISTONO PALESTINESI, MA ESISTONO ISLAMICI! O MORIAMO NOI O MUOIONO LORO! [ Netanyahu Urges United Fight Against Islamic Terror and Palestinian Incitement. Iran’s “unrelenting aggression” and deep commitment to genocide is the most serious threat facing Israel, Netanyahu told the AIPAC conference. He also demonstrated the profound incitement to terror within the Palestinian Authority. Addressing the annual policy conference of the bi-partisan American Israel Public Affairs Committee (AIPAC) in Washington via satellite feed, Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu expressed appreciation to both Republican and Democratic presidential candidates who recognized the importance of the strong Israel-US alliance. Netanyahu began his talk on Tuesday by expressing condolences to the families of the victims of the Islamic terror attacks in Belgium that morning, in which at least 34 people were killed and scores wounded. “The chain of attacks from Paris to San Bernardino to Istanbul to the Ivory Coast and now to Brussels, and the daily attacks in Israel – this is one continuous assault on all of us,” he stated.
“In all these cases the terrorists have no resolvable grievances. It’s not as if we could offer them Brussels, or Istanbul, or California, or even the West Bank [Judea and Samaria]. That won’t satisfy their grievances.”
“Because what they seek is our utter destruction and their total domination. Their basic demand is that we should simply disappear. Well, my friends, that’s not going to happen. The only way to defeat these terrorists is to join together and fight them together.” "Aggressione inesorabile" dell'Iran e l'impegno profondo per il genocidio è la minaccia più grave per Israele, Netanyahu ha detto alla conferenza AIPAC. Egli ha anche dimostrato la profonda incitamento al terrore all'interno dell'Autorità Palestinese. Rivolgendosi alla conferenza politica annuale del comitato di bi-partisan American Israel Public Affairs (AIPAC) a Washington tramite feed satellitare, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha espresso apprezzamento per entrambi i candidati presidenziali repubblicani e democratici che hanno riconosciuto l'importanza della forte alleanza tra Israele e Stati Uniti. Netanyahu ha iniziato il suo discorso il Martedì esprimendo condoglianze alle famiglie delle vittime degli attacchi terroristici islamici in Belgio quella mattina, in cui almeno 34 persone sono state uccise e decine di feriti.
"La catena di attacchi da Parigi a San Bernardino a Istanbul per la Costa d'Avorio e ora a Bruxelles, e gli attacchi quotidiani in Israele - questa è una aggressione continua su tutti noi", ha affermato.
"In tutti questi casi i terroristi non hanno lamentele risolvibili. Non è come se si potesse offrire loro di Bruxelles, o di Istanbul, o in California, o anche in Cisgiordania [Giudea e Samaria]. Che non in grado di soddisfare le loro rimostranze. "
"Perché quello che cercano è la nostra totale distruzione e il loro dominio totale. La loro richiesta di base è che dovremmo semplicemente scomparire. Beh, i miei amici, che non sta per accadere. L'unico modo per sconfiggere questi terroristi è quello di unirsi e combattere insieme. "
======
============
Siria, jet russi fermano attacchi di al-Nusra contro le forze curde ] [ tutti i Curdi che Hollande e Cameron vogliono far sterminare da Erdogan!

MY ISRAEL ] [ quando cerco di cancellare gli articoli doppi che ho messo nei miei blog, me lo impediscono in blogger, per rallentare la mia uscita da internet, così sono costretto a ridigitarli ad uno ad uno e perdo più tempo!


MI PIACE MOLTO questa IDEA DI FARE UN PONTE TRA EGITTO E ARABIA SAUDITA, io pensavo di costruirlo per ISRAELE, e per potenziare la economia della Giordania, più in territorio giordano, ma quello che, io temo è che la realizzazione di questo ponte possa distruggere le ruote di bronzo, dei carri da guerra dell'esercito del faraone, che inseguiva gli ebrei, e che giacciono, su un ponte naturale, ancora in fila indiana in fondo al mare, perché quello è certamente il fondale più basso e più agevole da utilizzare! QUINDI PER NON DANNEGGIARE LA ARCHEOLOGIA, E IL MIRACOLO DI DIO, DOVREBBERO FARE DUE MUSEI CON QUESTE RUOTE AI DUE LATI DEL PONTE!


poiché, è legale il terrorismo sharia LEGA ARABA, contro il resto del MONDO, poi, non potrebbe mai essere illegale la occupazione: il genocidio e la deportazione, perché la sharia è già tutto questo! MA, ISRAELE SA CHE IL TEMPO È UN GALANTUOMO, PER DEGLI IGNORANTI CHE NON HANNO STUDIATO BENE LA STORIA! ] dicono: [ Israele continua l’occupazione illegale dei territori palestinesi


#SALMAN #SHARIA ] tu e tuoi alleati: SpA Talmud Satanisti Farisei Massoni, voi avete fatto del male ai musulmani, perché tu non troverai 10 cristiani, che siano andati a fare del male a dei musulmani, che, non è stato per difendere la loro vita: infatti tu minacci tutti i cristiani del mondo: con la tua internazionale islamica, ed infatti non esiste una internazionale cristiana!


#sharia #sALMAN Tu dimmi quante Chiese sei riuscito a bruciare in questi ultimi 30 anni!


È IL PREZZO DI SANGUE, CHE, LA LEGA ARABA DEVE PAGARE AL SUO DEMONIO ALLAH, PER CONTINUARE A DIRE: "LA CONQUISTA SHARIA DEL MONDO GALASSIA JIHADISTI, TERRORISTI CALIFFATO MONDIALE? È ANCHE CONTRO DI NOI!" ] Egitto, Daesh attacca militari in Sinai: 18 morti [ IN REALTÀ QUESTI CADAVERI INNOCENTI RENDONO BENE SUL PIANO GEOPOLITICO ISLAMICO! LA LEGA ARABA DEVE ESSERE ANNIENTATA AL PIÙ PRESTO!


NON C'È MATERIA CONTRATTUALE: " TUTTE LE CHIESE CRISTIANE, E TUTTE LE RELIGIONI, CHE NON SCOMUNICANO COLORO CHE BENEDICONO I MATRIMONI GAY, SONO AUTOMATICAMENTE SCOMUNICATE A LORO VOLTA: QUINDI APRIAMO L'ERA, DELLA APOSTASIA DALLA FEDE DELLE CHIESE CRISTIANE! ", BERLINO, 8 APR - A Berlino e nel Brandeburgo le coppie omosessuali potranno sposarsi, proprio come quelle etero, nella chiesa evangelica: la decisione, data quasi per scontata, è prevista per domani, quando il sinodo di Berlino-Brandeburgo e della slesiana Oberlausitz voteranno su questo tema. Fino ad ora, nella chiesa evangelica, le coppie omosessuali potevano ricevere una benedizione, mentre non era possibile una cerimonia religiosa equiparata al matrimonio evangelico, che comunque non è un sacramento come nella chiesa cattolica; il vincolo matrimoniale, nella chiesa protestante, può infatti essere sciolto. Berlino non è il primo Land ad affrontare questo passo. In Germania già in due regioni, Assia e Renania-Palatinato, la chiesa evangelica ha introdotto il rito matrimoniale per i gay.

ALLAH E MAOMETTO SONO DUE STUPRATORI PEDOFILI ] [ OGM Victory Seen SHARIA Ruling SALAFIS ISLAMISTS Kidnapped Girls

e se qualcuno può separare la sua PAROLA(il Figlio), dalla sua voce(il soffio vitale) poi, lui può dimostrare che Dio JHWH non è uno e trino.. e poiché, io non sono l'AGNELLO di Dio, poi, non ha importanza per me, quante persone, io farò mettere a morte, prima di potermi sedere, sul mio trono a GERUSALEMME come Re di ISRAELE!


e chi abbiamo NOI, al Governo delle NAZIONI (tranne qualche rara eccezione) sono tutti la feccia della feccia dell'inferno! ECCO COSA SIGNIFICA QUANDO SI DICE: "I FARISEI TALMUD ENLIGHTENED SPa Fed TUTTO HANNO FONDATO SU SATANA! ] POI, NESSUNO DOVREBBE CHIEDERE A MERKEL E MOGHERINI ED AI LORO PROTETTORI, PERCHÉ AL DONBASS NON SI È CONCESSA LA INDIPENDENZA, ED AL KOSOVO SI! [ Il nuovo presidente del Kosovo è Hashim Thaci detto 'la serpe'. 08.04.2016 Si è tenuto aggi a Pristina l'insediamento del quarto presidente del Kosovo, Hashim Thaci. Alla cerimonia hanno partecipato più di mille ospiti stranieri provenienti da 50 paesi, così come i diplomatici accreditati a Pristina dei paesi che hanno riconosciuto il Kosovo, che nel 2008 ha dichiarato unilateralmente l'indipendenza dalla Serbia. Hashim Thaci è soprannominato "Serpe", perché striscia fuori da ogni situazione. L'ex Procuratore del Tribunale penale internazionale per la ex-Jugoslavia, Carla del Ponte, nel suo libro "La caccia: Io e i criminali di guerra", ha scritto che Thaci è stato coinvolto nel traffico illegale di organi. Nel libro, in particolare, si afferma che nel 1999 circa 300 serbi e di altra nazionalità sono stati rapiti e portati nell'Albania settentrionale, dove sono stati rimossi i loro organi, che sono stati poi inviati alle cliniche in tutta Europa. Il politico svizzero Dick Marty nel 2010 ha presentato la relazione del Consiglio d'Europa su questo tema e Hashim Thaci ha promesso di fare causa, ma non è andato oltre le parole. Infine, nel rapporto del BND, recentemente pubblicato da "Wikileaks", Thaci appare come un trafficante di armi, di droga, di parti umane e membro del gruppo Drenitskoy, noto per i suoi crimini in Kosovo. Finora il Tribunale speciale per i crimini di guerra dell'organizzazione terroristica Esercito di liberazione del Kosovo a Pristina è stato creato solo sulla carta, tuttavia il presidente (che è ex primo ministro, ex vice primo ministro e capo del ministero degli Esteri) non sa se compariranno di fronte ad esso i fondatori del gruppo. Il giornalista Zivojin Rakocevic dell'enclave serba di Gracanica in Kosovo, in un'intervista a Sputnik ha affermato che "ora l'80% degli albanesi vogliono lasciare questo territorio che la NATO ha bombardato con proiettili all'uranio impoverito, e Thaci li finiva con le sue strutture criminali. Egli ha distrutto ogni possibilità di ritorno dei serbi nella regione, ha attaccato la Chiesa ortodossa serba. Egli controlla i radicali islamici, che possono irrompere sulla scena in qualsiasi momento. Ma il più grande risultato di Thaci è il fatto che sia diventato un legittimo, importante e supportato amico della comunità internazionale e delle forze occidentali". Beljulj Becaj, politologo albanese-kosovaro di Pristina in un'intervista a Sputnik ha osservato che "le persone ambigue diventato presidente a causa del sistema elettorale della 'prima persona' del tutto dannoso" (il presidente in Kosovo è eletto dal Parlamento). "Questo non è ciò di cui ha bisogno il Kosovo. Il Kosovo ha bisogno di un presidente che sia il portavoce di onestà, di moralità e di giustizia".: http://it.sputniknews.com/mondo/20160408/2436542/nuovo-presidente-kosovo.html#ixzz45FIVHBBY


PERCHÉ GESÙ DI BETLEMME HA RINUNCIATO, AL SUO TEMPO, a fare il RE POLITICO DI ISRAELE? INFATTI. attraverso le genealogie paterne, LUI ERA IL LEGITTIMO DISCENDENTE DI DAVIDE, ED ATTRAVERSO LA SPADA AVREBBE POTUTO ATTERRIRE CHIUNQUE! ma adesso è chiaro, a tutti adesso è chiaro: "lui voleva essere il RE, nel cuore di tutti gli uomini e di tutte le donne!" INFATTI, IL RE DI ISRAELE CHE IO SONO? NON POTREBBE MAI ESSERE IL SENSO e IL SIGNIFICATO, DI TUTTE LE COSE! anche se io mi farò amare da tutti come uomo, lui il Cristo ha deciso di farsi amare da tutti come DIO JHWH!


oltre ad ESSERE la "PAROLA" o il "VERBO" di JHWH (chi la vuole sentire? la sente, chi non la vuole sentire? non la sente! ok! questa è la democrazia) Gesù di Betlemme (casa del Re Davide) lui ha detto di se stesso, di essere la Roccia! E QUESTA È UNA AFFERMAZIONE MINACCIOSA: PERCHÉ, LA ROCCIA OLTRE AD ESSERE IL FONDAMENTO sicuro di UNA COSTRUZIONE ETERNA, DIVENTA anche, QUALCOSA CONTRO CUI TU TI PUOI SFRACELLARE, e qualcosa che ti può schiacciare! ecco perché, è scritto che: tutti i nemici di ISRAELE sono destinati a sfracellarsi: perché questa è una ROCCIA TROPPO PESANTE DA POTER ESSERE SPOSTATA!


in principio era il VERBO, tutto è stato fatto per mezzo di LUI, ed in vista di LUi, quindi il Verbo è il senso di tutte le cose ] [ ECCO PERCHÉ CHI HA CREDUTO È STATO SALVATO, E CHI NON HA CREDUTO È STATO CONDANNATO! ] anche perché se la tua vita non è costruita sulla roccia che è Cristo, poi, se, non ti frana tutto prima? certo ti franerà tutto al momento della morte! QUINDI MORIRAI STRITOLATO DA TUTTE LE MENZOGNE CHE HANNO COSTRUITO LA TUA VITA ERRONEA! è vero: "la luce brilla nelle tenebre, ma, le tenebre non la hanno accolta" perché le tenebre, e le opere delle tenebre sono cattive!


SIGNORI E SIGNORE ECCO A VOI I MAOMETTATI MALATI DI TESTA! Pakistani Christians in Thailand given temporary ID cards: April 6, 2016 https://www.worldwatchmonitor.org/ Last month, World Watch Monitor reported that there are about 11,500 Pakistanis seeking asylum in Thailand, a 51 per cent increase from the previous year; all are classified as Christians in a recent report to the UK Parliament. Many of ...
Pakistan Asylum Seekers Immigration Refugee Convention United Nations
Latest News https://www.worldwatchmonitor.org/
Turkey seizes six churches as state property in volatile southeast: April 6, 2016
    An army vehicle drives through the courtyard of the Sheikh Matar Mosque, past its famed Four-Footed Minaret (left), with the top of the bell tower of the Chaldean Mar Petyun church (in the extreme left background)

    After 10 months of urban conflict in Turkey’s war-torn southeast, the government has expropriated ...
    Priest's crucifixion rumours false, says India's Foreign Minister
    Published: April 4, 2016 by Anto Akkara
    Rev. Thomas Uzhunnalil in an undated photo: 4 AprilIndia’s government has said rumours that a kidnapped Catholic priest was crucified on ...
    Kenyans mourn 147 victims on anniversary of Garissa attack
    Published: April 4, 2016 (4 April) Memorial events were held in Kenya on Saturday (2 April), as Kenyans marked the ...
https://www.worldwatchmonitor.org/
    Egypt: Copt cleared of Facebook 'blasphemy'
    Published: April 4, 2016
    Kandhamal Christian granted month’s bail after 7 years in jail
    Published: April 1, 2016
    Faith-based persecution on the rise in Asia-Pacific
    Published: March 31, 2016
    Pakistani Christians bury their dead after Easter massacre
    Published: March 31, 2016
    CAR's new President brings hope, but hunger threatens 'new start'
    Published: March 30, 2016
    Malaysian court upholds right to convert from Islam
    Published: March 29, 2016


è necessario essere diretti!] [ 08.04.2016. Russia-Nato, Stoltenberg: Entro due settimane ci sarà incontro del Consiglio a livello ambasciatori.] SOLTANTO UNIUS REI POTREBBE CREARE UN NUOVO FONDO MONETARIO MONDIALE! ma, se non si vuole intronizzare Unius REI? è chiaro: poi Rothschild pretenderà la guerra mondiale: PER POTER REINTRODURRE UN NUOVO CICLO MONETARIO USUROCRATICO E PARASSITARIO DEVITALIZZATE: GLI SCHIAVI DEI MASSONI, quindi, bisogna dire chiaramente, che disintegrare la LEGA ARABA, dei maomettani nazisti e malati mentali, porterà al genere umano una sofferenza sostenibile, e assai meno pericolosa che disintegrare Russia e CINA!


SE QUELL'ASSASSINO DI CAMERON HA LA FACCIA DI CORNO DI UNA PROSTITUTA? POI, VEDRETE CHE NON SI DIMETTERÀ! ANCHE PERCHÉ SATANISTI E MASSONI HANNO MINORE DIGNITÀ DI UNA PROSTITUTA! 08.04.2016 Le prime ammissioni del primo ministro britannico, dopo una settimana di no comment alle domande sul coinvolgimento del padre nello scandalo Panama Papers. Il primo ministro britannico David Cameron ha ammesso di aver posseduto quote della Blairmore Investment Trust, dopo aver smentito per giorni ogni possibile coinvolgimento suo o di suoi familiari nello scandalo scoppiato una settimana fa con la pubblicazione dei documenti dello studio panamense Mossack Fonseca.


FARISEI TALMUD FMI SPA E ISLAMICI SHARIA CORANO, SI SONO TROVATI: al termine del loro itinerario, durante il loro interiore percorso di coscientizzazione, si sono ritrovati INSIEME A BUSH SULL'ALTARE DI SATANA, PERCHÉ È SATANA IL LORO FONDATORE! QUESTA STORIA DELLA GALASSIA JIHADISTA (è una congiura della LEGA ARABA) È UNA RISULTANTE DEL NWO SpA FED, PER PORTARE A SATANA TUTTE LE COSE! Daesh giustizia 175 operai rapiti. 08.04.2016 ( In precedenza è stato comunicato che i terroristi del Daesh avevano rapito almeno 300 operai della società Al Badia Cement nei pressi di Damasco ) ISLAM SHARIA NE RISPONDERÀ! ORMAI SAUDITI E AMERICANI SONO FARISEI E MASSONI SATANISTI: UNA SOLA FAMIGLIA DI SATANA!


SE LA POLIZIA NON COLLABORA È PERCHÉ È ERDOGAN, IL DITTATORE, CHE DEVE ESSERE ARRESTATO! ] [ 08.04.2016) La polizia turca si è rifiutata di indagare sull'uccisione del pilota Oleg Peshkov. Inoltre, gli investigatori sono d'accordo sul fatto che il crimine, per il quale la Russia accusa il militante Alparslan Celik, è stato commesso sul territorio siriano.Le relazioni tra la Russia e la Turchia sono entrate in crisi dopo il 24 novembre 2015, quando un caccia turco F-16 ha abbattuto un bombardiere russo Su-24 in Siria. Il presidente Vladimir Putin ha definito l'evento "una pugnalata alle spalle" dai complici dei terroristi e ha firmato un decreto sulle misure di sicurezza nazionale e misure economiche speciali contro la Turchia: http://it.sputniknews.com/mondo/20160408/2435538/turchia-indagini-rifiuto.html#ixzz45F4UKqgV


my ISRAEL ] QUINDI, sono stati Rothschild e SALMAN: con la forza del loro denaro: che: hanno detto alle Chiese di Satana: "voi avete diritto ad un vostro dominio!" QUINDI, È LA MASSONERIA CHE DOMINA IL MONDO, e non i Parlamenti costituzionali, che seguono la legge positiva!


MY ISRAEL ] il secondo browser di UBUNTU, funziona correttamente, è questo firefox che mi hanno bloccato su blogger, perché, io penso, necessita di maggiore memoria RAM, infatti, io ho articoli pesanti.. ORA, se hanno fatto le orgie, ed hanno adorato satana, con il mio firefox, senza il mio consenso? Questo non significa che è diventato il loro 666 dominio dei Salafiti Farisei nella CIA: i cannibali zombies!


my ISRAEL ]  ok! adesso i sauditi salafiti, devono spiegare a tutti i musulmani del mondo, perché, anche loro hanno deciso di diventare: i sacerdoti di Satana nella CIA!


ISRAELE ] tu mi dirai: "che se ne possono fare i satanisti della CIA, di entrare nel tuo computer?" [ ANSWER ] ci vengono ad adorare Satana nel mio computer, ovviamente! .. perché loro pensano che possa funzionare, ed invece? non funziona perché Satana è un frocio!


QUESTO È IL COMPLOTTO DI FARISEI E SALAFITI PER DISTRUGGERE ISRAELE EUROPA E RUSSIA! "Caro Signor Scarola, comprendo e condivido il Suo anelo per salvare il mondo, ma... Nel giorno del giudizio avrò l'assoluzione per insufficienza di prove a mio carico e siccome discendo da una famiglia di banchieri ebrei, profitto personalmente del sistema del signoraggio. Che Allah la protegga! www.forum-mirabella ] QUESTO È IL COMPLOTTO DI FARISEI E SALAFITI PER DISTRUGGERE ISRAELE EUROPA E RUSSIA!


ISRAELE ] hai visto? come li minaccio, poi, mi sbloccano! ora sono sbloccato, ma, non ha interagito l'aggiornamento di UBUNTU, è la mia denuncia che ha interagito! MI BLOCCANO QUESTI CRIMINALI DELLA CIA!


c'è una guerra terribile, nel mio computer (lenovo AMD E1 essential) tra UBUNTU e la CIA, si Utuntu mi installa aggiornamenti ogni giorno, ma, non è riuscito a sboccarmi, il blocco della memoria della RAM, anche perché, le lucertole, mi hanno reso invisibile una partizione di 100Gb.. quindi ieri io pensavo che la colpa era di blogger, ma, mi sbagliavo!
Mi hanno manomesso il computer portatile, che questa mattina ho trovato completamente scarico, perché, la CiA me lo ha acceso durante la notte!


Synnek1 said: "2nite WE [SLAY]...CUM with [US]! >;-)" #CINA #RUSSIA È NECESSARIO FARE REALIZZARE, DEI MISSILI "pesanti" interamente in plutonio, CHE POSSANO PERFORARE IL GRANITO PER 50 METRI PER POI ESPLODERE!


SYNNEK1 ha perso l'equilibrio mentale ed è quindi, stato licenziato come Direttore di youtube, eppure lui è il satanista più intelligente, educato e preparato del NWO, perché, questo è potuto avvenire? io ho fatto comprendere a lui una verità teologica e logica: al tempo stesso! POICHÉ, LA TUA INTELLIGENZA NON COMPRENDE L'UNIVERSO: nel suo scopo e nel suo insieme, POI, LA TUA INTELLIGENZA È IL TUO NEMICO PEGGIORE, PERCHÉ, LA TUA INTELLIGENZA, nel suo limite, TI CONDURRÀ A CERCARE DEI BENEFICI MATERIALI, IMMEDIATI, eppure, la vita è veramente un miracolo, dato che, noi non siamo in grado di: realizzare in laboratorio una sola cellula di un filo d'erba! Evoluzione e Big Ben, sono teorie senza conforto scientifico, ipotesi senza dimostrazione, QUINDI, FINGERE DI ESSERE ATEI, è vero: RISOLVE TANTI PROBLEMI, E RENDE LA VITA PIÙ SEMPLICE, MA, QUANDO IL GRATTACIELO DELLA TUA VITa, TI CROLLERÀ ADDOSSO, PERCHÉ, TU LO HAI EDIFICATO SULLA "SABBIA" del RELATIVISMO, invece di fondarlo sulla ROCCIA, che è Cristo? Poi, all'inferno ti rimarranno: un rimpianto infinito, e una disperazione infinità. ma, la DISTRUZIONE dello EQUILIBRIO MENTALE DI SYNNEK1, POTREBBE AVERLO SALVATO DALL'INFERNO!
Ovviamente, se tu puoi trovare un rabbino santo, o un prete santo, ( OPPURE UN MINISTRO SANTO DI OGNI ALTRA RELIGIONE ), che, può comprendere intellettivamente, quello che è il tuo satanismo: in tutta la sua estensione, e poi, lui ti perdona? POI, TU SARAI PERDONATO VERAMENTE ANCHE DA DIO! PERCHÉ È DIO CHE PERDONA, ma tu non puoi sapere di essere stato perdonato, se, la tua espiazione e la tua conversione non hanno subito un processo completo, nel più profondo del tuo cuore! NON TI SERVIRÀ A NIENTE CERCARE UN CARDINALE VESCOVO DI COGLIONE, CHE È UN TUO COMPLICE, E CHE LUI NON TI CAPISCE, CIOÈ, NON CAPISCE TUTTO IL MALE, CHE TU HAI POTUTO FARE!


che poi, a differenza di USA, la Russia non ha un interesse economico o ideologico nella realizzazione di una guerra! QUESTO DI USA È UN ENNESIMO: ATTO INFAMANTE: IO TROVO DICHIARAZIONI CONTINUE, CIRCA LA presunta: INFERIORITÀ MILITARE di: USA, NEI CONFRONTI DELLA RUSSIA


QUESTO DI USA È UN ENNESIMO: ATTO INFAMANTE: IO TROVO DICHIARAZIONI CONTINUE, CIRCA LA presunta: INFERIORITÀ MILITARE di: USA, NEI CONFRONTI DELLA RUSSIA, CHE, queste dichiarazioni HANNO SEMPLICEMENTE DEL RIDICOLO, SIA, SUL PIANO TECNOLOGICO, CHE NUMERICO! Gli USA come con la Seconda guerra mondiale, faranno delle provocazioni militari (da tenere segrete) perché, sia la Russia ( in questo caso ) ad apparire l'AGGRESSORE! 07.04.2016 Usa “tecnicamente surclassati” da Mosca per potenza di fuoco, Lo ha affermato il generale Mark Milley dello stato maggiore americano intervenendo davanti al comitato per le forze armate del Senato: http://it.sputniknews.com/archive/#ixzz45CjimKlF


#SALMAN #SHARIA #Saudi #ARABIA] Is TRUE, this is the truth: YOU ARE IN #NWO #666 #FED, #FMI: #Owl #Allah, you can KILL impunity, ALL THOSE THAT ARE NOT #SALAFITI, AND, I HAVE, only a COMPUTER of FEW EURO! [ 04/07/2016, BANGLADESH, Dhaka, student hacked to death for his ideas against, Islamic extremism, Nazimuddin Samad was 28 years old and studied Law at the Jagannath University. Friends describe him as a brave free thinker. He was part of the Ganajagaran Mancha movement, which defends the rights of bloggers. On his Facebook page, the student had criticized the Islamic drift in the country. Dhaka (AsiaNews) - Nazimuddin Samad, a 28 year-old law student was hacked to death and shot for his ideas contrary to Islamic radicalism. The murder took place around 8 pm last night at a busy intersection in the Sutrapur, a historical district of the capital of Bangladesh. The young man was returning home with friends after attending courses offered by Jagannath University, where he had been admitted a few months ago. Friends have reported that the student as a "courageous" free thinker who supported the formation of a secular country that respects human rights. He was also part of Ganajagaran Mancha, a movement for bloggers’ rights. Some witnesses reported that three assailants on motorcycles approached Nazimuddin near the intersection of Ekrampur and started to attack him with machetes. Then they fired a gunshot to his head, to make sure of his death. Witnesses also report that as they struck him, the attackers shouted "Allahu Akbar" (God is great). No one has yet claimed responsibility for the act, but the incident recalls the killing of four other bloggers, murdered for their "atheistic ideas". For some time, Muslim extremists have been targeting free thinkers and democracy activists, justifying their killing by calling their victims "atheists". Ahmed Rajib Haider was the first blogger to be killed for his “anti-Islam" ideas in 2013. So far this year, four other bloggers have lost their lives. In February Avijt Roy was murdered near the University Dhaka; in late March, also in the capital, Muslim fundamentalists hacked to death Oyasiqur Rahman; two months later, it was the turn of Ananta Bijoy Das, who was murdered in Sylhet; and finally, Niloy Chakrabarti was killed, execution style, in August in broad daylight, under the eyes of his mother and sister. On October 31, Faisal Dipan Arefin, a publisher with progressive ideas, was stabbed to death. Nazimuddin was the son of Shamshul Haque and he was born in Sylhet. He was an activist of the Ganajagaran Mancha group, which works for the defense of free thought in Bangladesh and calls for the punishment of war criminals from the struggle for liberation war of 1971. On his Facebook profile he wrote: "I do not belong to any religion". On the same platform, the day before his murder he had expressed his concern about the Islamist drift of the country and the government inaction.


#SALMAN #SHARIA #SAUDI #ARABIA ] È VERO, questa è la verità: TU SEI NEL #NWO #666 #FED, #FMI: Gufo #Allah, e tu puoi UCCIDERE IMPUNEMENTE, TUTTI QUELLI, CHE, NON SONO #SALAFITI, ED IO HO, soltanto, un COMPUTER del VALORE DI POCHI EURO! [ 03/11/2015 BANGLADESH ] Bangladesh, dura condanna della Chiesa cattolica per l’omicidio di intellettuali laici, Mons. Gervas Rozario denuncia l’assassinio dell’editore Dipan e il ferimento di un altro editore e tre blogger. Gli intellettuali sono presi di mira da fondamentalisti islamici per le loro idee democratiche. Dall’inizio del 2015 sono morti quattro blogger e molti sono fuggiti all’estero. Vescovo: “Se non siamo attenti, illuminati e sensibilizzati dai valori umani, non riusciremo a fermare l’aumento delle violenze”.

31/03/2015 BANGLADESH. Dhaka, un altro blogger ucciso a colpi di machete: criticava l’islam radicale, Md Oyasiqur Rahman Babu da tempo curava un sito di informazione contro le violazioni alle minoranze religiose in Bangladesh. Un commando di almeno tre persone lo ha ucciso per “punirlo” delle sue idee. La polizia conferma l’arresto di due assalitori.

06/12/2010 BANGLADESH, Dhaka, un ambulatorio delle "suore blu" per i poveri di qualsiasi religione. Le sorelle del Movimento contemplativo missionario di p. de Foucauld vanno negli slum in cerca di bisognosi e malati. Giovane mamma musulmana: “Grazie alle medicine, la fisioterapia e il loro amore, mia figlia sta migliorando”.

03/04/2013 BANGLADESH, Bangladesh, arrestati tre blogger: Hanno offeso l’islam. Gli attivisti rischiano fino a 10 anni di carcere e una multa di 10 milioni di taka (100mila euro). Proteste del movimento laico Shahbag: “È una violazione alla libertà di parola e un insulto per la democrazia”. Nel Paese non esiste (ancora) una legge sulla blasfemia.

12/05/2015 BANGLADESH, Bangladesh, assassinato un altro blogger “anti-islam”: è il terzo dal 2015. Quattro uomini hanno ucciso Ananta Bijoy Das con un machete. Era un attivista del Bangladesh Chhatra Union, movimento politico democratico, e scriveva sul blog Mukto Mona (“Libero pensiero”). Più volte ha criticato la deriva fondamentalista assunta dal Bangladesh negli ultimi due anni.


#SALMAN #SHARIA #SAUDI #ARABIA ] È VERO, questa è la verità: TU SEI NEL #NWO #666 #FED, #FMI: Gufo #Allah, e tu puoi UCCIDERE IMPUNEMENTE, TUTTI QUELLI, CHE, NON SONO #SALAFITI, ED IO HO, soltanto, un COMPUTER del VALORE DI POCHI EURO! [ 07/04/2016, BANGLADESH, Dhaka, studente ucciso a colpi di machete per le sue idee contro l’estremismo islamico. Nazimuddin Samad aveva 28 anni e studiava Giurisprudenza alla Jagannath University. Gli amici lo descrivono come un coraggioso libero pensatore. Faceva parte del movimento Ganajagaran Mancha, che difende i diritti dei blogger. Sulla sua pagina Facebook, lo studente aveva criticato la deriva islamica del Paese. Dhaka (AsiaNews) - Nazimuddin Samad, uno studente di Giurisprudenza di 28 anni, è stato ucciso a colpi di machete e pistola per le sue idee contrarie al radicalismo islamico. L’omicidio è avvenuto intorno alle 8 di ieri sera in un incrocio molto trafficato nell’area di Sutrapur, un quartiere storico della capitale del Bangladesh. Il ragazzo stava rincasando con degli amici dopo aver seguito i corsi alla Jagannath University, dove era stato ammesso da pochi mesi. Gli amici hanno riferito che lo studente era un libero pensatore “coraggioso” e sosteneva la formazione di un Paese laico e rispettoso dei diritti umani. Faceva anche parte del Ganajagaran Mancha, movimento per i diritti dei blogger. Alcuni testimoni hanno riferito che tre assalitori in motocicletta hanno avvicinato Nazimuddin presso l’incrocio di Ekrampur e hanno iniziato a colpirlo con dei machete. Poi gli hanno sparato un colpo di pistola alla testa, per assicurarsi della morte. I testimoni hanno anche raccontato che mentre lo colpivano, gli aggressori gridavano “Allahu Akbar” (Allah è grande). Nessuno ha ancora rivendicato la responsabilità del gesto, ma la dinamica dell’incidente ricorda le modalità con cui sono stati uccisi altri quattro blogger, assassinati per le loro idee “atee”. Da diverso tempo estremisti islamici prendono di mira liberi pensatori e attivisti democratici. Ahmed Rajib Haider è stato il primo blogger a essere ucciso nel 2013 per le sue idee “contrarie all’islam”. Dall’inizio del 2015, altri quattro blogger hanno perso la vita: a febbraio Avijt Roy è stato assassinato vicino all’Università di Dhaka; a fine marzo, nella capitale, fondamentalisti musulmani hanno ammazzato a colpi di machete Oyasiqur Rahman; due mesi più tardi è stato il turno di Ananta Bijoy Das, ucciso a Sylhet; l’ultimo, Niloy Chakrabarti, è stato giustiziato ad agosto in pieno giorno, sotto gli occhi della madre e della sorella. Il 31 ottobre Faisal Arefin Dipan, un editore dalle idee progressiste, è stato ucciso a coltellate.
Nazimuddin era il figlio di Shamshul Haque ed era nato nell’area di Sylhet. Era un attivista del gruppo Ganajagaran Mancha, che opera per la difesa del libero pensiero in Bangladesh e chiede la punizione per i criminali di guerra della lotta di Liberazione del 1971. Di recente, sul suo profilo Facebook aveva scritto: “Non appartengo a nessuna religione”. Sulla stessa piattaforma, il giorno prima del suo omicidio aveva espresso preoccupazione per la deriva islamista del Paese e l’inazione del governo.


ebrei e cristiani innocenti sono ritornati nel tormento, perché, i farisei SpA FED Fmi, i massoni Gender hanno pianificato di farli uccidere dagli islamici!  07/04/2016 - VATICANO. Per ebrei e cristiani “altro” è non solo il rifugiato, ma anche il perseguitato per la fede. La visione de L’Altro dal punto di vista sia ebraico sia cattolico è stata al centro della XXIII riunione del Comitato internazionale di collegamento cattolico-ebraico. Nel corso dell’incontro si è anche esaminato situazioni nelle quali cattolici ed ebrei “attualmente si trovano nella situazione di essere ‘altri’. L’antisemitismo nei discorsi e nei fatti è riapparso in Europa ed altrove, mentre la persecuzione di cristiani, in misura notevole nella maggior parte del Vicino Oriente ed in parte dell’Africa, ha raggiunto livelli che non si vedevano da tempo.


si! la strategia sharia dei satanisti massoni comunisti farisei gender darwin: le scimmie di sodoma! ] [ 07.04.2016 ] Opinioni: "Moriremo musulmani, santità?" A seguito delle recenti stragi in Francia e Belgio, nonché dell’espansione dell’Isis in Medio Oriente e in vari paesi africani, compresa la Libia, anche il mainstream politically correct ha riconosciuto che non siamo alle prese con gesta di fanatici isolati ma con una strategia di espansione islamica diretta anche verso l’Europa: http://it.sputniknews.com/#ixzz45ABkiuu1


¡Buenos días, lorenzo! La protección de la vida humana va en serio en Polonia. Negarse a adoptar las políticas de la Unión Europea para extender el aborto es algo más que una convicción personal de la primera ministra Beata Szydlo, del partido Ley y Justicia. La movilización de buena parte de la sociedad por el derecho fundamental a la vida se ha convertido en un dolor de cabeza para Bruselas. ¡Como si la Comisión no tuviera ya bastante con el “no” de los holandeses al acuerdo con Ucrania, el referéndum sobre la salida del Reino Unido, o con la caótica gestión de la crisis de los refugiados! Más de cien periodistas de diarios, canales de televisión y de radio han firmado una carta abierta dirigida a los diputados, pidiéndoles que apoyen la iniciativa legislativa popular para proteger la vida humana desde la concepción hasta la muerte natural, en todas las circunstancias, y sin excepciones. Invocan el ejemplo histórico de Stanislawa Leszczynska, una heroína polaca de los campos de la muerte, que expuso su vida defendiendo a mujeres embarazadas y a sus bebés frente a los experimentos del médico nazi Joseph Mengele.
El Parlamento decidirá, en los próximos días, si admite una iniciativa legislativa popular presentada por la plataforma cívica Stop aborto, que promueve una protección sin excepciones de la vida humana. La Conferencia Episcopal se ha sumado a la ofensiva del movimiento provida, con una declaración leída el pasado domingo en todas las iglesias de un país que sigue siendo mayoritariamente católico. El Gobierno acaba de hacer un gesto, reinstaurando la receta médica obligatoria para la llamada “píldora del día después”, en contra de las directrices de la Unión Europea, que en 2015 aprobó una norma para que este producto contraceptivo esté disponible sin prescripción, incluso para niñas de 15 años.
La reforma del aborto –que en Polonia es legal, bajo tres supuestos– no será fácil. Las represalias de la Unión Europea y la presión de los lobbies que rodean la industria del aborto y están bien implantados en Bruselas irán en aumento. La Comisión ya ha activado la Rule of Law Framework, el mecanismo de supervisión democrática sobre Polonia, una medida excepcional prevista en los tratados de la Unión, que nunca se había adoptado hasta ahora, y da a Bruselas el poder de evaluar los estándares democráticos en cada uno de los Estados miembro. El expediente puede acabar en sanciones, o incluso en la suspensión de los derechos políticos de Polonia en el Consejo Europeo. Es curioso que el Colegio de Comisarios se preocupe tanto del Estado de Derecho en el único país de la Unión cuya sociedad intenta, precisamente, que el Estado de Derecho funcione para todos los seres humanos. Parafraseando a Woody Allen con la música de Wagner, cuando Jean Claude Juncker oye hablar del aborto, le entran ganas de invadir Polonia.


mary cryss: ] con i soldi del nostro canone estorto ed imposto, fanno la ideologia del GENDER [ Alessandro Cecchi paone è diventato il direttore di tg4 ...Neanche due giorni dopo il tg4 promuove e propaganda il gender Ecco il video :
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1160621077290064&id=1114964335189072


CHI HA DETTO CHE ROTHSCHILD SPA FED, lui DEVE STAMPARE E CREARE IL DENARO DAL NULLA, E NOI SIAMO I SUOI SCHIAVI, che gli dobbiamo pagare questo denaro ad interesse? ] [ Putin interviene al forum multimediale "Fronte nazionale panrusso" Mario Draghi: Eurozona a rischio con nuovi shock. 07.04.2016) I dubbi del governatore nella prefazione al rapporto annuale della Bce per il 2015: prospettive economiche mondiali circondate da incertezza. La Bce vara nuove misure di stimolo. Dopo l'allarme lanciato nelle ultime ore dalla Federal Reserve sui rischi che, i recenti sviluppi economici globali fanno incombere sul 2016, anche la Bce avverte sull'incertezza delle prospettive di crescita. Nella prefazione al rapporto annuale per il 2015, è il governatore Mario Draghi ad esprimere i dubbi sulla capacità di tenuta della zona euro in caso di nuovi shock per l'economia mondiale. "Dobbiamo fare i conti con l'incertezza delle prospettive dell'economia globale, con continue forze disinflazionistiche e con la domanda su quale direzione prenderà l'Europa e sulla sua capacità di affrontare nuovi contraccolpi". Il governatore ha ancora una volta ribadito che la Bce metterà in campo tutte le misure di politica monetaria necessarie per raggiungere la stabilità dei prezzi, sottolineando però la necessità che anche le forze politiche agiscano nella stessa direzione. "È importante che il risanamento di bilancio sia favorevole alla crescita — scrive Draghi — rendere il sistema tributario più favorevole alla crescita e limitare l'evasione fiscale": http://it.sputniknews.com/economia/20160407/2427888/draghi-eurozona-rischio.html#ixzz458w6z3oi


Panama Papers: quando il pesce puzza dalla testa. SI, LA TESTA DEL SERPENTE DEMONIO TALMUD FARISEO ROTHSCHILD BILDENBERG SPA FMI FED, ECC.. 07.04.2016( Quando ho aperto le news, questa mattina, mi è venuto da sorridere: Putin fra coloro che nascondono i propri soldi nei paradisi fiscali. E ti pareva - ho pensato - ora ci manca solo che scoprano che è un pedofilo, e il ritratto del grande babau sarà finalmente completato. Panama papers: i media occidentali si sono accorti solo dei fatti legati alla Russia. La notizia dei Panama Papers, infatti, non avrebbe nulla di sconvolgente, se non fosse per il risalto esagerato che si è voluto dare alla figura del leader russo all'interno di questo presunto nuovo scandalo. Ma quando vedi che tutte le testate occidentali — dal New York Times alla BBC, dall'Espresso alla Cnn, mettono tutti l'accento su Vladimir Putin, allora ti viene da sorridere: è chiaro che si tratta di una operazione di discredito progettata a tavolino. La cosa divertente infatti è che tutte queste testate si danno un gran da fare per riempire la prima pagina con le foto dei vari personaggi coinvolti nello scandalo — da Cameron a Montezemolo, da Messi a Jackie Chan — ma il primo in alto a sinistra è quasi sempre lui: Vladimir Putin. Un'altra cosa che salta all'occhio, in una rosa così forbita di grossi personaggi mondiali, è la totale assenza di un qualunque nome americano di rilievo. È come se il Dipartimento di Stato avesse chiesto alla C.I.A. se avevano qualcosa di nuovo da poter utilizzare contro Putin, e la C.I.A. avesse risposto: "Sì, volendo qualcosa di succoso ce l'abbiamo: si tratta di una lista di grossi nomi mondiali, che nascondono i propri soldi nei vari paradisi fiscali, grazie ad una società panamense. Si potrebbe aggiungere anche Putin fra quei nomi". "Va bene — avranno detto al Dipartimento di Stato — fatela circolare tramite i soliti canali, ma prima state ben attenti a far sparire tutti i nomi degli americani coinvolti. Non vorremmo avere noie inutili in casa nostra." Panama Papers: Controlleremo individui ed entità russe citata in documenti. Insomma, la predominanza totale della figura di Putin da un lato, e la totale assenza di grossi nomi americani dall'altro, porta automaticamente a sospettare che questa sia la classica operazione telecomandata da Washington, per portare avanti la campagna di discredito contro il leader russo. La tragedia è che ora, pur di stare al gioco, i giornalisti di mezzo mondo fanno finta di credere che se davvero un uomo come Putin volesse nascondere i soldi dalle tasse, sarebbe costretto a mettersi nelle mani di una qualunque holding di offshore panamense (pronta a ricattarlo in qualunque momento).
Queste cose le fanno gli industriali e i personaggi pubblici di mezzo mondo, non le fanno gli ex-capi del KGB.
Originariamente pubblicato sul sito luogocomune.net
L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.
Panama Papers, Cremlino: La “Putinfobia” ha raggiunto nuove vette
L’ossessione dei media occidentali di contare i soldi di Putin
Wikileaks: USA e Soros promotori dello scandalo “Panama Papers” per attaccare la Russia.


Presidente TERRORISTA SHARIA Erdogan minaccia la UE dei SATANISTI MASSONI ANTICRISTO MERCHEL GENDER, PERCHÉ MAOMETTO UCCIDE I GAY! “Turchia può ritirarsi da accordo su profughi”. 07.04.2016 Intervenendo davanti le forze dell'ordine ad Ankara, il presidente turco Erdogan ha accusato Bruxelles di non rispettare le promesse sull'accordo relativo ai profughi ed ha minacciato il ritiro della Turchia dal documento. "Con i nostri fondi manteniamo quasi 3 milioni di persone (profughi siriani). Non c'è ancora nulla di quello che ci ha promesso l'Europa. Se l'UE non rispetterà le sue promesse, allora anche la Turchia non si atterrà all'accordo. I Paesi che sono superiori a noi in termini economici non hanno mostrato la stessa superiorità umanamente", — Erdogan ha detto, segnala "RIA Novosti".
Ha aggiunto che in base all'accordo in materia di immigrazione tra la Turchia e l'Unione Europea Bruxelles dovrebbe stanziare 6 miliardi di euro alla Turchia per l'accoglienza dei profughi siriani.
I leader dei Paesi membri dell'Unione Europea e il premier della Turchia Ahmet Davutoglu il 18 marzo avevano firmato un accordo per espellere tutti i clandestini che erano arrivati in Grecia attraverso la Turchia in cambio dell'esenzione dal visto per i cittadini turchi, 3 miliardi di euro e il trasferimento in Europa dei profughi siriani: http://it.sputniknews.com/politica/20160407/2429001/immigrazione-euro-promesse.html#ixzz458y1I6gW


Milano, giudice gay beccato a letto con zingaro minorenne: condannato a 3 anni | Riscatto Nazionale. Si spiegano tante cose. Il già giudice del Tribunale di Sondrio, tal Pietro Paci, è stato condannato oggi a Milano a 3 anni di carcere per prostituzione .. http://www.riscattonazionale.it/2016/04/01/milano-giudice-gay-beccato-letto-zingaro-minorenne-condannato-3-anni/ mary cryss: DOBBIAMO AVERE CHIARO IL QUADRO. https://plus.google.com/106687390527706830615/posts/66U6CLYZWAz La Cassazione ha sentenziato ieri: affittare un utero è reato in Italia, ma se lo affitti ucraino in Ucraina non è più reato. Alla faccia di quelli che in Senato (anche alcuni miei amici cattolici del Pd, anche il mio amico Matteo Renzi) tromboneggiavano su mozioni per introdurre il "reato universale" dopo aver stralciato la stepchild adoption. Non è stato fatto niente, il ddl Cirinnà si appresta a essere approvato anche alla Camera, i tribunali marciano come schiacciasassi...
=================
my ISRAELE ][ MI SEMBRA TROPPO GRAVE CHE YOUTUBE E GOOGLE NON SIANO SPECIFICI NELLE LORO ACCUSE! ] creazione o evoluzione? ] [ evolutionxtalmud.blogspot.com con 787 post tutti editati: DIVENTANDO UNICI [ mi è stato cancellato: ma io ignoro le motivazioni di google ] Il tuo blog è stato bloccato perché viola Termini di servizio. Se non richiedi una revisione, questo blog verrà eliminato definitivamente entro 88 giorni. Se pensi che il tuo blog sia stato bloccato per errore, fai clic sul pulsante "Richiedi riesame". [ Richiesta di revisione ricevuta ] Abbiamo ricevuto la tua richiesta di revisione per verificare che il tuo blog rispetti i Termini di servizio. Un nostro esperto darà un'occhiata al tuo blog e risponderà a excaliburisuniusrei@gmail.com. ] [ MI SEMBRA TROPPO GRAVE CHE YOUTUBE E GOOGLE NON SIANO SPECIFICI NELLE LORO ACCUSE! ] Salve, il tuo blog all'indirizzo http://evolutionxtalmud.blogspot.com/ è stato esaminato ed è stata verificata la violazione dei nostri Termini di servizio per: OTHER_ABUSE. In accordo con tali termini, abbiamo rimosso il blog e l'URL non è più accessibile. Per altre informazioni, consulta le seguenti risorse: Termini di servizio: https://www.blogger.com/go/terms Norme relative ai contenuti di Blogger: https://blogger.com/go/contentpolicy -Il team di Blogger
===========
MY ISRAEL ] NON so io, chi mi aveva annullato la iscrizione al nostro sito [ http://unitedwithisrael.org/ ] ma oggi mi sono iscritto nuovamente!
=====
my israel ] MI DISPIACE che, Sanders VIENE A CHIEDERMI SUPPORTO, ma Donald Trump è il nostro candidato! Lui è rozzo ed ingenuo, ma, è genuino e non è il servo delle lobbies, come Presidente, i suoi collaboratori lo aiuteranno per il meglio e sarà il migliore Presidente! Sanders Does Not Apologize, Denies Stating ‘Fact’ that Israel Killed 10,000 Civilians
===========

Panama Papers: Cameron ammette, aveva quote in società padre. CAMERON DEVE ESSERE UOMO, COERENTE, E PER QUESTO SCANDALO, LUI SI DEVE DIMETTERE! NON DEVE CERCARE SOTTERFUGI, tipo, COME PRESENTARE LA SUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI! Ue scioccata, faremo una lista nera. Presidente Macri indagato.

=============
NATO E CIA HANNO FATTO ELLA UCRAINA UNA MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! ‘No’ olandese: la colpa è di Poroshenko e del suo entourage, 09.04.2016. Poroshenko e la sua squadra hanno avuto due anni per dimostrare che l'Ucraina vuole entrare a far parte dell'Europa, ma si sono fatti sfuggire l’occasione e la colpa è soltanto loro., scrive Bloomberg giornalista Leonid Bershidsky.
Per il giornalista di Bloomberg Leonid Bershidsky, i risultati del referendum nei Paesi Bassi hanno dimostrato che in due anni il governo ucraino si è indebolito e non è riuscito a ottenere il sostegno degli europei.
Certo, sarebbe molto semplice dire che gli olandesi non sanno nulla dell'Ucraina, o che semplicemente se ne fregano, tuttavia questa sarebbe una menzogna: nel disastro del volo MH17, avvenuto in Ucraina, sono morti 193 olandesi — ricorda l'editorialista. Questa è una delle più grandi tragedie della storia dei Paesi Bassi, dopo la quale, evidenzia l'autore, i cittadini osservano attentamente la situazione in Ucraina.
Secondo Bershidsky, al referendum, queste persone avrebbero potuto sostenere l'Ucraina nei suoi tentativi di «garantire l'indipendenza e porre fine al retaggio sovietico», ma non lo hanno fatto.
«Il sempre più impopolare Poroshenko ha ignorato il referendum, dicendo che strategicamente non rappresenta un ostacolo sulla strada dell'Ucraina verso l'UE, in realtà questo può rivelarsi uno degli ultimi attacchi alla capacità del presidente di mantenere il potere nelle sue mani», ha detto il giornalista.
Egli ha sottolineato che il presidente ucraino ha anche voltato le spalle ai suoi alleati, come il deputato Mustafa Nye, che ha detto che i risultati del referendum olandese fossero un verdetto contro Poroshenko.
La situazione sta sfuggendo dalle mani «dell'oligarca ucraino, che è diventato un politico», che i Panama Papers hanno legato alle società off-shore, così come il congelamento da parte del FMI della prossima tranche di aiuti verso l'Ucraina.
Il primo ministro olandese Mark Rutte ha detto che il suo governo prenderà in considerazione i risultati del referendum. In termini pratici, questo non potrebbe influenzare l'accordo riguardante l'associazione dell'Ucraina con l'Unione Europea, tuttavia per Kiev il referendum è «un segnale importante in un momento critico». Dal punto di vista di Bershidsky, l'Ucraina dovrà affrontare nuove turbolenze politiche: una nuova generazione di attivisti filo-occidentali tenterà di liberare completamente il paese delle élite presenti prima degli eventi di Maidan.
«Di certo, la nuova agitazione difficilmente potrà migliorare l'immagine dell'Ucraina in Europa, dove è giustamente considerato come paese debole e totalmente corrotto, che chiede per sé qualsiasi aiuto, ma fa poco per aiutare se stesso» ha scritto Bershidsky.
Le persone che sostituiranno Poroshenko e il suo entourage, hanno un lungo e faticoso lavoro da svolgere per guadagnare la fiducia degli europei, riassume Bershidsky: http://it.sputniknews.com/mondo/20160409/2442729/poroshenko-ucraina-ue.html#ixzz45Kik3W00
====

La vergognosa setta di Stato chiamata Forteto. setta di Stato? COSE DELL'ALTRO MONDO MASSONICO regime consociativo impunibilità? www.davidbaxendale.com 09.04.2016( La vicenda Forteto, comunità dove per più di trent’anni minorenni affidati a Rodolfo Fiesoli, capo della struttura, hanno subito abusi sessuali e maltrattamenti, non è conclusa. I carnefici sono a piede libero e la cooperativa è tuttora aperta.
I gravissimi fatti accaduti nella cooperativa agricola di Vicchio in Toscana sono vergognosi, come è vergognoso il silenzio del governo. Molti personaggi politici, fra cui lo stesso Renzi sono passati dal Forteto e hanno avuto contatti diretti con la setta, di cui i protagonisti sono in libertà, compreso Fiesoli, detto "il profeta". Nel silenzio più totale dei media italiani su un caso a dir poco eclatante, i giornalisti Duccio Tronci e Francesco Pini hanno scritto il libro inchiesta "Setta di Stato". Ebbene, che interessi ci sono dietro il Forteto? Perché il governo non ha commissariato la struttura nonostante la mozione delle opposizioni? Quanti anni bisogna attendere ancora per rendere giustizia a tutte le vittime della setta? Per avere il punto della situazione Sputnik Italia ha raggiunto direttamente il giornalista Duccio Tronci, autore di "Setta di Stato".
— Duccio, raccontaci a che stadio si trova il caso Forteto?
— Ci sono due aspetti. Da un lato c'è la vicenda giudiziaria che si avvicina al secondo grado di giudizio, il 26 aprile comincia il processo d'appello al tribunale di Firenze. Il tribunale ha già fissato anche la data della sentenza per il 17 maggio. Ovviamente la difesa cerca di far scagionare i propri clienti, ma il problema è legato ai reati che subiscono la prescrizione. Molti dei reati commessi al Forteto, che ha iniziato la sua attività negli anni '70, sono finiti in prescrizione, molte persone non si sono potute costituire parte civile al processo nonostante abbiano subito abusi.
La sentenza d'appello ci sarà a maggio. C'è da vedere che ne sarà in futuro della cooperativa, la quale è attiva ancora oggi. Il problema più serio è che ancora oggi la gran parte delle persone protagoniste dei fatti per cui sono state emesse le condanne, sono tuttora dentro al Forteto e vi lavorano. ... [ Leggi tutto ] .... [ È vero, tantissimi politici sono passati dal Forteto. Il problema è che negli anni si è creato un sistema di accreditamento che ha fatto passare dal Forteto molte persone in maniera inconsapevole. Non lo dico per gettare acqua sul fuoco. Lo dico perché si è creato un sistema per cui si è data un'immagine positiva del Forteto e questa immagine è rimasta a prescindere dai fatti. Possiamo dire che i servizi sociali non facevano i dovuti controlli. La stessa cosa la facevano i politici. Ai vertici locali e fra i sindaci molti sapevano e non hanno fatto niente. Si sono difesi a vicenda chiudendosi in un provincialismo che però ha prodotto danni seri. — La stampa italiana non parla assolutamente di questo scandalo eclatante. Con questo tuo libro inchiesta che messaggio vorresti dare ai lettori e a tutti?
— Purtroppo c'è una dura verità: non possiamo affidarci a nessun potere in questo Paese. Sia la politica, ma soprattutto la magistratura non hanno dato garanzie e non si sono messe dalla parte dei cittadini. Una persona comune che si è ritrova in questa situazione non ha avuto strumenti per quasi 40 anni per avere giustizia. Abbiamo assistito ad un blackout istituzionale. Questo ci ha spinto a scrivere il libro.
Le vittime molto spesso vengono alla presentazione del nostro libro, perché sentono come se ci fosse una battaglia comune. La giustizia non si fa solo con le sentenze, che ci auguriamo non vengano ribaltate, ma anche facendo di tutto perché questi fatti non si ripetano mai più.
Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/opinioni/20160409/2442215/setta-di-stato-forteto.html#ixzz45KkYwMXQ










ora USA deve aggredire con il terrorismo l'Egitto ] [ dopo avere fatto il genocidio di tutti i cristiani serbi del Cosovo, ed attivandosi per fare il genocidio dei cristiani in Africa, i SAUDITI hanno avuto l'ordine da Bush 322 Kerry, farisei massoni di sterminare, anche tutti i cristiani del Medio ORIENTE, ecco perché si sono arganizzati in OCI: internazionale islamica di aggredire con il terrorismo l'Egitto! e questo è vero: per la logica dei salafiti sauditi, tutti i musulmani che non sono islamici assassini come Erdogan per fare il genocidio dei dhimmi cristiani, loro sono i traditori del Califfato Ummah MECCA CABA!




questo è un chiaro attacco di: CIA, Turchia e Arabia SAUDITA contro l'EGITTO! e io non credo che ora Israele possa lasciare solo l'EGITTO in questa sfida: contro il regno del male! ] [ Islamic State's Sinai Branch Releases Video Showing Advanced Missiles. A new video produced by ISIS’s Wilayat Sinai branch in the Sinai Peninsula released on Wednesday reveals that the group has new sophisticated weaponry, which it hopes to use to launch a war against Israel. The new 37-minute video, produced in ISIS’s well-known sleek style, opens by criticizing Egypt’s “apostate” relationship with the State of Israel over a clip from the Camp David Peace Accords in 1978. Calling Sinai the “southern gates to Jerusalem,” and “an opening to fight a war against the Jews,” the video also includes clips of the Temple Mount, former Egyptian president Hosni Mubarak shaking hands with former Israeli president Shimon Peres, as well as talking with Prime Minister Benjamin Netanyahu, and even includes animation from Israel’s Channel 10 showing a terrorist attack on an Israeli bus in 2011 on its way to Eilat. In the video, Wilayat Sinai, then known as Ansar Bait al-Maqdis [Supporters of Jerusalem], boasted its responsibility for the 2011 attack, as well as various rocket attacks, which they claim were revenge for Israel’s actions in Gaza. Additionally, the group quotes Abu Musab al-Zarqawi, the former leader of al-Qaida in Iraq, saying that “the Jews and the ‘Crusaders’ [Christians] will taste what they tasted in the Battle of Khaybar,” referring to the battle in which the prophet Muhammad’s army slaughtered a tribe of Jews north of Medina. Sinai is referred to in the video as being part of the historical “Land of Canaan” and therefore part of the “holy land of Palestine.” Michael Horowitz, a security analyst and member of the Levantine Group, told The Jerusalem Post that Wilayat Sinai often depicts the Egyptian Army as collaborating with Israel, noting that the group often refers to the Egyptian military as the “Camp David Army.” Islamic State's Sinai Branch Releases Video Showing Advanced Missiles

https://www.youtube.com/watch?v=FuY5rNWcyFQ

Though the video can be seen as a threat to Israel, Horowitz believes that despite Israeli concerns of threats from the terrorist group, the video’s anti-Israel rhetoric is mostly aimed at delegitimizing the Egyptian military. By depicting the Egyptian military as Israel’s watchdogs, its rhetoric is actually meant to justify the opposite, and legitimize the fact that the group is fighting the Egyptian army rather than Israel. Following the threats to Israel, the video shows clips of deposed Egyptian president Mohamed Morsi, while accusing the Egyptian government of creating “a democracy of infidels,” including fake Salafists and the “bankrupt” Muslim Brotherhood. The video mostly focuses on Wilayat Sinai’s attacks on Egyptian military and civilian targets over the past year, showing clips of the group’s ever increasing strength. These include a bomb attack on the police station in the town of Sheikh Zuweid, as well as the use of the latest generation of Russian Kornet anti-tank missiles against tanks, APCs, and on one occasion, an Egyptian navy ship in the Mediterranean on July 19. According to Horowitz, “The most significant and new element that this video seems to depict is the group’s usage of advanced missiles. Most notably the video shows that the group used an anti-aircraft missile, likely an SA-18 Igla, which is concerning, in light of the Egyptian military’s reliance on air power.”

Pubblicato il 02 set 2015

The so-called Islamic State's Sinai branch released a 37 minute video on September 1, purportedly showing a number of attacks it carried out during July. The video begins with a focus on Israeli-Egyptian relations and shows a multiple attacks involving snipers and improvised explosive devices. Several of these attacks target Egyptian soldiers not in uniform, as well as civilians. Most importantly, the video shows several attacks involving the use of Kornet missiles against Egyptian tanks, armored carriers, and a naval ship. Kornets are advanced Russian anti-tank missiles. An anti-aircraft missile is also shown although the target is not. The video concludes with the July 1 attack in Sheikh Zuweid, including suicide car bombs and scenes alleging to show fighting during the assault. Although Islamic State propaganda videos are released on a regular basis, this video is notable including due to its length and the more sophisticated weaponry shown. While the use of Kornet missiles has already been reported, the video depicts a higher number of attacks than previously known. This suggests that the group has received a notable amount of these missiles and have also been trained to use them. http://www.wochit.com

my ISRAEL ] tu lo sai già: [ ma, quell'attore di Obama, ancora non sa nulla ] [ il NWO CIA OCI ha deciso di aggredire l'EGITTO, e lui non potrebbe mai farcela da solo senza di te! TU AIUTA LO EGITTO! I SATANISTI FARISEI MASSONI SALAFITI ALLEATI TUTTI, NON POSSONO TOLLERATE LE MODERATE CIVILTà UMANISTICHE MUSULMANE: CHE HANNO LA COLPA DI AVERE CONSERVATO DAL GENOCIDIO: TROCE DI 1400 ANNI DI PERSECUZIONI SANGUINARIE, ALCUNE RESIDUE TRACCE DI COMUNITà CRISTIANE!! ma, quando avranno fatto il deserto di cristiani intorno a te? POI ARRIVERà IL TUO TURNO! in realtà questo è un accerchiamento proprio per arrivare a te! ECCO PERCHé, GIà IN PASSATO, IO TI ORDINAI DI PROTEGGERE LA SIRIA! E CERTO ALLORA NESSUNO POTEVA SAPERE CHE SAREBBE VENUTO L'ISIS SHARIA!

===============

tutta questa accoglienza di migranti siriani è perfetta! CERTAMENTE, MOLTI DI LORO RITORNERANNO IN PATRIA, QUANDO SARà FINITA QUESTA GUERRA DI TERRORISTI ISLAMICI SHARIA SOTTO EGIDA ONU SHARIA, CHE: USA TURCHIA E ARABIA SAUDITI (i più grandi terroristi della Storia) HANNO MESSO IN PIEDI! ma, per i rifugiati islamici provenienti da altre parti del mondo! IO METTEREI IL VETO DI INGRESSO, e li rimanderei in Arabia SAUDITA, la madre di tutte le zoccole naziste di Maometto l'assassino!

kingIsraelUniusREI

l'unico motivo per cui la ITALIA non è affondata, E VIENE MANTENUTa IN SALA DI RIANIMAZIONE, è soltanto perché, i Rothschild hanno paura di me! SONO IO, IN YOUTUBE, LA sopravvivenza ECONOMICA DELL'ITALIA! Ma, non è con questi mezzucci, che i farisei S.p.A. Rothschild FED Banche Centrali potranno ancora a lungo a rubare il signoraggio bancario ai popoli schiavizzati dalla massoneria!

kingIsraelUniusREI

UN MINISTRO Economia Padoan ENTUSIASTA: dice: "in Italia sono ritornati gli investitori!" 'Nuovi tagli delle tasse a favore delle imprese'.

'C'è ripresa e numeri dureranno', "siamo ritonati a crescere!" ha detto a Cernobbio il ministro dell'Economia. MA LE REGOLE MONETARIE NON SONO CAMBIATE PERCHé IL TUTTO NON SIA UN FUOCO DI PAGLIA! NOI DOBBIAMO RIVENDICARE LA SOVRANITà MONETARIA DEI GOVERNI EUROPEI AL MOMENTO DELLA MONETARIA EMISSIONE, e non diventare gli schiavi di azionisti privati! iNFATTI, Darghi e Berlusconi hanno spento gli entusiasmi del MINISTRO Economia Padoan ] [ Crescita rallenta, Draghi potenzia piano acquisto titoli! la nostra disoccupazione al Sud è pari al 40%

kingIsraelUniusREI

MA, SE QUESTI PROFESSORI NON RICONOSCONO IL CRIMINE DELLA TEORIA DELLA EVOLUZIONE, POI, è TUTTA UNA PORCATA: LA NOSTRA SCIENZA! NON PUOI CORRERE IL RISCHIO DI MANGIARE UN ESSERE UMANO MENTRE MANGI UN CETRIOLO! ] [ Ogm o organico. E' 'guerra del cibo' negli Usa dove i colossi dell'industria affilano le armi spendendo miliardi di dollari per portare avanti la loro causa.

Una battaglia combattuta reclutando professori e ricercatori per dare base scientifica a tesi contrapposte, e che si inasprisce in vista del voto al Senato su un progetto di legge, già approvato dalla Camera, che vieta leggi che impongano di informare i consumatori quando gli alimenti contengono ingredienti geneticamente modificati.




ALLORA, noi andiamo a fare scuole cattoliche in ARABIA SAUDITA e pretendiamo che il Governo Saudita, ce le finanzi lui? Non funziona così! OGNI GOVERNO HA IL DOVERE DI FARE SOVVENZIONI, soltanto, IN TUTELA DEL proprio PATRIMONIO STORICO CULTURALE! ] quello che è importante è che non avvengano violenze di tipo coercitivo! ] QUESTA è UNA MIA LEGGE UNIVERSALE! [ TEL AVIV, 6 SET - ''Le scuole cristiane non sono in vendita'', ''Le scuole cristiane chiedono uguaglianza'': questi alcuni dei cartelli innalzati durante la protesta di stamattina a Gerusalemme. 47 istituti sono in sciopero dall'1 settembre, giorno della ripresa delle lezioni. Contestano la diversità di trattamento riservata dal governo alle scuole cristiane private rispetto a quelle della rete privata ebraico-ortodossa. Pochi giorni fa a Nazareth in Galilea c'è stata una protesta analoga.

king Israel Unius REI




Darwin è la sopraffazione del debole da parte del forte, ed è quindi la base ideologica di ogni razzismo! Dopo il maxismo abbimo il darwinismo, che porta al relativismo nichilismo, ed ateismo, e questi prima di essere tutti errori scientificamente già confutati (vedi gli alberi fossili di polidentron alti 50 metri e fossilizzati in verticale e quindi attraversanti tutte le cosiddette ere geologiche el pianeta! ) SONO SOPRATTUTTO ERRORI FILOSOFICI CHE DISTRUGGONO LA CIVILTà UMANISTICA, TUTTA A VANTAGGIO DELLA SOCIETà DEI MOSTRI 322 BUSH IL NUOVO ORDINE MONDIALE!!

==============

governo massonico mondiale di youtube ] voi SMETTETE DI TRaSFORMARE IN UNA RISSA, QUESTO LUOGO DELLA DEMOCRAZIA PER FUTILI MOTIVI!! io ammetto la mia ignoranza informatica: "fine del discorso!"

Rothschild hell 1 anno fa ha detto: " ma noi siamo sotto una congiura massonica di satanisti che hanno preso il controllo, che hanno rubato la sovranità monetaria, che hanno le lobby massoniche segrete ed occulte, mai, come oggi, il popolo ha bisogno di essere armato! [sorry] but, we are under a Masonic conspiracy: Illuminati, Spa, IMF, of Satanists 322 Kerry Bush, of god owl at Bohemian Grove, who have taken control, they have stolen the monetary sovereignty, which lobbies segrete Masonic and occult, never, as now, the people need to be armed!

================

Ucraina usa armi di distruzione di massa contro il suo popolo! ora, Obama è costretto a bombardare l'UCRAINA. 9 MAGGIO [ nazisti Merkel UE CIA come: Zyklon B Auschwitz: Donetsk dice:" Kiev ha utilizzato armi chimiche a Mariupol" ]

I NAZI FASCISTI MERKEL OBAMA Pravy Sector, SONO RITORNATI! Lavrov a Kerry, Usa costringano Kiev a fermare blitz. Osservatori Osce liberi, prosegue l'offensiva di Kiev. Sud-est in fiamme: almeno una dozzina di morti a Sloviansk, roccaforte della rivolta separatista filorussa. Strage a Odessa: 42 vittime. Kiev annuncia dialogo unità nazionale. Merkel Obama [ questa è la volontà di Kiev di fare un Governo di Unità Nazionale? ] ahh, ora capisco! i vostri nazi-fascisti: di settore destro, loro vogliono fare un dialogo di unità nazionale, non un Governo di Unità Nazionale! LA VOSTRA SLEALTà CONTRO DI ME è DIABOLICA!

CINA ] se tu credi che, possa essere utile, abbattere tutte le borse mondiali, far crollare il sistema monetario mondiale, pur, di salvare il genere umano dalla guerra mondiale che, gli USA certamente stanno per scatenare contro di te.. OK, TU HAI IL MIO PERMESSO! TU PUOI FARLO!

===============

+gigi malva ] ma, il fatto che Darwin non conosceva nessun fossile di transizione, già ai suoi tempi, e per la causalità della selezione, questo tipo di fossili avrebbero dovuto essere l'80% almeno di tutti i fossili! QUESTO LA DICE LUNGA SUL CRIMINE IDEOLOGICO CHE VOI AVETE FATTO! infatti a tutt'oggi non esiste un solo fossile di transizione certo! Ma, per la statistica dovrebbero essere l'80%.. Questa evoluzione è una religione dogmatica che non ha nulla di scientifico! Darwin è la sopraffazione del debole da parte del forte, ed è quindi la base ideologica di ogni razzismo! Dopo il maxismo abbiAmo il darwinismo, che porta al relativismo nichilismo, ed ateismo, e questi, prima di essere tutti errori scientificamente già confutati (vedi gli alberi fossili di polidentron alti 50 metri e fossilizzati in verticale e quindi attraversanti, tutte le cosiddette ere geologiche Del pianeta! )

SONO SOPRATTUTTO ERRORI FILOSOFICI CHE DISTRUGGONO LA CIVILTà UMANISTICA, TUTTA A VANTAGGIO DELLA SOCIETà DEI MOSTRI 322 BUSH IL NUOVO ORDINE MONDIALE!!

+gigi malva ] dice: "moti tellurici hanno scosso i layers inglobando negli stati sottostanti quanto c'era sopra, mescolando gli elementi in essi fossilizzati facendo pensare a qualcuno che ha paura di restare senza Dio, che quella è la prova della creazione." ] RISPOSTA [ quello che poco fa, tu hai affermato non ha senso, perché secondo la vostra teoria ci sono voluti milioni di anni per la formazione di tutte le ere geologiche e questi alberi si trovano con le radici al primo strato, e con il vertice del fittone alla nostra era, in posizione perfettametne verticale! tu avresti ragione se noi avessimo trovato di questi reperti in modo inclinato, mentre al contrario sono tutti in verticale, così come sono stati sommersi da un diluvio universale, dato che le stratificazioni, mostrano una costante su tutta la superficie del pianeta!! QUI NON SI PARLA DI DIO, MA, DI DIMOSTRAZIONI CHE VOI NON AVETE DATO, PERCHé VOI STATE BLEFFANDO!

https://www.youtube.com/watch?v=tRuBhP0MbJs

================










EIH! DARWIN? COSA è TUTTA QUESTA TUA MERDA DI RELIGIONE DOGMATICA SULLA SCIMMIA EVOLUTA CHE, TU, ED I TUOI ATEI AD OGGI, NON HANNO SAPUTO DIMOSTRARE?

























IO NON MI MERAVIGLIERI, SE, CON LA MIA FEDE IO POTESSI SCONFIGGERE EBOLA, IN CASO DI CONTAGIO! MI, MERAVIGLIEREI SE NON POTESSI SCONFIGGERLA!

ECCO PERCHé CON LA MIA FEDE IO HO DECISO DI ABBATTERE IL FMI NWO 322, APOSTASIA CORANO TALMUD!

Ebola: Obama annulla viaggi per emergenza. Presidente ferma campagna elettorale dopo riunione governo

Antonio Continisio · IPSIA M. DENORA ALTAMURA

Le banconote e le monete possono essere veicolo di contagio di Ebola???????????

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale HA DETTO: "SI!

L'UNICO MOTIVO, PER ESSERE OSTILI A PUTIN, è CHE, IL FONDO MONETARIO HA BISOGNO DELLA GUERRA MONDIALE! TUTTO IL RESTO SONO CALUNNIE, DI SPREGEVOLI MASSONI FARISEI SALAFITI GENDER, BILDENBERG, ASSASSINI SHARIAH LADRI USUROCRAZIA MONDIALE! ED ISRAELE? MORIRà PER LA TERZA VOLTA, PER TUTTO QUESTO CRIMINE, CHE, NON RIESCE A DENUNCIARE!! ED IO CREDO, CHE, IL MIO AMICO, APOSTASIA TALMUD, USURA MONDIALE, https://www.facebook.com/antimo.marandola?fref=ts [[ Impossibile pubblicare sulla bacheca

Il messaggio non può essere pubblicato in questa bacheca. Purtroppo questa pagina non è disponibile, È possibile che il link che hai seguito sia corrotto o che la pagina sia stata rimossa. ]] HA GIà UN PIANO PER FUGGIRE DA ISRAELE, PUR DI NON RINUNCIARE AL SUO SOGNO IMPERIALISTICO, IL FMI-NWO SPA! ] [ Putin, Obama 'ostile' verso Russia. Intervista a quotidiano serbo Politika a vigilia visita Belgrado. 16 ottobre 2014. MOSCA - In un'intervista il presidente russo Vladimir Putin ha accusato il presidente americano Barack Obama di avere un'attitudine ''ostile'' verso la Russia. L'intervista di Putin e' stata rilasciata al quotidiano serbo Politika, alla vigilia della visita ufficiale del presidente russo a Belgrado, e diffusa ieri sera dal Cremlino. Putin ha anche avvertito gli Stati Uniti e i loro alleati dei rischi che presenterebbero ''i tentativi di esercitare dei ricatti sulla Russia'' per la ''stabilita' stategica'' del mondo.

=================

pravy sektor, SETTORE DESTRO? KIEV HITLER è MERKEL BILDENBERG! DOPOTUTTO, I RUSSOFONI HANNO VOTATO INUTILEMENTE, ED I NAZISTI ONU SHARIAH AMNESTY HANNO DETTO: "A NOI CHE?" ]

Putin, neonazismo in Paesi baltici. Intervista a Politika, in Ucraina a febbraio fu colpo di stato. 16 ottobre 2014

BELGRADO - Il presidente russo Vladimir Putin ha denunciato i fenomeni di neonazismo che si manifestano in alcune parti d'Europa, citando in particolare i Paesi baltici, e ha definito "un colpo di stato" gli eventi dello scorso febbraio in Ucraina. In una intervista al quotidiano serbo Politika, in occasione della sua visita odierna a Belgrado, Putin afferma che "fenomeni di neonazismo sono diventati abituali in Lettonia e negli altri Paesi baltici".

all CIA, si sono risentiti per questo mio articolo, e mi hanno messo un filtro su google+, CIRCA QUESTO MESSAGGIO! [MESSAGGIO] CIA INCOMINCIANO A GIRARE NEL LORO GIRONE INFERNALE PRIMA DEL TEMPO! PERCHé L'INFERNO è DETRO DI LORO! Il sito web hebusermsga.fulba.com è stato segnalato come sito contraffatto ed è stato bloccato sulla base delle impostazioni di sicurezza. Il Team di G.mail <pclvicenza@gmail.com>

MA QUESTA è LA VERITà: "IO NON RIESCO, CIRCA GMAIL, A TROVARE LA FUNZIONE: "DISATTIVA ALTRI COMPUTER" che c'era in passato.. ed infatti, in casa mia, un altro computer era attivo su: iredisraele@gmail.com, ovviamente, anche in questo erano entrati gli hacker, CIA: 93.47.147.211 Milano, 93.47.78.219 .. e poiché, lo Spirito Santo ha stuprato, la mente del satanista Synnek1 (oggi, 187AudioHostem, ex-direttore generale di youtube, che, io ho fatto cacciare), si, lui è stato cacciato, ma, qualcuno dovrebbe provare, lo strazio che, un criminale può provare a stare vicino a me: UNIUS REI, un Fuoco divorante di JHWH! che, Synnek1 lui non è colpevole, per lamentarsi, di non riuscire ad ottenere la password del mio canale principale: uniusrei3@gmail.com. ora, se, la CIA a Milano ha una connessione aperta, in modo permanente su iredisraele@gmail.com, io sono rovinato, perché, questa gmail, è la mail di recupero di uniusrei3@gmail.com. DA QUESTO PUNTO DI VISTA, ANCHE CAMBIARE PASSWORD, NON MI SERVIREBBE A NIENTE! ED è VERAMENTE GRAVE, CHE ANCHE LA PROCEDURA DEL DOPPIO PASSAGGIO NON SAPPIA TUTELARE I MIEI GMAIL! E SE NON SONO SICURI I GMAIL? POI, NULLA è SICURO!

====================

CI RISIAMO, HANNO GIà PRESO IL CONTROLLO SULLA PASSWORD, CHE, IO HO CAMBIATO QUESTA NOTTE! ADESSO MI DISATTIVANO DI NUOVO L'ACCOUNT, COME HANNO FATTO IERI! SOLTANTO, LA CIA DATAGATE PUò FARE QUESTE COSE!

uniusrei3@gmail.com La password o il nome utente inserito non è corretto. ? [ Assistenza per l'account ] UniusRei3 Inserisci l'ultima password che ricordi

https://www.google.com/settings/recovery

La connessione è stata annullata!

====================

humanumgenus 19 minuti fa ( CIA 666 DATAGATE [[ A CHE GIOCO STIAMO GIOCANDO ? ]] UniusRei3 uniusrei3@gmail.com[[ SOLTANTO QUESTA NOTTE, IO HO CAMBIATO LA PASSWORD! ED ORA? NON È PIÙ DISPONIBILE!

07:34 Accesso eseguito da Firefox (Linux) Bari, Italia, Indirizzo IP 93.43.168.85 fast webnet.it

00:52 Password modificata Bari, Italia Indirizzo IP 93.43.120.35

00:52 Accesso eseguito da Firefox (Linux) Indirizzo IP 93.43.120.35 fastwebnet.it Bari, Italia

14 ott, Accesso eseguito da Firefox (Windows) Bari, Italia Indirizzo IP 93.43.163.165 fastwebnet.it

14 ott. Password modificata Bari, Italia, Indirizzo IP 93.43.163.165

14 ott. Account attivato Bari, Italia Indirizzo IP 93.43.163.165

14 ott. Account disattivato, Dati sconosciuti Posizione, Dati sconosciuti Ulteriori informazioni

13 ott. Accesso eseguito da Firefox (Windows) Bari, Italia Indirizzo IP 93.43.130.11 fastwebnet.it

==========================

https://www.facebook.com/antimo.marandola caro, io ho visto un pseudo musulmano (alias satanista CIA) che, ti ha detto: "verremo a stuprare le vostre donne" .. ok, tutto il resto, sgozzamenti fosse comuni, ecc.. si può immaginare! e questo, non perché un musulmano non pensa proprio, in questo modo, ma, è che lui, non lo direbbe mai, a motivo della sua ipocrisia, come, tu a motivo della tua ipocrisia, non condannerai mai, il signoraggio bancario parassitario, di rothschild usurocrazia schiavitù mondiale, che, sta per ucciderti come israeliano, perché è questo che, tu devi sapere, MUSULMANI SONO SOLTaNTO ESECUTORI MATERIALI! POICHé, ESISTE IL NWO, CON LA FONDAZIONE BANCA DI INGHILTERRA DEL 1600D.C., POI, TUTTO QUELLO CHE è SUCCESSO, AGLI EBREI, DI MALE, DA QUELLA DATA IN POI, è SCIeNTIFICAMENTE ASCRIVIBILE AI FARISEI! CERTO, QUESTA CONGIURA SI è AFFERMATA, CONTRO, IL RE SALOMONE (apostasia talmudica), MA, NON POTREBBE ESSERE DIMOSTRATA SCIENTIFICAMENTE PRIMA DEL 1600d.C.!

Ora, ipotizzando che tu sei un ebreo, io ti insegnerò ad uccidere in modo soprannaturale i tuoi nemici! PERCHé PRIMA OGNI DIFFICOLTà DEVE ESSERE DISTRUTTA, SUL PIANO SOPrANNATURALE, E POI, SI POTRà PASSARE IN MODO VINCENTE SUL CAMPO DI BATTAGLIA O SUL CAMPO DELLA DIPLOMAZIA!

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2014/10/13/pistorius-psicologa-e-un-uomo-a-pezzi_ac0fb472-b48d-470c-b4a1-07336903d5a7.html

Ariel Shimona Edith Besozzi 14 h · Veneto, Italy · Se vogliamo contrastare quotidianamente la controinformazione dilagante e l'antisemitismo strisciante.

Se sosteniamo che la vita deve prevalere sulla morte e vogliamo continuare ad affermare che Israele è un sogno possibile e rivoluzionario che può e deve essere sostenuto da tutti.

Se vogliamo che la Federazione Sionistica Italiana rispecchi la dinamicità che ha dato vita allo Stato d'Israele. Se vogliamo dare fattivamente il nostro aiuto ad Israele, non in ristretti circoli culturali radical chic, ma nelle piazze e nelle strade.

Se vogliamo essere con e dove la gente vera vive, se vogliamo un cambio generazionale che porti energia al progetto di Herzl e Ben Gurion.

Se vogliamo che la Federazione Sionistica Italiana diventi qualcosa in più di una pagina facebook e di un sito che viene aggiornato solo in occasione della giornata della memoria.

Se vogliamo che la Federazione Sionistica Italiana non si riduca ad un'organizzazione di combattenti e reduci, e che non sia un luogo statico e chiuso.

Se vogliamo essere noi le attrici e gli attori di questo cambiamento, iscriviamoci, sosteniamo e diffondiamo il progetto Over The Rainbow http://overtherainbow.org/italy/ , perché il sogno sionista continui ad essere realtà viva nel nostro quotidiano.

Antimo Marandola commented on an article.

13 ottobre alle ore 18.32 ·

19 milioni di euro presi dalle tasche degli italiani per finanziare la nuova guerra di hamas. Italiani svegliatevi: l'Italia può finire sotto il fango, la disoccupazione dilaga e le faccie di merda del governo pensano a finanziare i terroristi di hamas. voglio proprio vedere se ci sarà una manifestazione di protesta, cosa dicono i social, cosa dirà la stampa nazionale ma già so la risposta: silenzio assoluto, salvo poi lamentarsi quando Israele sarà costretto a bombardare di nuovo i terroristi che si saranno riarmati con i soldi degli italiani

====================

https://www.facebook.com/antimo.marandola ti rimprovera la Spirito Santo! tu non puoi usare contemporaneamente, gli strumenti di Dio, e quelli di satana! Quindi, per avere la potenza di JHWH, tu devi abiurare il Talmud, e, IL SUO SISTEMA MASSONICO, E il suo Fondo monetario internazionale! poi, devi sgomberare, il tuo cuore, da ogni sentimento di odio, e da ogni sentimento di vendetta! Poi, devi sentire amore, verso il nemico! SE, TU FARAI QUESTO, POTRAI LIBERARE L'IRA DI DIO JHWH, CONTRO IL TUO NEMICO! POI, PUNIRE IL TUO NEMICO è UN LAVORO DI DIO, SECONDO IL METODO DI DIO, IL TUO METODO è AMARE IL TUO NEMICO! OVVIAMENTE, QUESTO NON LEGA LE MANI ALLA TUA LEGITTIMA DIFESA, PERCHé, TUTTI HANNO IL DOVERE DI DIFENDERE LA PROPRIA VITA!

LA BIBBIA è PIENA DI BENEDIZIONI, E MALEDIZIONI!

QUINDI, LE DEVI ESTRAPOLARE DAL CONTESTO STORICO, E LE DEVI OGGETTIVIZZARE, PER TE, RIVENDICANDONE IL DIRITTO ALL'ESERCIZIO, DELLE BENEDIZIONI PER TE, E DELLE MALEDIZIONI, PER I TUOI NEMICI!

SE, RIUSCIRAI A PROVARE FRATELLANZA UNIVERSALE, COMPASSIONE PER OGNI CREATURA, POI, DIVENTERANNO DIVINAMENTE OPERATIVE.

PERCHé, è VERA LA FEDE NELLA PAROLA DI DIO TANAKH, che ha detto: "benedirò quelli che ti benediranno, e maledirò quelli che ti malediranno".

Circa, la mia Persona ed il mio ministero, di Unius REI, io non vincolo la mia amicizia alle mie credenze! Io non forzo la coscienza di nessuno!

Io non ti obbligherò mai, ad appoggiare il mio progetto politico del re di Israele, semplicemente, perché, io sono la legge naturale, la libertà di coscienza!

al mio all'ebreo giudeo https://www.facebook.com/antimo.marandola ottenuta una coscienza pura e retta, perché, tu ami tutti gli uomini del mondo, allo stesso modo! tu ami un musulmano, così, come tu potresti amare un ebreo, in modo indifferente. anzi, tu ami molto di più, un musulmano onesto, di come potresti amare un ebreo disonesto!

A questo punto, tu puoi prendere in fede, e in fantasa visiva, la tua posizione ETERNA, nel tempio Ebraico Celeste di JHWH. Ovviamente, il tuo posto sacerdotale è nel SaNTO, dove puoi, esercitare in tuo culto spirituale, in verità giustizia amore, nei confronti del SANTISSIMO, lode ed adorazione: perpetue!

Tu puoi essere distratto, peccatore, nel materiale psichico: SENZA PROBLEMI, ma, il tuo spirito, che è indipendente da te, eserciterà il servizio SPIRITUALE, che tu gli hai affidato, di giorno e di notte, in modo continuativo!

Quindi, nel Santo, tu puoi accendere la Menorah (lode adorazione), oppure ti puoi dedicare alla mensa dei 12 pani (sfamare i poveri del mondo), ecc.. quello che, tu puoi fare in questo luogo sacerdotale, può avere infinite applicazioni!

al mio all'ebreo giudeo https://www.facebook.com/antimo.marandola ovviamente, se, è una attività spirituale del tuo spirito, questo non comporta per te, un affaticamento di tipo mentale, cioè, uno stess psicologico, o degli impegni di tipo religioso!

Quindi, tutte le volte che, tu devi affrontare un lavoro impegnatvo o una difficoltà, ti sembrerà spontaneo, di ricongiungere il tuo uomo psichico, al tuo uomo spirituale, perché, la tua identità è stabilita, da quello che, è la posizione di fede, cioè, da quello che, tu hai deciso di essere spiritualmente, nella sala del SANTO, nel tempio ebraico celeste!

è chiaro che, cade ogni relazione simbiotica, con istituzioni persone, gruppi, ecc... e ti senti un uomo solo con il tuo Dio JHWH, nel silenzio della anima: con il tuo JHWH silenzioso, che, è questo che fa morire alle passioni del mondo!

Ma, ogni uomo spirituale è sempre un uomo solo con Dio, in fede arida e pura, razionale, spiritualmente,

Perché JHWH è geloso di ognuno di noi, e quindi, tenderà sempre, ad isolarci da tutti gli altri, nel silenzio della nostra anima!

post 6000 to antimo.marandola http://uniusreixkingdom.blogspot.com/2014/10/post-6000-to-antimomarandola.html

===============

Hubert Conrad https://www.youtube.com/watch?v=tpRaRb-vlwU

Contagion - Trailer Italiano (2011). Contagion è un film del 2011 diretto da Steven Soderbergh, con protagonisti Matt Damon, Kate... youtube.com Hubert Conrad ...un film già visto, ma questa volta ebola non è solo sullo schermo..

Hubert Conrad‎ ...attacco a tenaglia all'Europa: dal mare con masse di soggetti affamati, da terra con l'Isis in Turchia e Albania, sostenute da Pakistan e altri paesi musulmani, dall'aria con gli aerei dove un ammalato infetta centinaia di persone...... questa è la vera terza guerra mondiale. Chi sopravviverà? Noi no. https://www.youtube.com/watch?v=YesaFTw1HoA

===================

Franco Masci Bellissima riflessione signor Lorenzo . È vero che nella spiritualizzazione di assoluta fede in Dio si diventa soli e in un silenzio quasi avvolti dalla Sua presenza. A me però mi succede anche con qualcuno che veramente si catapulta nel mio cuore e diventiamo due a adorare la stessa sensazione e talvolta anche in gruppi che veramente si arrendono a quel momento vero. Mi sono accorto che molti se ne approfittano di questa vulnerabilità di amore arreso alla debolezza della presenza dello Spirito .

Lorenzo Scarola grazie! ma, SOLO l'amore psichico è debole fragile, DELUSO, VULNERABILE, emotivo, bisognoso di un riscontro, e si lascia ferire dalla ingratitudine, ma, non è così l'amore spirituale: non è questo l'amore spirituale! PERCHé COME, IL SOLE DONA SE STESSO, GRATUITAMENTE, così, DIO AMA NOI SPIRITUALMENTE, E NESSUNO DIRà MAI: "IL SOLE è VULNERABILE Debole!" E, inoltre, NON C'è DEBOLEZZA NELLA PRESENZA DELLO SPIRITO Santo! ad maiora! di gloria in gloria, di vittoria in vittoria! Ecco perché, tu devi focalizzare nella tua mente / fantasia, nel trovare una posizione nei confronti del Trono di Dio, se, tu sei il corpo di Cristo come Chiesa (Sposa), poi, tu hai una posizione in Paradiso, ma, se tu sei il corpo di Cristo, come un ministero di evangelizzazione, poi, tu sei il corpo dello Sposo, quindi, il tuo posto è in Cristo, un Trono tuo nel cuore di Gesù, alla destra del PAdre! Perché, tu sei partecipe della vita divina, dei figli di Dio! LA GELOSIA DEGLI ANGELI!

==========================

QUESTI GIGANTI INCUTONO RISPETTO e TIMORE, E MOLTE VOLTE LA PROFESSIONALITà, NON è SUFFICIENTE, ECCO PERCHé OGNI 500 METRI DI QUOTA, DEVE ESSERCI UN RIFUGIO, A PIRAMIDE DI CEMENTO ARMATO! KATHMANDU, 15 OTT - Almeno 24 persone sono state uccise dalla tempesta di neve che ha colpito il nord del Nepal negli ultimi due giorni, mentre altre cinque risultano disperse. Lo riferisce The Himalayan Times in un nuovo aggiornamento del disastro. Tra le vittime ci sono 12 escursionisti stranieri, mentre gli altri sono nepalesi, secondo fonti locali

per limitare la coglionaggine criminale, dei nostri politici massoni: cogli0ni, e per risolvere i problemi ecologici, i rifiuti biologici potrebbero confluire in una cavità sotterrannea, per la formazione di gas metano! Io credo, ch,e una industria di riciclaggio dei rifiuti, possa aprire molte prospottive per il reperimento di materie prime! ] [ Impossibile "sfondare una porta chiusa", Gazprom si riorienta verso l'Asia. Al Forum internazionale sul gas, che si è svolto a San Pietroburgo, il capo di Gazprom, Aleksej Miller, ha dichiarato che la sua compagnia intende rivedere la propria strategia sul mercato europeo, in quanto "è difficile sfondare una porta chiusa".

========================

https://www.facebook.com/diego.brandolin.14 Diego Brandolin · Milano

Ho atteso due settimane prima di scrivere un commento a questo tipo di notizie; aspettavo una nota, un post scriptum, una velina, una qualsiasi forma di comunicazione che menzionasse il fatto che, al fianco degli ormai idolatrati curdi, combattessero anche componenti del Free Syrian Army, grazie ai quali Kobane non ancora caduta. Quindi mi chiedevo: non ne siete a conoscenza o quella di non menzionare mai il FSA è una scelta?

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale

tu sei un genio, anche io pensavo perché Assad non convince Al-Nursa, e tutti i componenti del Free Syrian Army, per fare una coalizione contro: ISIS shariah? MA, LA RISPOSTA PUò ESSERE UNA SOLA: " NON ESISTONO ISLAMICI TERRORISTI MODERATI! " E questo è tutto un complotto, Onu Amnesty shariah, della LEGA ARABA, per fare il genocidio degli sciiti, poi, degli israeliani e poi, dopo arriverà anche il nostro turno!

QUESTI FARISEI, AMERICANI SATANISTI MASSONI, BILDENBERG USUROCRAZIA ROTHSCHHILD? HANNO ROVINATO IL MONDO!

=======================

Il prezzo del petrolio. A metà luglio sui mercati mondiali è iniziato il rapido declino dei prezzi del petrolio. Le quotazioni del Brent dell'"oro nero" sono scese al 22%. Il 12 ottobre le futures di questo petrolio con consegna a novembre sono scese sotto gli 88 dollari al barile per la prima volta in 4 anni.

Alla politica di riduzione dei prezzi si è unito l'Iran, verso cui l'Unione Europea ha parzialmente revocato le sanzioni petrolifere. Seguito dall'Arabia Saudita, l'Iran ha ridotto il prezzo del petrolio per gli acquirenti provenienti dall'Asia. Cosa spiega questo crollo dei prezzi: la volontà di alcuni produttori di petrolio o motivi economici oggettivi?

Il Politologo e Orientalista Vladimir Sazhin fa notare:

Nelle ultime settimane i prezzi del petrolio sono scesi così nettamente da causare nel campo dell'informazione globale una forte ondata di discussioni, calcoli analitici, ipotesi e previsioni. Sono state riferite una miriade di ragioni per questo fenomeno, di tipo obiettivo (ciò sarebbe indipendente dalla volontà dei produttori e consumatori di petrolio) e soggettivo (si parla di una cospirazione globale).

A ragioni oggettive gli economisti hanno principalmente attribuito il surplus di petrolio sul mercato mondiale. Questa situazione si spiega con l'eccesso di offerta rispetto alla domanda, che è il risultato di diversi fattori. In primo luogo, l'aumento della produzione di petrolio. In secondo luogo, il rallentamento economico nel mondo. Così, grazie alla rivoluzione del gas shale, la produzione di petrolio negli Stati Uniti è aumentata nel corso dei tre anni del 47%, ossia da 5,7 a 8,4 milioni di barili al giorno. L'OPEC (l'Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio) ha anche iniziato a produrre più petrolio, andando al di là delle quote, e si è affermata a quasi 1 milione di barili al giorno. Nel mercato mondiale del petrolio i maggiori produttori sono Iran, Iraq e Libia. Al tempo stesso vi è un calo della domanda mondiale di "oro nero". Ad esempio, la Cina, che sta rallentando il suo rapido sviluppo economico, richiede già meno energia. Anche se di tanto in tanto Pechino aumenta gli acquisti, aggiungendo alle sue riserve strategiche. Nella situazione dell'economia globale sono costantemente in calo le previsioni del Fondo Monetario Internazionale (FMI). L'EIA (l'Agenzia di Informazione sull'Energia degli Stati Uniti) ha abbassato le previsioni di crescita della domanda di petrolio nel mondo di 100 mila barili al giorno, ossia fino a 1,24 milioni di barili, che naturalmente ha portato a un calo dei prezzi del petrolio. In queste condizioni, l'Arabia Saudita deve urgentemente cambiare la politica sul petrolio, iniziando a combattere per la quota di mercato in termini di prezzi più bassi. Riyad, vendendo sotto costo nell'ultimo mese ha ridotto del doppio il prezzo del petrolio ai clienti asiatici. Si intende compensare le perdite finanziarie saudite aumentando il volume delle consegne. Si tratta di un accordo per l'acquisto di grandi quantità di petrolio che è un prerequisito per ottenere un prezzo ridotto sul petrolio saudita.

Anche l'Iran, che ha appena iniziato a ritornare sul mercato petrolifero mondiale dopo lunghi e difficili anni di sanzioni, nonostante i costi finanziari si è precipitato a lottare per i clienti riducendo il prezzo del petrolio di 85 centesimi al barile fino a quasi 96 dollari. Anche se l'Iran non è interessato ad abbassare il prezzo sotto i 100 dollari al barile, per non perdere clienti è costretto a vendere il petrolio al prezzo al quale è disposto a comprare. Gli affari sono affari.

Iran e Arabia Saudita ed Iraq in ciò sono uniti.

Il calo dei prezzi del petrolio nel mondo è accompagnato dalla speculazione circa la minaccia di una "guerra dei prezzi" nel gruppo OPEC, che fornisce circa il 40% della fornitura mondiale di materie prime. Il mercato si sta restringendo ed i fornitori di petrolio cominciano a combattere tra di loro per una quota delle vendite globali. Sebbene il Ministro del Petrolio iraniano Bijan Namdar Zanganeh ha detto che "le azioni dei singoli Paesi per ridurre il prezzo del proprio petrolio non possono essere considerate come una guerra per l'abbassamento dei prezzi a livello mondiale."

Tuttavia alcuni analisti politici vedono nella riduzione dei prezzi del petrolio intenti "politici cattivi" che cercano di usare il petrolio come arma nella lotta politica ed economica. Esiste una versione secondo cui le azioni di dumping dell'Arabia Saudita sono dirette contro la rivoluzione americana del gas shale, che nasce tra le monarchie petrolifere. L'olio di scisto americano si sviluppa proficuamente solo ad un prezzo di 80-85 dollari, non di meno. Un'altra versione opposta è che Washington ha convinto i sauditi ad aumentare la produzione per abbattere i prezzi del petrolio e così punire la Russia per la Crimea ed il sud-est dell'Ucraina. Tuttavia, queste popolari teorie cospirative non sono del tutto in sintonia con il fatto che il petrolio a buon mercato è dannoso per gli stessi Stati Uniti.

La situazione attuale del mercato del petrolio ha portato il panico. Gli esperti non esitano ad ammettere che è impossibile dare una previsione precisa del prezzo del petrolio. Vi è un'ampia gamma di opinioni scritte che vanno da un ritorno a 100 dollari al barile fino alla caduta al livello di 60 dollari al barile. Nonostante il panico, il FMI ha ancora calcolato il prezzo annuo del petrolio. Brent è a 60 dollari in meno, con una la probabilità del 0,6%, per il prezzo di 60-70 dollari con una probabilità del 2,3%, 70-80 dollari con una probabilità del 7.2%, 80-90 dollari con una probabilità del 22,9%, 90-100 con una probabilità del 50,8% e più di 110 con una probabilità del 23,3%.

La situazione è aggravata dal fatto che le posizioni iniziali dei giocatori in campo petrolifero non sono le stesse. I loro bilanci sono disposti in base a diversi indici dei prezzi del petrolio: l'Arabia Saudita ha un prezzo del petrolio critico di 89 dollari a barile, la Federazione Russa di 96 dollari e l'Iran è sopra i 100 dollari al barile. Pertanto, la lotta politica ed economica per il petrolio sarà per ogni centesimo e per ogni cliente.

http://italian.ruvr.ru/2014_10_15/Il-prezzo-del-petrolio-9705/

Proseguono i bombardamenti nelle città filorusse in Ucraina orientale. Solo questa notte e alle prime luci dell'alba a seguito dei bombardamenti sono rimasti uccisi 4 civili nella regione di Donetsk in Ucraina orientale, mentre altre 23 persone e 7 combattenti separatisti sono stati feriti, hanno segnalato dal quartier generale della milizia filorussa.

Sono state bombardate le città di Donetsk, Gorlovka, Yenakyevo, il distretto di Shakhtersy e la periferia di Novoazovsk.

Oggi si conclude il periodo di 5 giorni, durante il quale sia l'esercito ucraino che la milizia del Donbass avevano annunciato di rispettare rigorosamente il cessate il fuoco. Secondo i patti, le parti in conflitto si erano impegnate a ritirare l'artiglieria pesante all'interno dei territori controllati.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Proseguono-i-bombardamenti-nelle-citta-filorusse-in-Ucraina-orientale-4137/ Il ministro dello Sviluppo Economico della Russia Aleksej Ulukayev ritiene che le agenzie di rating internazionali non hanno ragioni per abbassare il rating sovrano della Russia, nonostante "le voci che girano su di esso". Il ministro crede che se tali azioni avranno luogo, "indicherebbero o l'incompetenza o la politicizzazione".

Ulukayev ha riferito che oggi il debito estero della Russia è inferiore al 3% del PIL, e l'intero debito pubblico è l'11% del PIL. "Questo debito può essere rimborsato in un anno", ha detto il ministro. Secondo le sue parole, non ci sono rischi di mancato rimborso del debito.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Ulukayev-ha-criticato-le-agenzie-di-rating-2194/

IL SATANISTA ASSASSINO LADRO, PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO! Oggi 15 ottobre il presidente Barack Obama terrà una videoconferenza con i leader dei Paesi europei: Gran Bretagna, Francia, Italia e Germania.

I 5 capi di governo europei hanno intenzione di discutere i piani per la lotta contro Ebola e il gruppo radicale Stato Islamico (ISIS), così come la crisi ucraina.

Inoltre durante la conferenza, secondo la Casa Bianca, Obama ha intenzione di discutere le eventuali nuove sanzioni contro la Russia. http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Oggi-Barack-Obama-in-videoconferenza-con-i-leader-dei-Paesi-UE-0702/

http://cdn.ruvr.ru/2014/10/15/1493876051/9AP413178021169.jpg OPEN LETTER TO: "Pravy Sektor" OK, RAGAZZI, VOI MI FATE CONOSCERE L'INDIRIZZO DELLE VOSTRE FIDANZATE? voi avete deciso di diventare i cadaveri! ] [ In un'intervista al quotidiano serbo Politika, il presidente russo Vladimir Putin ha espresso preoccupazione per la rinascita del "virus del nazismo" negli Stati Baltici e in Ucraina ed ha esortato a non permettere una replica delle esperienze della Seconda Guerra Mondiale e la glorificazione del nazismo.

"Settanta anni fa fu distrutta l'ideologia dell'odio, bisogna fare tutto il possibile affinchè una tragedia simile non si ripeta," - ha detto il capo di Stato russo.

Putin si recherà in visita a Belgrado il 16 ottobre, dove prenderà parte alle celebrazioni del 70° anniversario della liberazione della capitale serba dagli invasori nazisti nella Seconda Guerra Mondiale. Inoltre avrà dei colloqui con il presidente ed il premier del Paese.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Allarme-di-Putin-in-Europa-prende-vita-nuovamente-il-virus-del-nazismo-3283/

ok è stato BUSH 322 CIA KIEV 666 MASSONICA! ] [ Il premier russo Medvedev commenta il disastro aereo del Boeing malese in Ucraina.

Le autorità ucraine hanno commesso una "grave violazione del diritto" consentendo agli aerei civili di sorvolare la zona di guerra nel Donbass, causando così la sciagura aerea del Boeing malese nella regione di Donetsk, ha dichiarato il primo ministro russo Dmitry Medvedev in un'intervista con i giornalisti americani.

Ha sottolineato che l'Ucraina è pienamente responsabile di ciò che avviene nel suo spazio aereo e se ad un certo punto non riusciva a controllare parte del suo territorio, le autorità di Kiev avrebbero dovuto far modificare le rotte di volo. "Loro non lo hanno fatto," - ha constatato Medvedev.

Il capo del governo russo ha respinto tutte le accuse nei confronti di Mosca in relazione all'incidente ed ha evidenziato come gli investigatori debbano necessariamente far luce sui motivi del disastro aereo.

Mosca spera nella consegna delle scatole nere del Boeing malese ai tecnici dell'ICAO

22 luglio, 18:04

I media perdono interesse sul disastro aereo del Boeing malese in Ucraina

12 settembre, 22:59

Ministro della Difesa malese a Mosca per le indagini sull'incidente del Boeing

10 settembre, 13:29

Putin assicura l'impegno della Russia per indagini complete sul disastro aereo in Ucraina

22 luglio, 16:05

Mosca preoccupata da clima attorno a indagini su incidente Boeing malese

11 settembre, 00:18

Gaffe del capo dei servizi segreti ucraini sulle indagini del Boeing malese

10 ottobre, 14:53

Scatole nere non sufficienti per far luce sullo schianto del Boeing malese

30 luglio, 13:27

Mosca soddisfatta dalla risoluzione ONU sul disastro aereo in Ucraina

Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Il-premier-russo-Medvedev-commenta-il-disastro-aereo-del-Boeing-malese-in-Ucraina-9168/

DUE PESI E DUE MISURE, QUELLI DEL GOLPE, NON ERANO TERRORISTI TEPPISTI! NON CREDO, CHE, QUALCUNO PUò RIMANERE IN PIEDI, QUANDO LE REGOLE DEMOCRATICHE, REPUBBLICANE, ELETTIVE, PLEBISCITARIE DEL DOMBASS, VENGONO CALPESTATE, COME SATANISTI MASSONI BILDENBERG USA UE, HANNO FATTO IN MODO SPUDURATO, CONTINUAMENTE E CLAMOROSAMENTE, NEGLI ULTIMI 10 ANNI! ORMAI, IL DIRITTO INTERNAZIONALE, è FINITO NELLA PEZZA LURIDA, DEL CESSO DEI DIRITTI UMANI ONU SHARIAH, BAN-KIMONO GENDER AMNESTY AFFANCUL0! ] [ In Ucraina decina di arresti per gli scontri davanti il Parlamento.

Il sottosegretario del ministero degli Interni dell'Ucraina Zorian Shkiryak ha comunicato la convalida degli arresti di 10 delle 37 persone fermate a seguito dei disordini nei pressi del Parlamento ucraino (Verchovna Rada) avvenuti nella giornata di ieri.

Shkiryak ha sottolineato che queste persone sono arrestate su disposizione dei giudici per il reato di teppismo. Inoltre gli altri 17 fermati sono stati multati.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/In-Ucraina-decina-di-arresti-per-gli-scontri-davanti-il-Parlamento-3102/

In Ucraina è stata raggiunta una tregua fragile, ha dichiarato il numero uno dell'amministrazione presidenziale russa Sergej Ivanov in un'intervista con i giornalisti russi.

"Molto sangue è stato versato, ci sono migliaia di morti e casi di tortura. In questo contesto negoziare e fidarsi della controparte è molto difficile. La tregua è molto fragile. Tuttavia, a mio parere, la milizia separatista e il governo centrale ucraino sono consapevoli che non ci siano alternative,"- ha rilevato Ivanov.

"Se verrà raggiunto l'accordo di pace definitivo, la Russia può in qualche modo agire da garante. E' prassi nei rapporti internazionali", - ha aggiunto il capo dell'amministrazione presidenziale.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Per-il-Cremlino-in-Ucraina-orientale-la-tregua-e-fragile-5991/

#Russia, Medvedev: il governo siriano è l'unico portatore della sovranità del popolo siriano. Mosca, SANA - Il primo ministro russo Dmitry Medvedev ha detto che la Siria è " L'unico portatore della sovranità del popolo siriano", sottolineando che il consenso del governo della Siria è indispensabile se l'alleanza internazionale di recente formazione è decidesse di intraprendere qualsiasi azione nei confronti dell'organizzazione terroristica dello Stato islamico in #Iraq e in #Siria (#ISIS) .

"Se è veramente necessario questo tipo di azione [dall'alleanza], quindi è essenziale raggiungere una posizione comune e ottenere il via libera dal governo legittimo della Siria", ha detto Medvedev, Mercoledì, in un'intervista con il canale televisivo americano CNBC.

Egli ha osservato che la posizione della Russia verso l'alleanza internazionale anti-ISIS non è legato alla posizione degli Stati Uniti sulla Siria, dove quest'ultima ha cambiato la sua precedente posizione ed ha cominciato recentemente a cercare i canali per comunicare direttamente con la leadership siriana .

Commentando la cooperazione di antiterrorismo della Russia con altri paesi, compresi gli Stati Uniti, Medvedev ha dichiarato: "Il mandato per le operazioni antiterrorismo deve essere ottenuto in conformità con il diritto internazionale e sulla base di un consenso."

"E' sempre sbagliato quando tali azioni vengono fatti sulla base di decisioni individuali dei paesi, anche se hanno buone intenzioni", ha osservato, aggiungendo che "Questo è successo in molte occasioni in Iraq, in Afghanistan, e sta accadendo ora in Siria. " Siria respinge categoricamente creazione di zone cuscinetto sul suo territorio, adotterà, in consultazione con i suoi amici tutte le misure per proteggere la propria sovranità nazionale

* Il Ministero degli Affari Esteri e degli Espatriati ha detto: Il governo turco, sin dall'inizio dell'attuale crisi in Siria, non ha mai smesso di fare, sistematicamente, tutto ciò che fosse possibile per infiammare la situazione e colpire la stabilità in Siria, e minacciare la sua sovranità, l'unità e l'integrità territoriale.

Il ministero ha detto in un comunicato la cui copia è stata ricevuta dall'agenzia SANA che: "Questo governo ha fornito tutte le forme di sostegno politico, militare e supporto logistico alle organizzazioni terroristiche armate, oltre ad avere offerto il rifugio, il finanziamento, la formazione, e l'agevolazione per il movimento e l'ingresso di terroristi provenienti da 83 paesi verso la Siria, cosa che ha reso la Turchia la base principale del terrorismo che colpisce la Siria e l'Iraq, minaccia il resto della regione, e l'evidente cospirazione in atto contro la città di Aein Al-Arab (#Kobane), non è altro che la prova scandalosa dello stretto rapporto esistente tra Ankara e l'organizzazione terroristica #ISIS (Daesh).

Il ministero ha proseguito: I tentativi della Turchia di creare una zona cuscinetto sui territori siriani costituiscono una flagrante violazione dei principi e degli obiettivi della Carta delle Nazioni Unite e le norme del diritto internazionale, secondo le quali la sovranità nazionale e la non interferenza negli affari interni vanno rispettate, oltre ad essere una violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza legate alla lotta al terrorismo e la necessità di asciugare le sue risorse, in particolare le risoluzioni n° 1373- 2170-2178, ciò richiede da parte della comunità internazionale, in particolare il Consiglio di Sicurezza a muoversi rapidamente per porre fine alle violazioni del governo turco, che rappresentano una minaccia per la pace e la sicurezza, regionale e internazionale.

Il ministero ha sottolineato che: "Il popolo siriano, che con la sua fermezza, l'eroismo e i sacrifici del suo esercito e dei suoi soldati, è l'unico che possiede il diritto di disegnare il suo futuro, e non permetterà né al governo turco né a qualsiasi altro governo di intromettersi nei suoi affari interni, ed è oggi più che mai determinato ad affrontare e respingere quei progetti che colpiscano l'unità e la sicurezza della Siria, per proteggere la sua sovranità e decisionalità nazionale indipendente".

Il ministero ha concluso : Sulla base di ciò che è stato detto, la Repubblica araba siriana rifiuta categoricamente la creazione di zone cuscinetto su qualsiasi parte del territorio siriano, qualunque sia il pretesto, come rifiuta anche qualsiasi interferenza o ingresso di truppe straniere nel suo territorio. La Siria prenderà, in consultazione con i suoi amici, tutte le misure necessarie per la protezione della sovranità nazionale, l'unità e l'integrità territoriale.

==========================

è ARRIVATO IL MOMENTO DI SCAVARE LA FOSSA A TURCHIA E ARABIA SAUDITA! SOLO LORO TUTTA QUESTA MERDA DI SHARIAH PER IL MONDO! ] [ BERLINO, 15 OTT - Nuovo drammatico appello di uno dei due tedeschi rapiti nelle Filippine dal gruppo terroristico islamico Abu Sayyaf. L'ostaggio racconta che i terroristi hanno già preparato la fossa e gliela hanno mostrata, in vista della scadenza dell'ultimatum il 17 ottobre. "Dicono che questa sia la mia fossa", ha affermato secondo quanto scrive la Dpa. Nuovi violenti combattimenti sono scoppiati mercoledì allo scalo Benina di Bengasi tra gli jihadisti di Ansar al Sharia e le forze speciali del generale Khalifa Haftar, filo-governative. Almeno sei i morti tra i soldati. Stamani l'ex generale aveva annunciato una controffensiva. I caccia bombardano Ansar, causando "gravi perdite" tra i miliziani, riferisce la Mena.

=====================

// *** dice: l'agenzia di stampa iraniana Fars News Agency (FNA) è ANDATA A COMBATTERE A KOBANE? lol. forse, DEVE ESSERE UN ALTRO TROLL MALEDETTO, DELLA CIA, CHE, DICE, UN FIUME DI FANGO, PER FAR SOFFOCARE IL GENERE UMANO, NELLE MENZOGNE DEL SISTEMA MASSONICO, LA USUROCRAZIA MONDIALE ROTHSCHILD!

oh my holy JHWH, about[ ***.***] ? io tutti questi satanisti massoni complici rothschild satana sinanoga NWO FMI Bildenberg? non so tu, ma, io non li vedo molto fortunati!

=====================

capo Papa Francesco, io ho due, classi della federazione calcistica, nella mia scuola, ed ovviamente la FEDERAZIONE ha un tutor che segue questi ragazzi! e durante l'ora di religione? lol. non si capisce bene, se, io sono il suo assistente, o se lei è il mio assistente! lol.

REALMENTE, SI TRATTA DI UNA DONNA STRAODINARIA, COMPLETAMENTE CONSACRATA ALLA FORMAZIONE DI QUESTI RAGAZZI! QUESTO è STATO L'ARGOMENTO DI OGGI, QUESTE LE CONCLUSIONI!

OVVIAMENTE, IL MATRIMONIO è UN SACRAMENTO NATURALE, DIO VEDE SPOSATE, LE PERSONE CHE FANNO SESSO, CONVIVENZA, ECC.. ecc.. sono IL SACRAMENTO NATURALE, DEL MATRIMONIO! CHE, poi, IL SACRAMENTO ECCLESIASTICO, NON è PIù NECESSARIO DARLO, E NON SI DEVE PIù DARE, A CHI NON HA UN COERENTE CAMMINO DI PARROCCHIA!

QUINDI, NON SI deve CEDERE SULLA DOTTRINA! ANZI, BISOGNA DIVENTARE PIù INTRANSIGENTI! si può OFFrIRE LA EUCARISTIA, A TUTTI COME UN ATTO DI COSCIENZA, individuale! E poi, soltanto, RISERVARE: EFFUSIONE PENTECOSTALE, CRESIMA E SACRAMENTO DEL MATRIMONIO, SOLTANTO, AI CRISTIANI CON LE PALLE! OPPURE, PIù NESSUNO CAPIRà A COSA PUò SERVIRE IL CRISTIANESIMO NELLA VITA DELLE PERSONE, E DISTRUGGEREMO LA CIVILTà CRISTIANA!!

MATRIMONIO SACRAMENTO E CRESIMA, SOLTANTO A COLORO CHE NE HANNO LA MATURITà!

ROMA, 14 OTT - I pastori siano più umili, essere sposi è difficile, ed è comunque un ''sacerdozio''. Lo ha detto mons. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo, tra i partecipanti al Sinodo straordinario sulla famiglia. ''Ogni persona è un dono di Dio'' ha aggiunto parlando dei gay. E nessuno può cancellare quanto possono offrire. ''Il problema è ciò che queste persone chiamano diritto, e che non corrisponde al progetto di Dio contenuto nella Bibbia''.

14-10-2014 14:47 Politica

Mons. Menichelli, pastori più umili, arcivescovo di Ancona-Osimo, tra i partecipanti al Sinodo straordinario sulla famiglia. ''Ogni persona

13-10-2014 11:44 Cronaca

Sinodo: farsi carico di unioni gay

separazione o del divorzio sui figli". Queste le raccomandazioni pastorali dal Sinodo

Francesco al Sinodo dei vescovi del 6 ottobre scorso. Capello sarà premiato il 16 ottobre all

07-10-2014 11:51Politica

Sinodo: mons. Gaenswein, matrimonio è indissolubile".

Mentre è in svolgimento il Sinodo sulla famiglia voluto da Papa Francesco, monsignor Georg Gaenswein

06-10-2014 Papa al Sinodo: "Parlare chiaro, senza paura"

Entra nel vivo, dopo tanta attesa e tante polemiche, il confronto al Sinodo sulla famiglia

06-10-2014

La messa del Papa durante il Sinodo dei vescovi

05-10-2014 16:32Politica

Tutto sul Sinodo: i partecipanti, lo svolgimento dei lavori

straordinaria del Sinodo dei Vescovi, dedicata al tema della pastorale familiare, inaugurata domenica

06-10-2014 11:13Cronaca

Bergoglio, il Papa garantisce tutti

(ANSA) - ROMA, 6 OTT - "Il Sinodo si svolge sempre 'cum Petro e sub

06-10-2014 11:02VideoGallery

Il papa apre il sinodo sulla famiglia

Francesco: "Non la caricate pesi insopportabili. Parlate chiaro"...

06-10-2014 10:13PhotoGallery

Papa Francesco apre i lavori del Sinodo sulla famiglia

06-10-2014 09:04Cronaca

Famiglia:Papa,parlare chiaro e ascoltare

(ANSA) - ROMA, 6 OTT - Il Papa, aprendo i lavori del sinodo

05-10-2014 Sinodo, Papa Francesco: "Dio ci indichi il cammino"

"Mentre diamo inizio al Sinodo sulla Famiglia, preghiamo il Signore di indicarci il cammino

=====================

15 OTT - I miliziani dell'Isis stanno circondando Ameriya, a sud di Falluja, a soli 40 chilometri da Baghdad, uno degli ultimi capisaldi dell'esercito iracheno nella provincia di Al Anbar. Lo ha detto il comandante locale. "Siamo quasi completamente isolati", ha affermato aggiungendo che i jihadisti hanno circondato la città su tre lati.

Ameriya è 20 chilometri a sud di Falluja, che dal gennaio scorso e' nelle mani dell'Isis. "Se la citta' cade, la battaglia arrivera' alle porte di Baghdad". Alessandro Zonetti · Top Commentator · Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

a obama ma te voi sveglià ! aspetta ancora un pò e l isis arrivera non a baghdad ma in libano , in iran, in turchia




Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale

se, oggi fosse quì, Maometto, l'esoterico profeta? lui andrebbe con ISIS shariah! la purificazione sanguinaria, dei popoli musulmani, è quello che Erdogan in Saudi Arabia si aspettano!

=========================

questa è la dimostrazione, che, Erdogan ONU, e Saudi Arabia sono, la gallasia jihadista: ISIS shariah, [ per ottenere il genocidio di tutti gli sciiti! un genocidio alla volta, io ti tolgo il genere umano, poco per volta! hanno detto i sunniti ] SANAA, 15 OTT - Almeno 12 morti negli scontri esplosi ieri notte nel centro dello Yemen tra combattenti di al Qaida e ribelli sciiti, che controllano la capitale Sanaa e il porto strategico di Hodeida. I combattimenti si sono verificati a Radah nella provincia di Baida a 130 km a sud-est della capitale. Tra le vittime ci sono 6 miliziani, 5 ribelli di Ansar Allah ed un civile, secondo la sicurezza. Oggi un ufficiale dell'esercito, il colonnello Ali Zaid al-Dhari è stato ucciso da al Qaida a sud-est di Sanaa.

=============================

questo concetto, è giusto e si può condividere, perché, soltanto i siriani, in favore di: Kobane sono lo 0,3%, mentre, per la galassia jihadista ISIS, Al-Qauda, shariah, poi, possono passare tutti, da tutto il mondo, cioè, il 97%, ] [ ANKARA, 15 OTT - Il premier turco Ahmet Davutoglu ha ribadito che solo i siriani sono autorizzati a varcare la frontiera turca per andare a combattere a Kobane, la città siriana assediata dall'Isis, respingendo in questo modo l'appello della Francia che aveva chiesto una apertura delle frontiere. "Quelli che vengono dalla Siria possono ripartire per unirsi alla lotta" per Kobane ha detto Davutoglu, ribadendo che il suo governo rifiuterà il passaggio ai cittadini di altre nazionalità, in particolare turchi.

===================

gli ameri-cani 666 CIA, NWO FMI, sono dei satanisti bugiardi, criminali inguaribili, perché, se la loro determinazione contro ISIS shariah, è assoluta?, poi, avrebbero già raso al suolo Turchia shariah, e Arabia Saudita shariah!

WASHINGTON, 15 OTT - Si chiama 'Determinazione assoluta' (in inglese 'Inherent Resolve'), l'operazione lanciata dalla coalizione contro i jihadisti dello stato islamico in Iraq e in Siria. Lo ha annunciato il Pentagono, a due mesi dai raid contro lo Stato islamico. "Il nome dell'operazione è 'Inherent resolve'", ha detto il colonnello Ed Thomas, portavoce del generale Martin Dempsey. La decisione, ha spiegato, è stata presa alcuni giorni fa senza fornire ulteriori dettagli.

======================

https://www.facebook.com/antimo.marandola?fref=ts Amministratori di Pagine, Antimo Marandola, sei tu il responsabile di questo sito https://www.facebook.com/forzaisraele/info, e di tutto questo odio, contro il Regno di Dio, in questo modo SPREGEVOLE? tu sei un agente di rothschild, QUINDI, tu sei la vera minaccia contro Israele! [ TU SEI PIENO DI ODIO COME SATANA! ] HITLER ERA UN BRAVO CATTOLICO, PER AVERE STERMINATO ALMENO 40.000 TRA PRETI E SUORE! 10.000 FURONO UCCISI, SOLTANTO, PER LA CONDANNA DEL NAZISMO, CHE, AVEVA FATTO L'EPISCOPATO OLANDESE! io ho incontrato sacerdoti di satana, che, citano il Vangelo, e che, fingono di essere cristiani! COSA è TUTTO QUESTO ODIO DEL PASSATO? PER RICORDARE CHE LA VIOLENZA LA HANNO INIZIATA GLI EBREI, CONTRO, I CRISTIANI, ECC.. ECC..? SOLTANTO A SATANA ROTHSCHILD GIOVANO QUESTI ARGOMENTI, NOI ABBIAMO IL CONCILIO VATICANO II, e siamo cambiati, MA, VOI AVETE ANCORA SATANA NEL VOSTRO ODIO, perché, il Vostro Talmud apostasia giudaismo, USUROCRAZIA SIGNORAGGIO BANCARIO? NON è STATO ANCORA ABOLITO!

VERGOGNA! VI RIMPROVERA LO SPIRITO SANTO!

http://www.lacucinaditonia.com/dblog/articolo.asp?articolo=110

=============

VERGOGNA AI CULATTONI GENDER, HANNO VOTATO ED HANNO DETTO, CHE, è GIUSTO, CHE, TUTTI I GAY DEVONO ESSERE IMPICCATI, IN TUTTA LA LEGA ARABA ONU SHARIAH! TANTO è GRANDE IL LORO ODIO CONTRO, IL REGNO DI DIO, CHE, IN QUESTO CASO, RINUNCIANO A TUTTI I DIRITTI UMANI! MA, SENZA DIRITTI UMANI, NON SI PUò RICONOSCERE NULLA E NESSUNO! QUINDI SEL HA CONDANNATO A MORTE I GAY, E UNIUS REI HA COMBATTUTO PER SALVARLI DAL GENOCIDIO SHARIAH NAZI, SENZA DIRITTI, SENZA LIBERTà DI RELIGONE CHE ISLAM OGGI è PEGGIO DEL NAZISMO, VERGOGNA !! ] [ Mozione Sel a Senato,ok Stato Palestina. Testo simile a provvedimento approvato da Camera Comuni inglese

] ROMA, 15 OTTOBRE - Riconoscere lo Stato di Palestina oltre allo Stato di Israele come contributo ad assicurare una soluzione negoziata dei due Stati. Lo chiedono al Governo i senatori di Sinistra ecologia e Libertà, De Cristofaro, Petraglia, De Petris, Barozzino, Uras, Cervellini e Stefàno, e la senatrice Mussini del Gruppo Misto che hanno presentato oggi una mozione in Aula simile a quella approvata a larghissima maggioranza il 13 ottobre scorso dalla Camera dei Comuni inglese.

=====================

#Siria, Terroristi Nusra eliminati durante tentativo infiltrazionE. [ TUTTA LA CATTIVERIA DELL'ISLAM CORANICO SHARIAH IN SIRIA, TUTTI I CRIMINI SHARIAH, DELLA LEGA ARABA CONTRO SE STESSA! ] VOI MASSONI BILDENBERG AVETE SEMINATO VENTO, E NOI ORA DOBBIAMO RACCOGLIERE LA TEMPESTA!

L'esercito sventa tentativo infiltrazione di terroristi Nusra in quartiere Zablataneh est Damasco, neutralizza decine di loro

William Benjamin The corpses of Obama´s dogs. CIA paid mercenaries sent to hell where they belong. CIA ha pagato mercenari inviati all´inferno, a qui appartengono. I cadaveri di cani Obama´s.

William Benjamin Syrian Army has killed more terrorists than NATO has done in 13 years.

Simone Moiraghi Ma sono gli infami che scappano dal quartiere Jobar credo? sti bastardi amici dei sionisti!!!!!!!!!!!!!!

Ismet Bey vedere queste immagini non m'incute nessun sentimento di pietà,anzi.

Mahdi Haidar good job:) there is no more room in hell!haha

Romano Vallarin Onore, onore, onore, onore e GLORIA all'esercito Arabo-Siriano!!!!

"La pressione militare dell'ISIS in Siria e in Iraq implica rischi rilevanti per l'Europa e per l'Italia", "l'Italia, insieme a Onu e Ue, consideri con estrema attenzione gli eventi" ed "eserciti ogni possibile sforzo per prevenire, in particolare, l'ulteriore destabilizzazione della Libia". E' quanto afferma il Consiglio Supremo di Difesa.

=======================

TG 24 Siria, MERCENARI DAESH-ISIL USANO ARMI CHIMICHE CONTRO COMBATTENTI CURDI

ECCO CHI CONTINUA A USARE ARMI CHIMICHE!!!I MERCENARI DAESH-ISIL USANO GAS CHIMICI (PROBABILMENTE TURCHI) CONTRO COMBATTENTI CURDI IN SIRIA.

L'evidenza di questi attacchi con armi chimiche contro i combattenti resistenti curdi sono stati evidenziati e riportati in un video trasmesso da Russia Today di oggi, con interventi di esperti e anche con il commento del giornalista freelance siriano Alaa Ibrahim, noto per molti resoconti video sui campi di battaglia siriani e quale tele-cronista per i notiziari TV in lingua inglese da Damasco.




Gabriele Bonfiglio E' scandaloso il modo in cui i nostri giornalisti (pure quelli dell'opposizione...LA7, Fatto Quotidiano) stiano pompando sta cosa dell'Isis...vogliono portarci alla guerra totale. Ed è ancora più assurdo che ci siano analisti di geopolitica (molti dei quali pure a Limes) che per giustificare quanto fatto dall'Occidente negli ultimi 25 anni è stato frutto di incapacità. Dire che la politica americana ha prodotto danni e che l'Isis è stato sottovalutato per incapacità è davvero criminale. La Cia ha i migliori analisti al mondo. Loro hanno provocato volontariamente la destabilizzazione del mondo. Bisogna avere il coraggio di capire e ammettere che siamo dal lato sbagliato della storia. Bisogna dichiararsi neutrali subito, e se necessario stabilire buoni rapporti con la Russia, se no gli americani ci porteranno gradualmente alla catastrofe. Non sottovalutate quanto scritto

13 ottobre alle ore 14.08

Marco Madeo Ma come hanno fatto quelli dell'isis a procurasi le armi Chimiche...???'.... Ameri-cani... merdosi...

13 ottobre alle ore 14.28

Giuseppe Graziano Turchi ecco come ..

13 ottobre alle ore 14.35

Enzo Lecci Da incorniciare Gabriele

13 ottobre alle ore 21.10

Francesco Il Principe Princigalli Infatti è tutto previsto. E la reazione turca è la prova.

Ieri alle 0.39

Gabriele Bonfiglio E sai qual'è il problema? Che se uno stronzo come me già tre anni fa aveva previsto tutto quello che sarebbe successo dall'ucraina a tutto il mondo arabo figurati se loro non potevano non saperlo!!!! Sono dei criminali. Mi dispiace, ma l'italia ha bisogno di un nuovo regime, appoggiato dalla russia...perché da soli non siamo in grado di far rispettare la nostra sovranità. Bisogna disfarsi di questi parassiti venduti e renderci conto che bisogna passare con l'est.

=========================

ERDOGAN SAUDI ARABIA SHARIAH NAZI GENOCIDIO, ALLAH AKBAR MORTE ALL'INFEDELE! .. #Siria, Gruppo terroristico assassina il parlamentare della provincia di Hama Waris al-Younes

Il rappresentante della provincia di Hama all'assemblea del Popolo, Waris al-Younes, è stato ucciso quando i terroristi hanno aperto il fuoco sulla sua auto sulla strada tra Hama e al-Salamiya.

Una fonte al Comando di Polizia di Hama ha detto a SANA che i terroristi hanno aperto il fuoco sulla vettura di al-Younes 'vicino all'incrocio di Um al-Twaikiye, Martedì mezzanotte, mentre si stava dirigendo dalla città di Hama in città al-Salamiya.

La fonte ha aggiunto che l'attacco terroristico ha provocato l'uccisione di un altro civile che era alla guida della sua auto nelle vicinanze dove l'attacco ha avuto luogo.

Una fonte al National Hospital di al-Salamiya ha detto che Al-Younes è morto a causa di grave sanguinamento causato da un colpo di pistola che ha colpito il lato sinistro del petto.

Al-Younes è nato nel villaggio di al-Sabboura nella campagna della provincia di Hama nel 1969.

======================

perché gli USA sono i satanisti! PERCHé LA LEGA ARABA SONO ISIS SHARIAH ] TG 24 Siria, 13 ottobre, #Mercenari del #BAHRAIN in #Siria: IL FANTOCCIO DI OBAMA, #AL_KHALIFA, MENTRE PARTECIPA ALLA COALIZIONE USA CONTRO DAESCH-ISIL, HA NUMEROSI CITTADINI, ANCHE DEI SERVIZI, DEL BAHRAIN TRA CAPI MERCENARI #DAESH-#ISIL AGLI ORDINI DI ABU BAKR #AL_BAGHDADI. Desi­de­rosa di com­pia­cere gli alleati ame­ri­cani — gli Stati Uniti in que­sto minu­scolo arci­pe­lago del Golfo hanno la base della V Flotta -, la monar­chia al Kha­lifa il mese scorso ha ade­rito alla (pre­sunta) Coa­li­zione anti-Isis. Que­sto "impe­gno con­tro il ter­ro­ri­smo" si scon­tra con la pre­senza di nume­rosi cit­ta­dini del Bah­rain tra capi e mili­ziani agli ordini dell'emiro dello Stato Isla­mico, Abu Bakr al Bagh­dadi. Manama. Nabil Rajab, noto attivista dei diritti umani, è stato arrestato perchè ha denunciato ciò che è evidente da tempo. La monarchia al Khalifa da un lato fa parte della Coalizione voluta da Obama e dall'altro non ferma, se non addirittura favorisce, l'adesione allo Stato Islamico di bahraniti sunniti, non pochi dei quali sono ex membri dei servizi di sicurezza. Nabil Rajab ha pagato ancora una volta con l'arresto la denun­cia della poli­tica della monar­chia asso­luta del Bah­rain. Scar­ce­rato appena qual­che mese fa, il diret­tore del Cen­tro per i Diritti Umani nel Golfo, è finito die­tro le sbarre per un tweet che ha messo a nudo una realtà che si vuole nascon­dere. Il Bah­rain par­te­cipa alla Coa­li­zione capeg­giata da Barack Obama con­tro lo Stato Isla­mico. Allo stesso tempo, ha scritto Rajab, il paese è un «incu­ba­tore ideo­lo­gico» per jiha­di­sti sun­niti che vanno a com­bat­tere in Iraq e Siria. Non solo. L'attivista bah­ra­nita ha accu­sato ex dipen­denti del mini­stero dell'interno di essersi uniti all'Isis. La poli­zia poli­tica, fa capire Rajab, uti­lizza feroci leggi anti­ter­ro­ri­smo per far tacere gli oppo­si­tori ma non muove un dito con­tro i pre­di­ca­tori che esor­tano al jihad. Pre­di­ca­tori che evi­den­te­mente ser­vono alla monar­chia per fomen­tare l'attivismo con­tro la mag­gio­ranza sciita della popo­la­zione che – con il soste­gno di espo­nenti sun­niti demo­cra­tici – da anni lotta per l'uguaglianza e un nuovo Bah­rain. Per re Hamad bin Isa al Kha­lifa invece gli oppo­si­tori sareb­bero solo dei burat­tini di Teh­ran e del movi­mento liba­nese Hez­bol­lah, "sov­ver­sivi" che inten­de­reb­bero con­se­gnare il Bah­rain agli ayatollah. Desi­de­rosa di com­pia­cere gli alleati ame­ri­cani — gli Stati Uniti in que­sto minu­scolo arci­pe­lago del Golfo hanno la base della V Flotta -, la monar­chia al Kha­lifa il mese scorso ha ade­rito alla (pre­sunta) Coa­li­zione anti-Isis. Que­sto "impe­gno con­tro il ter­ro­ri­smo" si scon­tra con la pre­senza di nume­rosi cit­ta­dini del Bah­rain tra capi e mili­ziani agli ordini dell'emiro dello Stato Isla­mico, Abu Bakr al Bagh­dadi. Che quella di Nabil Rajab non sia solo una tesi lo dimo­stra un video, messo in rete qual­che giorno fa, in cui un ex tenente, Moha­med Isa al Binali, assieme ad altri bah­ra­niti — Abu-Laden Albah­raini, Abu-Alfida Al Salami and Qaswara Albah­raini – esorta i sun­niti del suo paese ad unirsi all'Isis. Al Binali un anno fa era all'Accademia Mili­tare. A set­tem­bre le auto­rità hanno annun­ciato il suo licen­zia­mento per "assenza pro­lun­gata" eppure già da quat­tro mesi si sapeva che il "tenente" si era unito all'Isis. Al Binali fa parte di una fami­glia molto vicina alla monar­chia ed è il cugino di Turki al Binali, un noto pre­di­ca­tore sun­nita rite­nuto un "con­si­gliere" dell'emiro al Bagh­dadi. Arre­stato più volte per le sue esor­ta­zioni al jihad regio­nale e glo­bale con­tro gli sciiti e gli "infe­deli", Turki al Binali è stato libe­rato, ogni volta, dopo qual­che giorno di car­cere. Un video recente (https://www.youtube.com/watch?v=7CKv56mqPBU#t =61) lo mostra men­tre tiene un raduno di pro­te­sta davanti all'ambasciata ame­ri­cana a Manama. La poli­zia resta a guar­dare men­tre non avrebbe esi­tato a disper­dere con la forza una paci­fica mani­fe­sta­zione dell'opposizione. Peral­tro i libri del pre­di­ca­tore al Binali, che inci­tano all'odio set­ta­rio, sono dispo­ni­bili ovun­que nel paese dove invece sono oscu­rati i siti sco­modi. Al movi­mento anta­go­ni­sta bah­ra­nita resta dispo­ni­bile solo un gior­nale, al Wasat. «L'arresto di Nabil Rajab non deve sor­pren­dere, ormai la monar­chia ha messo da parte qual­siasi idea di riforma ed è tor­nata al pugno di ferro. Pur­troppo il mondo non guarda al Bah­rain, a ciò che accade qui. Il re con la par­te­ci­pa­zione alla Coa­li­zione ritiene di essersi garan­tito un ulte­riore via libera dell'Occidente alla linea dura all'interno del paese», si lamenta la gior­na­li­sta e atti­vi­sta Reem al Kha­lifa, rimar­cando che a novem­bre oltre alle ele­zioni — desti­nate a ricon­fer­mare al potere la mino­ranza sun­nita che appog­gia il re — si terrà in Bah­rain un impor­tante ver­tice sulla sicu­rezza regio­nale. Nes­suno – aggiunge la gior­na­li­sta — ricorda più la san­gui­nosa repres­sione della rivolta di Piazza della Perla nel 2011, attuata dallo "Scudo del Golfo", le truppe di pronto inter­vento del Con­si­glio della Coo­pe­ra­zione del Golfo domi­nato dall'Arabia sau­dita, pro­tet­trice della monar­chia al Khalifa. Tra la popo­la­zione cre­scono nel frat­tempo fru­stra­zione e rab­bia, ben pochi dei bah­ra­niti che lot­tano per cam­biare il paese, cre­dono ancora alle pos­si­bi­lità di un pro­cesso poli­tico. «Dopo tre anni di pro­te­ste – con­clude Reem Kha­lifa – di mani­fe­sta­zioni represse nel san­gue (un cen­ti­naio i morti, ndr), di arre­sti e con­danne degli oppo­si­tori, i bah­ra­niti sono stan­chi e delusi. I gio­vani guar­dano con scet­ti­ci­smo alla lotta paci­fica». I social net­work per­ciò ser­vono a orga­niz­zare le pro­te­ste ma anche a con­te­stare chi è troppo soft con una monar­chia che non esita ad usare la vio­lenza set­ta­ria e a sbat­tere in galera, nel silen­zio degli alleati occi­den­tali, atti­vi­sti dei diritti umani pre­sti­giosi come Nabil Rajab, Abde­lhadi al Kha­waja e sua figlia Maryam al Kha­waja (libera su cau­zione ma sotto processo).

http://cristianofobia.altervista.org/blog/il-bahrain-con-e-contro-lisis-il-manifesto/

Maud Chifamba via Change.org (mail@change.org) 15/10/2014 Newsletter. A: lorenzo_scarola@fastwebnet.it

Maud è un'orfana dello Zimbabwe e a 16 anni si sta per laureare. Ha lanciato una petizione per chiedere che l'istruzione delle ragazze venga inserita nell'agenda dello sviluppo post 2015. Unisciti a lei.

Firma la petizione Ciao lorenzo, Mi chiamo Maud, ho sedici anni e ho cominciato a svegliarmi alle cinque per andare a scuola esattamente nove anni fa. La mia scuola era molto distante da casa, con strade impraticabili durante la stagione delle piogge. A qualcuno di voi sembrerà strana questa situazione, ma non lo è per la maggior parte delle ragazze e dei ragazzi del mio Paese, lo Zimbabwe, dove frequentare la scuola è spesso una fortuna a maggior ragione quando si è orfani. Io ho perduto mio padre quando avevo cinque anni. Mia madre subito dopo si è ammalata di tumore ed è morta qualche anno dopo. L'unico che ha potuto occuparsi di me è stato mio fratello maggiore.

Io però non ho mollato. Mi piaceva studiare e usavo ogni istante per imparare, così sono diventata, a soli 14 anni, la più giovane studentessa universitaria africana. Per questo Forbes mi ha segnalato come una delle 5 giovani donne più influenti d'Africa. Non credo di essere più intelligente della maggior parte dei miei coetanei. Devo molto al mio impegno e molto alla fortuna e all'aiuto dei miei cari. Oggi, quello di cui sono più orgogliosa, è il fatto di rappresentare un modello e una speranza per tante ragazze che all'istruzione non possono accedere. Ragazze il cui destino è spesso quello doversi sposare a 13 o 14 anni. O di rischiare una gravidanza precocealla stessa età. O peggio, di finire sfruttate e abusate. Ecco perché vi racconto la mia storia.

Le ragazze che vivono in contesti di povertà, come il mio sono ad alto rischio e l'istruzione è per noi l'unica arma per cambiare il mondo in cui viviamo e partecipare alla vita economica, sociale e culturale dei nostri paesi. Eppure quando all'ONU hanno deciso di fissare gli Obiettivi del Millennio si sono dimenticati di noi ragazze. Questo non deve succedere più. Dobbiamo cambiare le cose. So che le Nazioni Unite stanno lavorando, insieme alla società civile, per creare una nuova agenda dello sviluppo. Nel mese di Settembre del prossimo anno l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite dovrà adottare i nuovi obiettivi che potranno avere un impatto importante sulla vita delle ragazze. Chiedo in quell'occasione di poter portare la mia testimonianza e la voce delle milioni di ragazze che vivono in contesti di povertà come il mio: chiedo che l'istruzione delle ragazze diventi un obiettivo prioritario della comunità internazionale e venga inserita nell'agenda dello sviluppo post 2015. Grazie, Maud Chifamba via Change.org Firma la petizione

===========================

questo è un mondo senza logica, PERCHé QUALCUNO COME https://www.facebook.com/antimo.marandola?fref=ts NON HA RISPOSTO ALLE DOMANDE DI UNIUS REI! E POI, è VENUTA LA DIPLOMAZIA, E COSì LA GENTE MUORE!

15 ottobre 2014, La Francia dice sì alle armi ai curdi per la guerra contro ISIS. Le autorità francesi forniranno ai soldati armati delle milizie curde in guerra contro gli uomini del gruppo radicale Stato Islamico (ISIS) nel nord della Siria.

Secondo il presidente francese Francois Hollande, Parigi ha intenzione di consegnare le armi ai combattenti della milizia curda per fermare l'avanzata dei militanti di ISIS verso la città siriana di Kobani. Il capo di Stato ha sottolineato che Parigi "farà tutto il possibile per aiutare" i curdi siriani.

Non è stato segnalato il tipo di armi che verranno inviate ai curdi.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/La-Francia-dice-si-alle-armi-ai-curdi-per-la-guerra-contro-ISIS-4436/

MA, STARE NELLA NATO, PER LA TURCHIA COSA SIGNIFICA? QUESTA DELLA LEGA ARABA NAZI SHARIAH, è TUTTO UN ATTO DI ALTO TRADIMENTO! ] [ 15 ottobre 2014, Se la Turchia entra nella UE collaborerà nella creazione di un esercito europeo.. Nel caso di adesione all'Unione Europea, la Turchia contribuirà alla creazione di un esercito europeo di 60mila uomini, ha dichiarato il ministro per gli Affari Europei della Turchia Volkan Bozkir in un'intervista al quotidiano turco Milliyet.

Bozkir ha inoltre affermato che la Turchia soddisfa i 4 criteri chiave per l'ingresso nella UE e ciò potrebbe avere un impatto strategico positivo sul futuro dell'Unione Europea. Secondo il politico, si tratta di una forte economia, una popolazione giovane e laboriosa, una posizione strategica sulle rotte di approvvigionamento energetico, in una regione in cui si trova il 70% delle risorse petrolifere e di gas mondiali, ed infine le sue forze armate.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Se-la-Turchia-entra-nella-UE-collaborera-nella-creazione-di-un-esercito-europeo-5128/

ANCHE ALLA UE PIACE FARE IL GENOCIO, ADESSO, COME FA ANCHE LA LEGA ARABA, ED ENTRAMBI SONO NATI DALL'ALTARE DI SATANA IN USA 322 BUSH! ] [15 ottobre 2014, [[ PERCHé, SI TELEFONANO QUESTE ZAVORRE, SE, HANNO GIà DECISO TUTTO NELLA MASSONERIA? HHhhh LO SPETTACOLO DELLA POLITICA, PER IL POPOLO SCHIAVO DELLA USUROCRAZIA ROTHSCHILD! ]] Kiev accusa i filorussi di aver violato la tregua in oltre mille casi nel Donbass. Il ministero degli Esteri dell'Ucraina ha affermato che, dalla firma dell'accordo di cessate il fuoco di Minsk, i combattenti delle Repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk hanno violato la tregua più di 1.400 volte, è scritto nella pagina Twitter del dicastero della diplomazia ucraina. Inoltre nel tweet si rileva che negli scontri sono rimasti uccisi 68 militari ucraini, mentre 428 sono stati feriti. Inoltre sono rimasti uccisi 51 civili. Secondo i dati delle Nazioni Unite, in Ucraina durante il cessate il fuoco sono rimaste uccise più di 330 persone.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Kiev-accusa-i-filorussi-di-aver-violato-la-tregua-in-oltre-mille-casi-nel-Donbass-7215/

http://cdn.ruvr.ru/2014/10/15/1493902013/9femen-44582714.jpg

KILL PUTIN! ] lol. è una vera fotuna, che, Putin aveva messo le mani per proteggere il suo pene! [ Il tribunale di Parigi ha giudicato colpevole l'attivista del movimento femminista ucraino Femen Yana Zhdanova di vandalismo e l'ha condannata a pagare una multa di 6000 € per i danni fatti sulla scultura in cera del presidente russo Vladimir Putin. La multa è stata inflitta congiuntamente ai reati di atti osceni in luogo pubblico, disturbo della quiete pubblica, danni materiali all'esposizione di una mostra e danni morali.

Il fatto è avvenuto il 5 giugno scorso. Poco prima dell'arrivo di Putin per le celebrazioni dello sbarco degli Alleati in Normandia, la ragazza aveva buttato per terra la statua di cera del capo di Stato russo per poi farla a pezzi con una paletta.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/Multa-da-6-000-ad-attivista-Femen-per-aver-danneggiato-scultura-in-cera-di-Putin-5856/

L'ex Femen Amina Sboui è stata simbolicamente condannata dal tribunale di Parigi ad una multa di 1.500 euro (che però è stata sospesa) per aver inventato di essere stata aggredita mentre usciva da una stazione del metrò parigino. I fatti risalgono a luglio, quando la tunisina di 19 anni pubblicò una sua foto sul suo profilo Facebook affermando che cinque salafiti l'avevano minacciata e le avevano rasato le sopracciglia ed un ciuffo di capelli.

Egidio Cavallini · Top Commentator · Verona

perchè "simbolicamente"? chi inventa accuse cosi gravi, capaci di fomentare odio razzistico non dovrebbe essere severamente punito?

=====================

ok! CHI RIMPROVERA LA NATO, PER LE SUE MANOVRE MILITARI ADESSO? QUINDI SOLO LA RUSSIA DEVE ESSERE RIMPROVERATA? E POI, AVETE INIZIATO TUTTO QUESTO GIRO DI AVVOLTOI, PERCHé, VOI AVETE DETTO, TUTTO QUELLO CHE DICE IL POPOLO SIRIANO ED IL POPOLO DEI RUSSOFONI? A NOI I NAZISTI BILDENBERG? NON IMPORTA NIENTE! ] 15 ottobre 2014, NATO, nel Mediterraneo iniziate le esercitazioni militari della nuova forza di risposta rapida. Nel Mediterraneo hanno preso il via le esercitazioni militari internazionali della forza di risposta rapida della NATO, con la partecipazione di oltre 5mila militari dei 14 Paesi firmatari il Trattato Nord Atlantico: Belgio, Gran Bretagna, Germania, Grecia, Spagna, Italia, Canada, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Stati Uniti d'America, Turchia e Francia. Nelle manovre sono coinvolti militari della Finlandia e della Svezia, Paesi partner della NATO. Le esercitazioni continueranno fino al 26 ottobre: in esse prendono parte 20 navi da guerra, sottomarini e diversi aerei.

http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_15/NATO-nel-Mediterraneo-iniziate-le-esercitazioni-militari-della-nuova-forza-di-risposta-rapida-4708/

MOSCA, 23 SET - Mosca ha organizzato nell'estremo oriente russo la più colossale esercitazione delle sue forze armate dai tempi dell'Urss mobilitando - a quanto riferisce la tv Russia Today - 100.000 militari, più di 1.500 carri armati, 120 aerei, 5.000 mezzi bellici e 70 navi da guerra. Durante l'esercitazione - denominata Vostok-2014 - i militari russi si sono addestrati tra le altre cose a rispondere a un attacco aereo, respingere uno sbarco di truppe nemiche e attaccare una portaerei.

MA, GESù HA DETTO: "CHE SCHIFO, FATE SCHIFO, ARRIVERà IL GIORNO CHE IO VI ROMPERò IL CUL0! " Divorzio 'facile' anche con figli minori. Lo prevede il dl di riforma del processo civile, domani in aula. 15 ottobre 2014. Giuseppe Cucca, Orlando, Senato, Partito Democratico. 15 OTT - Divorzio facile anche se in presenza di figli minori o disabili. In Commissione Giustizia del Senato, con la mediazione del ministro Orlando e del relatore Giuseppe Cucca (PD) passa la parte del dl di riforma del processo civile in cui si prevede la negoziazione assistita anche per la separazione tra coniugi, pur prevedendo la possibilità di un passaggio in Procura. Il dl da domani all'esame dell'aula. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2014/10/15/divorzio-facile-anche-con-figli-minori_db103e98-8216-4599-b41c-9879a53a7668.html

IL DIVORZIO è UN CRIMINE SOCIALE! DEVONO INTERVENIRE GLI PSICOLOGI, E GLI ASSISTENTI SOCIALI, CONSULTORI, ECC.. A TUTELA DEL GIUDICE! QUELLI CHE VOGLIONO DIVORZIARE? DEVO FARE LA ESPERIENZA DI CHE COSA SIGNIFICA LA PAURA! ED IL CONIUGE COLPEVOLE, DEVE ESSERE PUNITO CON IL CODICE PENALE!

Divorzio 'facile' anche con figli minori

Lo prevede il dl di riforma del processo civile, domani in aula

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2014/10/15/divorzio-facile-anche-con-figli-minori_db103e98-8216-4599-b41c-9879a53a7668.html




18 marzo, 13:27

Lettere dai Lettori




In questo spazio pubblichiamo le lettere ricevute all'indirizzo di posta elettronica Web-it@ruvr.ru




RIFLESSIONI CINEMATOGRAFICHE, "IL SACRIFICIO" E "SOLARIS"




Il sacrificio




Il Sacrificio è l'ultimo film di Tarkovskij, questo grande regista Russo nato nel 1932 e morto nel 1986. Perché sacrificio? Il sacrificio è stato quello di abbandonare la Russia nel periodo Sovietico, dove una volta usciti non si poteva più rientrare e questo per un Russo equivale alla dannazione eterna. Lo stesso è capitato al mio amico Victor Motko, nato a Odessa nel 1940 e desaparecido dal 1981, forse messo in una fossa comune in Italia, fu uno dei più grandi pittori dell'unione Sovietica, allevato all'accademia di Mosca, la mancanza della Russia lo portò alla disperazione totale come in Maldel'stam nell'ultimo periodo ebbe crisi uditive e poi la pazzia. (Gli eventi che succedono in Ucraina ne sono un presagio). Scriveva Turgenev " la Russia per capirla, non la puoi capire né vedendola né con la ragione, la puoi solo sentire".




Ho studiato la letteratura Russa fino all'età di sedici anni, quando conobbi nel 1976 Victor entrai nel mondo della Russia antica,quello delle Cattedrali Russe e delle sue Iconastasi (Andreyj Rublev di Tarkovskij o Ivan il terribile di Ejzenstejn). Ma queste sono solo reminiscenze d'un vecchio poeta. Andando al nodo di quanto ho scritto sopra "La Russia e l'occidente" difficilmente conciliabili. Prendendo il capolavoro di Tarkovskij "Solaris" film estremamente poetico, talmente profondo da incarnare tutta la letteratura Russa ( la versione Italiana è stata mozzata di venti minuti di film) è come tagliare un pezzo del giudizio universale di Michelangelo. Al di là delle inquadrature, delle musiche, della ricostruzione poetica del suo linguaggio, del suo messaggio che prima di violentare lo spazio per cercare la sua identità, l'uomo la deve cercare qui sulla terra se no vive coi fantasmi.




Questo film è un film di memoria e Solaris non fa che rincarnare nel protagonista la memoria della donna amata e perduta e far rinascere tutte le ferite dell'anima che aveva sepolte come il suicidio della stessa amata. Ma ciò che si è commesso non può più rinascere è pura illusione, il tempo passato si è perduto e dagli errori commessi non si può uscirne fuori. Il ripensamento del protagonista "tutto simbolico" di tornare sulla terra e chiedere scusa al padre e sperare nella resurrezione, tema profondamente Russo. Di questi pensieri la nostra letteratura Italiana si assimila alla Russa con l'esempio del "Petrarca e del Leopardi, due poeti della memoria". Il Solaris Americano diretto Steven Sodebergh, anche se è un bel film, non ha neanche minimamente la profondità del film di Tarkovskij, la sua chiusa è una telenovela, il protagonista rimane con la sua indefinita amata in una probabile quanto illusoria eternità.










Mario Pozzi










INVITO




Roma, 11 ottobre 2014,




Convegno politico e scientifico della Rete No War (e altri)




"E' NATO per la guerra"




c/o Casa internazionale delle donne, via della Lungara 19Locandina qui: http://bit.ly/nato-e




La Nato non ci protegge dalle guerre. Le crea – costringendoci poi a parteciparvi. E' ora di ripensare la nostra adesione.




Ecco la premessa del convegno sulla Nato che la Rete NoWar-Roma (nowar@gmx.com) terrà sabato, 11 ottobre 2014, presso la Casa delle Donne in via della Lungara 19, Roma.




L'incontro s'intitola: "E' NATO per la guerra: come uscire dal patto Atlantico".




Il convegno si propone, infatti, di analizzare i gravi rischi ai quali l'adesione alla NATO espone l'Italia nei prossimi anni e quindi dilanciare una campagna per l'uscita dell'Italia dal patto atlantico, anche a tappe e anche con l'impiego di strumenti legislativi.




Parleranno la mattina, a partire dalle ore 10:




Antonio Mazzeo,




peace-researcher e Premio Bassani 2010 per il giornalismo, sul "Sistema delle basi militari in Italia";




Manlio Dinucci,




giornalista del Manifesto, saggista ed esperto di geopolitica, sulla "Strategia della nuova Nato";




Claudio Giangiacomo,




giurista, membro della IALANA (giuristi per il disarmo nucleare) e redattore della Legge di Iniziativa Popolare contro le basi e le servitù militari, sulla "Illegittimità costituzionale della Nato".




Ci sarà anche un collegamento internazionale tramite Skype con un parlamentare irlandese sul ruolo dell'Irlanda nella NATO (l'Irlanda, pur essendo un partner, non deve partecipare alle guerre NATO o ospitare basi NATO sul proprio suolo) e un messaggio dal Premio Nobel per la Pace, l'irlandese Mairead Maguire.










buonasera, volevo semplicemente fare gli auguri di buon compleanno al presidente Sig. Putin, apprezzo moltissimo la sua persona,e garantisco che tanti italiani sono con Lei. amo moltissimo il suo paese e la sua cultura, ancora tanti auguri Sig. Presidente di cuore e da amico.










grazie










luca










Le Acli: l'Italia, come la Svezia, riconosca lo Stato palestinese










Roma, 7 ottobre 2014- Per porre fine al conflitto tra Israeliani e Palestinesi le Acli (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) ribadiscono il sostegno alla soluzione 'due Popoli e due Stati' e ritengono che l'immediato riconoscimento dello stato palestinese da parte della Comunità intenzionale favorisca tale prospettiva la quale non può prescindere da un riconoscimento reciproco delle due parti.




"Per questo – afferma Alfredo Cucciniello, responsabile Pace Acli nazionali - le Acli valutano positivamente la decisione annunciata venerdì scorso dal nuovo primo ministro svedese Stefan Löfven di riconoscere lo Stato della Palestina. La Svezia è la quarta nazione dell'Ue a riconoscere la Palestina, dopo l'Ungheria, la Polonia e la Slovacchia. Le Acli chiedono che anche il governo di Roma proceda all'immediato riconoscimento dello stato di Palestina come atto concreto e significativo per impegnare le parti in conflitto a trovare al più presto una accordo di pace che garantisca la sicurezza e la libertà dei popoli Israeliano e Palestinese".




Ufficio stampa Acli nazionali Via Marcora 18/20 - 00153 Roma Tel. 335.6197480 -













Buongiorno Direttore!




Sono l'Avv. Giovanni Giuliano, Presidente dell'Associazione Puglia - Russia.




Vi faccio i complimenti per per come sapete mostrare la Russia al mondo occidentale con i vostri articoli giornalistici.




Purtroppo qui in Italia le informazioni sulla Russia vengono fornite distorte e non veritiere per le ovvie pressioni




degli Stati Uniti e dell'Unione Europea che hanno potere incontrastato in Italia.




Vi scrivo per proporvi una collaborazione.




Sul sito dell'Associazione Puglia - Russia (www.puglia-russia.com) ho già inserito il link diretto al vostro sito web.




Vorrei inserire anche alcune notizie, le più significative, ricevute dal vostro sito tramite RSS




e che, quindi, si aggiornano automaticamente e che rimandano al vostro sito per la lettura dell'intero articolo.




In più posizionerò il logo de La Voce della Russia prima dei riquadri con le notizie.




Posso avere la Vostra Autorizzazione?




Ovviamente potete considerare l'Associazione Puglia - Russia come vostra parter,




sarei felice di poter collaborare con voi in futuro per ulteriori iniziative dirette a far conoscere




meglio in Italia la nazione ed il popolo russo.




In attesa di riscontro, Le porgo i migliori e più cordiali saluti.




Avv. Giovanni Giuliano
















Il Vescovo di Aleppo: l'intervento armato contro l'ISIS porterà altro caos




http://oraprosiria.blogspot.it/2014/09/il-vescovo-di-aleppo-lintervento-armato.html






















Intervista a padre Georges Abou Khazen




di Davide Malacaria










Ormai il 60% della popolazione ha abbandonato Aleppo, la città siriana che sta diventando il simbolo di questa guerra che dura tempo e che molti si ostinano a chiamare civile, ma che di civile non ha nulla. Simbolo perché la presenza cristiana è più numerosa che altrove in Siria, anche se ora è ridotta a un piccolo gregge. E perché ormai da anni resta in un tragico stallo che vede metà città occupata dai tagliagole anti-Assad che rendono impossibile la vita nei quartieri non occupati. I cosiddetti ribelli vi imperversano con bombardamenti continui, giorno e notte, e nei mesi scorsi hanno tagliato per ben due volte le tubature che rifornivano di acqua l'intera popolazione civile. Il vescovo di Aleppo, padre Georges Abou Khazen, racconta di quei giorni, quando flussi continui di gente si affollavano presso le fontane edificate vicino a chiese e moschee per tentare di limitare i danni di quell'atto terroristico che ha prostrato la città. Una penuria di acqua che ancora continua, nonostante il ripristino della rete idrica, aumentando i disagi di una popolazione stremata dai bombardamenti continui.










È a Roma il vescovo, come altri nuovi vescovi di fresca nomina riuniti in Vaticano. E lo incontriamo alla Delegazione di Terra Santa, sua dimora provvisoria prima di tornare alla sua città che da poco, rivela, sta conoscendo un nuovo orrore: i cannoni dell'inferno, come gli jihadisti chiamano il loro ultimo ritrovato balistico. Si tratta di bombole di gas che i cosiddetti ribelli anti-Assad lanciano a grande distanza e fanno esplodere contro civili inermi, spesso modificati applicando sulla bomba artigianale pezzi si ferro e altro che, nell'esplosione, spandono all'intorno schegge, aumentandone la portata letale. Una sorta di bombe a frammentazione fatte in casa, vietate dalle convenzioni internazionali. Bombole di gas che probabilmente arrivano in Siria sotto forma di aiuti umanitari alla popolazione…










Inoltre, prosegue il presule, i miliziani hanno iniziato a usare i tunnel sotterranei che partono dalla cittadella, l'antica fortezza di Aleppo, per raggiungere le varie zone della città: in particolare per piazzare i loro ordigni esplosivi sotto gli edifici storici; ormai il suk, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'Unesco, è un cumulo di macerie.










A monsignore chiediamo dell'Isis, che incombe a 20 chilometri da Aleppo. «Ora si parla tanto di Isis– risponde – e americani e altri vogliono intervenire per fermarlo. Ma temo che si stia ripetendo un tragico errore: ogni volta che gli americani sono intervenuti militarmente in una regione hanno solo alimentato il caos e le divisioni. A proposito di questo Isis c'è poi da ricordare che Hillary Clinton di recente ha detto che gli Usa si trovano a combattere ciò che hanno creato loro stessi. Già perché l'Isis fu creato per andare contro Assad… ».




Non che non serva intervenire, specifica monsignore, ma per fermare questo mostro serve ben altro che le bombe: «Anzitutto occorre fermare i finanziamenti e il flusso di armi verso questi miliziani: hanno armi sofisticatissime, chi gliele dà?». Gli diciamo che sui giornali italiani scrivono che questi armamenti sono stati saccheggiati dall'Isis all'esercito iracheno. Sorride ironico: vero in parte, spiega, e in parte no. «Poi bisogna smettere di comprare il petrolio dall'Isis», continua. Anche qui accenniamo a quanto riferiscono i giornali, secondo i quali sarebbe venduto ad Assad e agli iracheni. Sorride di nuovo: «Lo comprano le grandi compagnie petrolifere, a dieci dollari al barile invece che a cento…», afferma con sicurezza, come di cosa che in Siria sanno anche i sassi.










E invece continuano a rullare i tamburi di guerra. «Un intervento militare – prosegue il presule – aumenterà la destabilizzazione e renderà ancora più difficile la convivenza tra islamici e cristiani. E dire che questa è andata avanti per secoli, nonostante episodi critici. La Siria era esemplare in questo: c'era convivenza, pluralismo, rispetto. Una caratteristica che ancora dura, anche sotto le bombe cristiani e musulmani si sostengono a vicenda, si aiutano come possono. Questo anche perché per secoli il punto di riferimento degli islamici è stata l'Università di Al Azar, al Cairo, che propugnava un islam moderato. Oggi si sta diffondendo un islam più intransigente, quello wahabita dell'Arabia Saudita: i miliziani apportatori di morte e distruzione vengono da queste scuole, sono formati da muftì e imam di questo ramo islamico. Anche in Siria, quando arrivano, cacciano le autorità religiose locali e mettono le loro. E istituiscono i loro tribunali. Sono cose ignote all'islam della regione. E dire che l'Arabia Saudita sembra sia l'asse portante dell'alleanza che si sta formando contro l'Isis… ». Chiosa monsignore. Lo incalziamo, spiegando che in Occidente si pensa che siamo di fronte a una guerra tra islam e cristianesimo. Non è così, ripete: gli jihadisti ammazzano anche gli islamici che non la pensano come loro, buttano giù le loro moschee. Non è così, ripete.










Gli Stati Uniti, oltre a programmare l'intervento militare, hanno deciso di armare i ribelli moderatisiriani. Chiediamo a monsignore cosa ne pensa di questa decisione. «Moderati? E quali sono? Ce lo dicano, noi in Siria non ne vediamo. Tutto il mondo ora parla dell'Isis, ma tutti i gruppi armati che stanno insanguinando la Siria fanno barbarie simili a quelle dell'Isis. Un tempo c'erano anche siriani tra i cosiddetti ribelli, ma oggi l'80% di questi sono stranieri. Non ci sono moderati in Siria. Tra l'altro lo stesso Obama ha detto solo un mese fa che parlare di ribelli moderati in Siria è solo "fantasia"… non ne verrà nulla di buono da questa decisione. Sono armi che vanno in mano a terroristi, ad Al Qaeda». Tra l'altro racconta dei tanti siriani che sono fuoriusciti dalle fila dei ribelli per tornare con Damasco. Un fenomeno carsico che ha interessato centinaia, se non migliaia di persone, del quale l'Occidente ignora l'esistenza.










Resta che Assadè dipinto come un tiranno sanguinario da tutti i media nostrani… «Non sarà la Regina d'Inghilterra, ma ci sono tanti regimi dispotici nel mondo arabo – risponde monsignore -. Parlano delle violazioni dei diritti dell'uomo da parte di Assad… guardino l'Arabia Saudita, dove alle donne è proibito praticamente tutto. Dove a chi non è wahabita è proibito anche pregare in pubblico… Avevano chiesto che il regime si aprisse: Assad ha aperto al pluralismo e nelle ultime elezioni c'erano diversi partiti. Nonostante la guerra sono state abolite le leggi d'emergenza. Ha dato vita a una nuova Costituzione. Alle elezioni il popolo lo ha votato in massa. Certo, non si tratta di una democrazia occidentale, ma ci sono regimi molto peggiori in Medio Oriente…», conclude. E aggiunge che dei cristiani non c'è più traccia nelle zone cadute in mano ai ribelli: le chiese sono state distrutte e non ci sono più sacerdoti né suore né fedeli. Una situazione particolarmente dolorosa per il vescovo.










Già, la Chiesa, come vive in questa tempesta? Monsignor Abou Khazen non fa discorsi teorici, parla di cose. E racconta dei 25.000 pasti che i gesuiti preparano ogni giorno per gli abitanti di Aleppo, cristiani e islamici. Un'opera sostenuta anche grazie alle donazioni di musulmani in quello che appare un ecumenismo della carità. Come tanta è la carità dispiegata nei quartieri cristiani verso i profughi musulmani che vi si affollano. Racconta dell'ospitalità delle famiglie cristiane, della loro sollecitudine verso questa gente che ha perso tutto. «Ci sono tanti ragazzi volontari che portano assistenza a queste persone, sia a livello umanitario, sia a livello psicologico, con particolare riguardo ai bambini». Ma cose analoghe capitano anche all'inverso, nei quartieri islamici dove trovano rifugio i cristiani.






















Quindi racconta degli anziani e dei portatori di handicap ospitati in un locale del Vicariato: «Si trovavano in una struttura islamica che è stata bombardata dai miliziani, così li abbiamo ospitati noi. All'inizio c'erano anche dei bambini di un orfanotrofio, ma questi ultimi abbiamo dovuto spostarli in un'altra struttura, dal momento che era un po' ingestibile. Questi locali appartenevano a uno studentato tenuto dalle suore. Pieni di crocifissi e immagini religiose. Immagini e crocifissi sono ancora tutti lì, insieme ai nostri ospiti che li hanno rispettati in maniera commovente». Il volto di monsignore si illumina mentre parla dei suoi "ospiti", e rallegra il cuore.










Lo studentato è dedicato a "Gesù operaio", specifica il presule. Quel titolo umile sta ancora lì, scolpito sulla pietra all'ingresso di questa struttura che ospita gli ultimi degli ultimi. Stride questa umiltà con il mostro feroce che ruggisce d'attorno.. Ma da queste parti è così da duemila anni. Dalla strage degli innocenti. Quella compiuta da Erode: non un truce islamista, ma uno scaltro funzionario dell'Impero.










Le ferite di Aleppo. Parla il vescovo Abou Khazen




«Mi viene da piangere confrontando quello che Aleppo e la Siria hanno rappresentato per secoli nella cultura, nell'arte e nella religione con lo scempio a cui siamo sottoposti in questi mesi. Ma sono convinto che siamo ancora in tempo per salvare questo tesoro dell'umanità»
















1 OTTOBRE - ROMA - CASA DELLE DONNE - VIA DELLA LUNGARA 19 - CONVEGNO SULLA NATO ORGANIZZATO DA NO WAR ROMA










Il convegno analizza i rischi ai quali l'adesione alla Nato espone l' Italia e lanica una campagna per l' uscita dell' Italia dal patto atlantico










relazioni 10-14.30




dibattito 14.30-18










relatori: Manlio Dinucci " La strategia della nuova Nato ", Claudio Giangiacomo " l' Illeggittimità costituzionale della Nato", Antonio Mazzeo " Il sistema delle basi militari in Italia"










coordinatori : Nella Ginatempo, Vincenzo Brandi










CRISI UCRAINA: IL SIGNOR WOLFOWITZ NEL PAESE DEGLI IGNORANTI HA FATTO SCUOLA . di Antonio de Martini e Massimo Morigi










Anche se c'è da nutrire seri dubbi che gli agenti strategici e i centri decisionali istituzionali della politica estera statunitense nella loro attività di destabilizzazione portata avanti a livello globale siano stati ispirati, oltre che da un pensiero geopolitico e hobbesiano, da suggestioni di tipo letterario, nella vicenda Ucraina – come del resto in altre consimili come ( un caso con profonde analogie operative di tentato rovesciamento dei poteri legittimamente alla guida del paese è il Venezuela prima e dopo la morte di Hugo Chavez) – questa certezza sembrerebbe per un attimo vacillare. In fondo cosa hanno cercato – e tentano tuttora – di fare gli Stati uniti con l'Ucraina?




Molto semplicemente hanno cercato di replicare quanto il grande scrittore ucraino Gogol aveva immaginato nelle Anime morte attraverso la creazione del suo immortale antieroe Cicicov, il quale attraversava la Russia in lungo e in largo per acquistare i nomi dei defunti servi della gleba che, in seguito, avrebbero dovuto essere truffaldinamente esibiti alle autorità per potere ottenere dei cospicui finanziamenti.




E se certamente l'attività di acquisto e di corruzione da parte degli Stati uniti dei settori più disperati e di quelli gangsteristicamente più vocati della società ucraina richiama veramente l'idea di una compravendita di "anime morte" da esibire di fronte al mondo per giustificare il definitivo passaggio dell'Ucraina al Washington consensus, quello che sorprende non è tanto che gli agenti strategici statunitensi dimostrino di non conoscere come va a finire l'immortale romanzo di Gogol(Cicicov non riesce nel suo intento e l'ignobile furbata viene scoperta) ma di non aver preso nemmeno per un attimo in considerazione l'immancabile e scontata reazione della Russia che mai avrebbe accettato – e mai accetterà – il proposito americano di annientarla in quanto superpotenza (ed anche di progressivamente contrarla e sminuzzarla pure territorialmente facendo leva sulle sue varie componenti etnico-culturali).




Nel caso specifico della crisi ucraina, la reazione russa a questa impostazione statunitense (Grand strategy americana che non è una nostra elucubrazione ma che ha trovato già da più di due decenni una sua elaborazione esplicita nella cosiddetta dottrina Wolfowitz, della politica estera statunitense dopo la fine della guerra fredda, della quale il primo commento fu fatto dal New York Times l' 8 marzo 1992 con il significativo titolo "U.S. Strategy Plan Calls for Insuring No Rivals Develop.







A One-Superpower World. Pentagon's Document Outlines Ways to Thwart Challenges to Primacy of America") anche se parimenti del suo rivale americano nulla deve alla letteratura, forse qualcosa deve ad una visione certamente più creativa e meno nichilistica di quella portata avanti dagli agenti strategici del caos americani.




Di questo passo aspettiamoci pure, tanto per fare un esempio che coinvolge il nostro paese, che un eventuale referendum per uscire dall'Euro anch'esso troverà qualche autorità internazionale che sentenzierà sulla sua illegalità).




La Russia mostrando una sorta di astuzia luciferina (cosa c'è infatti di più sacro dal punto di vista delle liberaldemocrazie e soprattutto dal punto di vista americano, del principio di autodeterminazione dei popoli: vedi il nefasto ruolo del presidente americano Wilson alla conferenza di pace di Parigi, dopo la prima guerra mondiale nello smembrare – con l'assai poco previdente appoggio delle principali potenze vincitrici – alla luce dei suoi "Quattordici punti", senza alcun ritegno e logica geopolitica – se non una già allora incipiente "strategia del caos" – l'impero asburgico e vedi l'accusa americana perdurante durante tutta la guerra fredda che l'Unione sovietica non permetteva la libera espressione dei popoli sottoposti al patto di Varsavia), ha dato alla truffa Stati uniti/Cicicov una soluzione che non sarebbe nemmeno dispiaciuta all'autore delle Anime morte.




Quale soluzione? Molto semplicemente la Russia dice questo agli Stati uniti (e ai suoi alleati). Se volete, tenetevi pure le vostre anime morte (una Ucraina fallita economicamente e che dopo essere stata accolta a braccia aperte dall'Occidente diverrà preda dei mortali e avari aiuti internazionali, Grecia docet), noi ve le lasciamo volentieri e, se ci riuscite, traetene pure un profitto.




Noi, da parte nostra, ci limitiamo ad offrire una alternativa a coloro che non vogliono accettare di essere acquistati (la Crimea russofona) come una sorta di "anima morta" dalla truffa del novello Cicicov americano.




La morale finale della storia vale non solo per quegli ucraini (chi in buona fede e chi direttamente pagati) si sono fatti trattare come carne da cannone in omaggio alla strategia del caos americana ma anche per quegli alleati di una superpotenza che ha ormai perso ogni ritegno nella sua hubris imperialistica.




Al contrario che nel romanzo di Gogol, per le anime morte della strategia statunitense c'è una possibilità di ritorno alla vita. Dubitiamo fortemente che questa possibilità sia ancora a disposizione di un'Ucraina territorialmente integra.




Il repubblicanesimo geopolitico crede fermamente invece che lo sia per quei paesi i cui agenti strategici abbiano un loro lungo e sedimentato passato che non può essere ridotto – come evidentemente nel caso ucraino – ad una triste ed opaca storia di famiglia di vecchie corrotte burocrazie di partito in cannibalesca ricerca di un agognato riciclaggio "democratico" e che, al contrario dell'Ucraina, si siano nel tempo legati allo sviluppo di forti appartenenze, tradizioni e culture nazionali.




E dove in questo atlante geopolitico di forze ed agenti strategici che alla luce delle storie di "lunga durata" delle loro vite nazionali cercano una fuoruscita dagli idola theatri e dalle pratiche del Secolo breve sia la futura naturale collocazione dell'Italia è, pensiamo, persino offensivo accennarlo.













DOVE VANNO I SOLDI CHE GLI ITALIANI DEPOSITANO IN BANCA




Alla cortese attenzione della emittente della Voce della Russia










L' Italia a mio parere non è un paese povero di risorse monetarie visto la tendenza al risparmio degli Italiani. Tutti i soldi di risparmio entrano nelle banche ed a questo punto mi viene in mente una domanda: non è che le banche italiane investono i nostri risparmi in armamenti piuttosto che in opere sociali? Quando è cosi' facile portare i soldi all'estero anche per le nostre banche, ma poi chi controlla per che usi sono usati questi soldi? Pare che investire in armi sia molto redditizio sia per i banchieri, per le assicurazioni, per l'industria.




Dai media ci vengono continuamente informazioni di massacri, guerre, guerriglie in Africa, in Asia, in Medio Oriente. Guerre intorno all'Europa.




Sembra che le banche Europee, Italiane, e le loro finanziarie invece di investire i soldi per creare lavoro occupazione giovanile, regalino stipendi ed armi a gruppi terroristici che più che di terroristi si possono definire dei balordi e pagliacci, che adesso ci fanno piangere a vedere massacri di donne bambini, anziani, popolo inerme, quasi più per divertimento mediatico, accecati più per la voglia di far spettacolo che a portare avanti delle ideologie.




Sarebbe comunque arrivato il momento di farci ridere da questi pagliacci e dai loro finanzieri, piuttosto che farci piangere per le loro azioni balorde ed esecrabili.










Cordiali da Bruno B.
















BUGIE E CONSIDERAZIONI




Cari della Redazione

Cari Lettori,







ma quando finirà questo teatrino pieno di bugie su Ucraina, Siria, Iraq, Afghanistan ed indietro dalla Guerra di Corea, del Vietnam, ed indietro ancora sulla "liberazione" dell'Europa con bombardamenti, tipo quello assurdo su Dresda alla fine della guerra con l'Armata Rossa già alle porte di Berlino.

Qualsiasi Italiano che abbia sofferto un bombardamento come me, avevo 10 anni, quello inutile di Trieste del 10 giugno del 1944 con 600 vittime civili, inorridisce a sentire il discorso di Obama, Presidente di una Nazione che si atteggia a "giustiziera" del Pianeta.

Gli USA spendevano nel 2009 ben 663 miliardi per armamenti contro 98 della Cina, 69 del Regno Unito, 67 della Francia e 61 della Russia. Non credo che oggi le proporzioni siano cambiate di tanto. Siamo sui 650 USA contro 88 della Russia e ricomincia la "guerra fredda".

E'vero che meritavamo una punizione per aver applaudito Mussolini. Pochi ricordano che abbiamo invaso la Russia, violato le loro case, sparato e fatto violenza e questa Nazione non ci ha bombardato, ucciso civili...anzi ci ha mandato Istruttoriper i Nostri Partigiani, quelli della Resistenza, citati nella Nostra Costituzione. Le loro spoglie sono, con troppo pochi fiori,nel Cimitero Monumentale di Milano.

Alcune considerazioni:

1) l'industria aeronautica civile e militare americana e relative vendite sono determinanti per l'economia USA.

2) l'industria degli armamenti americana e le relative esportazioni sono le prime del Pianeta.

3) gli USA, tranne rare eccezioni, hanno fatto guerre sempre in Paesi interessati a petrolio, gas e relative via di transito.

4) gli USA consumano il 25% delle risorse del Pianeta, il 22% del petrolio estratto...!! contro una media del 3% della Germania, Regno Unito, Russia ecc.

5) "guerra fredda", "terrorismo", "nuova guerra fredda" servono a distrarre l'opinione pubblica dai veri problemi del Pianeta che sono l'enorme divario fra i pochi RICCHI e l'enorme numero di POVERI, la insufficiente scolarizzazione di certe REALTA' sociali, compresa l'Italia, le ideologie sopratutto con componente religiosa, la mortalità infantile ecc. L'uomo normale pensa che se quei miliardi spesi per gli armamenti andassero a migliorare questi problemi forse ci sarebbe più PAX nel Mondo o almeno MIR in Europa e PEACE in Medio Oriente.

6) facendo qualche conto le cifre di vittime civili delle bombe del dopoguerra, dei profughi annegati, della miseria, delle malattie per cause di guerre locali, cominciano ad avvicinarsi a quelle della mattanza del '39-'45.

7) e che dire delle migliaia sotto le macerie di Gaza. Silenzio e nessuna "sanzione".....

8) e dove son finiti i cecchini, i mercenari di Kiev?? dove sono i corpi dei presunti "decapitati" giornalisti americani??

Ci sveglieremo finalmente dal sogno americano anche in Italia?? Chi ci minaccia, chi ci vuol male?? che ci servono F35, metaniere con gas di fracking americano, NATO a guida d'oltreoceano, Chrysler e perfino cocacola.. al posto della S.Pellegrino!!!

Grazie per l'attenzione.

Guido Sartorio










UN LIBRO SU ERITREA E URSS




Gentile Direttrice,

ho scritto un libro con un piglio di uno stile "amarcord" felliniano e goliardico sulla storia dell'Eritrea da me vissuta in un periodo critico per arrivare a vedere la storia della seconda guerra mondiale sotto un'ottica anticonformista.

Il popolo eritreo ha subìto 150 anni di tragedie che stanno approdando ora con i morti annegati a Lampedusa e la Sicilia.

Parlo mollto della guerra, segretamente preparata dalle potenze occidentali, di aggressione subita dall'URSS.




Cordiali saluti.




Mario Ruffin.




Il libro si intitola "Il Duce si è fatto male", l'autore può essere contattato al seguente indirizzo mail atoakim@email.it










LETTERA DI SALUTO




Gentile Direttore, sono venuto a conoscenza attraverso una mia amica ucraina,d'origine russa dell'esistenza del vostro sito internet. A tale riguardo mi preme farvi presente che da oltre sei anni studio,come autodidatta,la lingua russa,le sue tradizioni e la sua storia.Sono sempre stato affascinato da questa terra e dal suo popolo che ha combattuto per la liberazione del nostro paese dal nazi-fascismo.




Sono stato diverse volte in Russia come lo sono stato nell'Ucraina dell'est,quella,che io ritengo, conserva ancora i valori del mondo russo.Approvo incondizionatamente l'aiuto che state dando alla popolazione del Donbass e di altre citta' perché questa è la missione che la Russia,sin dai tempi dello zar Ivan III,ha svolto per riunire tutte le genti russe che nel 1240 a seguito dell'invasione mongola e della distruzione di Kiev si erano disperse. Sono altrettanto convinto che si possa fare ben poco con le attuali oligarchie ucraine atteso il sostegno che hanno trovato nell'ovest ucraina da parte della destra fascista.Gli stessi non hanno capito che l'Ucraina è un paese economicamente morto e che solo la Russia poteva aiutarla.Gli USA fanno la loro parte,quella di colonizzare territori nuovi per vendere armi e strumenti di guerra,l'Europa da parte sua promette di dare soldi ma non li da perché non li ha(vedesi crisi Italia,Spagna,Grecia etc).




Anche gli USA promettono ma non danno anche perché i loro soldi(debiti) si trovano dentro le banche cinesi.E gli Ucraini stanno in finestra aspettando,come hanno sempre aspettato,l'elemosina che cada dal cielo. Bisogna ricordare agli stessi ucraini che il periodo storico piu' brutto lo hanno trascorso con l'occupazione polacca del 1569 e con l'occupazione nazista.In entrambi i casi è sempre stata la madre Russia ad aiutarli.Da parte mia ritengo che la Russia debba fare tuto il possibile per salvaguardare la minoranza russa che vive nelle zone di confine dell'est proponendo una sorta di "zona franca" e lasciare al suo destino la popolazione del centro-ovest.




Vi faccio i complimenti per il lavoro di informazione che state svolgendo e resto in attesa di un vs contatto anche telefonico per ogni forma di collaborazione che potra' essere ritenuta utile.




francesco sperti







LIBIA : 5 GIORNALISTI RAPITI




Cinque giornalisti sono stati rapiti in un falso controllo vicino alla città di Ajdabiya. Martedì scorso, mentre tornavano da Tubruk dove erano andati a coprire l' apertura del "nuovo parlamento" .




Informacióne basata nella pupblicazióne del periódico The Libya Herald, formata da giornalisti che lavorano per la TV della Cirenaica. Appartiene al leader federalista Ibrahim Jadhran.




I fatti sono successi a 40 km dalla città di Ajdabiyah, in un falso controllo da cui sembra essere che fossero di Ansar al Sharia che opera in questa área, sono cioè di nuovo i cosidetti estremisti islamici, seminando terrore e violando tutte le leggi.




La notizia si può leggere in http://www.europapress.es/internacional/noticia-secuestrados-cinco-periodistas-cerca-ajdabiya-cubrir-apertura-sesiones-nuevo-parlamento-20140806011140.htpl




Ora dobbiamo andare a vedere le "informazioni" che daránno i media per raggiungere gli obiettivi che pretendono rapendo queste persone con mire internazionali. Ovviamente questo rapimento ha un obiettivo e sicuro che non è per favorire i libici.




Leonor Massanet Arbona










Le milizie verdi delle tribù hanno ottenuto il controllo dell' accampamento 27 a Tripoli e hanno arrestato alcuni terroristi. Si sono trovati mercenari di tutte le nazionalità e specialmente del Pakistán.

http://www.facebook.com/photo.php?v=71370132198339&set=vb.267151173320025&type=2&theater

Tras recuperar Trípoli, la morar de las milicias verdes sube.

https://www.facebook.com/LibyanWarTheTruth/posts/537384456389244?notif_t=notify_me




Senza dubbio questa notte ci sono stati nuovi scontri nell' accampamento 27 dopo che i mercenari di Misurata hanno ricevuto rinforzi e munizioni da Misurata via mare. E' un esempio della ragióne per la quale la NATO ha bombardato e distrutto la città libica di Tawerga, precisamente perchè Misurata si era connessa via mare a Trípoli o Benghazi.




La Libia continua a stare senza elettricità per il taglio provocato dai terroristi di Misurata e la Sharia. La città di Sabha stá soffrendo specialmente dato che è situata in pieno deserto a temperature molto alte e tutta l' acqua che utilizzano viene estratta con le pompe. La situazione sta diventando crítica come nell' assedio del 2011 da parte della NATO quando gli animali morivano di sete e le persone vivevano solo per trovare acqua e alimenti.




Di nuovo ricordiamo e mai dimenticheremo che questa situazione esiste e si mantiene solo perché l' occidente si stá movendo e sta appoggiando tutti questi mercenari del mondo intero, mentre gli USA mandano armi e dirigono l' invasión.

Le embasciate hanno abbandonato la Libia, ma i gruppi armati dall' Italia, dalla Spagna, dalla Francia, dall' Inghilerra e sopratutto dagli USA non solo non abbandonano la Libia bensì entrano di più e di queste cose i mezzi di comunicazióne non ci informano.




I libici che hanno sollevato la Libia scegliendo di lottare contro l' imperialismo, i libici che hanno lavorato per un' África unita stánno nelle cárceri mentre i criminali di tutto il mondo vengono protetti dall'occidente perchè distruggano il paese. Diffícile da credere ma vero :










Estos son los partidarios de la Sharia que occidente y la ONU apoyan para que gobiernen Libia:




Questi sono gli aderenti alla Sharia che l' occidente appoggia perché governino la Libia:




L' editore capo delle notizie tunisino Taoufik Ayadi ha dichiarato alla radio che il presidente del partito Watan (estremisti islámici in Libia che lottano contro i libici appoggiando la NATO e gli USA ) di Libia, ha offerto 4 millones de dollari per ripulire l' imnagine del famoso dirigente di alqaeda Abdel Hakim Bilhaj. Se ricordiamo un poco quando la NATO fece il colpo di stato a Trípoli, colllocò come capo della sicurezza questo signor Bil Haj, quando il mondo intero sa che era riconosciuto a livello mondiale di alqaeda, è stato in Guantanamo e nelle prigioni dell' Inghilterra, i libici torturati a Tripoli sempre lo nominano come dirigente, quando è iniziata l' aggressióne alla Siria è stato lui che si trasferì in Siria con un gran número di mercenari addestrati. La spiegazione che ha dato lui dicendogli cóme potesse dirigire Tripoli essendo un riconosciuto terrorista, disse che era cambiato… Realmente stava dove stava e faceva e fa ciò che fa perché aveva e ha appoggio dall' occidente




Un hombre "supuestamente" muy peligroso y muy útil para EEUU.




Un uomo "che si suppone" pericoloso e molto utile per gli USA.




Misurata apre un nuovo canale dove solo si trasmette festa e minaccie a tutti i libici che non obbediscono agli ordini.




La scarsità di petrólio, gas, elettricità, alimenti etc. sta provocando lunghe code in tutti i punti di possibili distribuzioni e i prezzi esplodono .










Leonor Massanet Arbona










PER LA MALESIA E' STATA KIEV




La Malaysia: è stata Kiev




Maurizio Blondet




10 Agosto 2014




L'accusa è apparsa sul New Straits Times, il maggior giornale malaysiano in inglese, il principale giornale del Sud-Est asiatico, e (come si dice) «molto vicino al Governo»: è stata l'aviazione di Kiev ad abbattere l'aereo MH17 e ad assassinare i 298 passeggeri. Il giornale scrive: «Analisti dell'intelligence degli Stati Uniti hanno già concluso che il volo MH17 è stato abbattuto da un missile aria-aria, e finito con il cannone di bordo di un caccia che gli stava dietro».




È la conferma della versione fornita da Mosca fin dai primi giorni, e sostenuta con dati radar e satellitari, che mostrava un Sukhoi 25 attaccato alla coda del Boeing malaysiano prima che precipitasse. Il giornale di Singapore cita un monitor dell'OSCE fra i primi a giungere sul luogo del disastro. Costui, un canadese-ucraino di nome Michael Bociurkiw, parlando alla tv canadese CBC il 29 luglio, già aveva dichiarato: «Ci sono due o tre pezzi della fusoliera che appaiono crivellate da qual che sembra un fuoco di mitragliatrice, un fuoco molto nutrito». Anche un pilota della Lufthansa a riposo, Peter Haisenko, dalle foto dei resti dell'aereo, ha dichiarato che parte della fusoliera era crivellata da colpi di mitragliatrice; aggiungendo – è stato il primo a notarlo – che i proiettili avevano colpito i pannelli sia a destra sia a sinistra, ciò che esclude un missile lanciato da terra e fa pensare a un accanito inseguimento di un caccia.




Il giornale ha anche ricordato che il Governo di Kiev ha sequestrato le registrazioni della torre di controllo del momento dell'incidente, e intervistato l'Ambasciatore ucraino in Malaysia, Igor Humennyi, il quale ha balbettato: «Non ci sono prove che i nastri siano stati confiscati dallo SBU (i servizi di Kiev). L'ho letto sul giornale». Ha detto anche di non sapere se i nastri sono stati consegnati al gruppo d'indagine tecnica sul disastro.




Ma le peggiori rivelazioni incriminanti per il regime ucraino sono tratte da un articolo di Robert Parry, giornalista d'inchiesta di lungo corso (fu lui a rivelare lo scandalo Iran-Contra, ai tempi di Reagan) da lui postato sul sito ConsortiumNewsfin dal 22 luglio, e – chissà perché – del tutto ignorato dai liberi media occidentali. In questo articolo Parry cita la «intelligence community» americana (IC): «È possibile che il Malaysia Airlines 17 sia stato abbattuto in un fallito tentativo di assassinare il presidente russo Vladimir Putin, il cui aereo sta va tornando dal Sudamerica lo stesso giorno». Reduce dagli incontri coi BRICS a Belo Horizonte, l'aereo presidenziale russo «ha gli stessi colori rosso-bianco blu della compagnia malaysiana». L'iniziativa di abbatterlo non sarebbe venuta dal Governo di Kiev nel suo complesso, ma dall'iniziativa privata e improvvisata di «certi estremisti ucraini»: «Evidentemente costoro, nella loro idea di fare un agguato all'aereo di Putin, hanno avuto solo pochi minuti per identificare l'aereo e decidere di sparargli; è possibile che abbiano preso una decisione affrettata, prima di accorgersi di aver commesso un tragico errore».










Andriy Parubiy




Se vi sembra una storia incredibile – «estremisti ucraini» che prendono la cloche di un Sukhoi 25, e ubriachi si mettono a mitragliare un Boeing credendolo l'aereo di Putin – tenete almeno presente questo fatto: sùbito dopo l'incidente, a Kiev s'è dimesso dalla poltrona della Sicurezza Nazionale (ossia da Ministro, di fatto, del settore militare) Andriy Parubiy. «Grosso leader neonazista – racconta Parry, imbeccato dall'Intelligence Communitystatunitense – Parubiy è quello che ha organizzato e diretto le forze paramilitari che hanno fatto il putsch del 22 febbraio, obbligando Yanukovitch e il suo Governo alla fuga». Ora, costui, a capo della sicurezza nazionale, era non solo il tipo giusto, ma anche nella posizione di tentare la bravata criminale di ammazzare Putin abbattendo il suo aereo, lanciandogli dietro un Su-25. Quasi certamente – almeno così afferma la IC – Parubiy non ha avvertito il presidente Poroshenko né il capo del Governo Yatsenyuk: anche questo è nello stile dei caporioni del Pravi Sektor, che il la componente «rispettabile» del regime s'è dovuta associare al Governo, ma che fanno di testa loro e mantengono verso i «rispettabili» un atteggiamento di sfida.




Effettivamente, il 24 luglio è avvenuto uno scontro violento ed oscuro ai vertici del Governo. Arseni Yatsenyuk, il Primo Ministro, l'uomo di Scientology, il preferito dal Dipartimento di Stato, la faccia pulita della giunta, ha annunciato le dimissioni; invece poi a dare le dimissioni è stato il teppista Parubiy, senza alcuna spiegazione. È facile immaginare che la faccia pulita non volesse condividere col teppista la responsabilità del criminale eccidio del volo MH17; alla fine, il Governo ha accettato di coprire il crimine, goffamente e malamente, confiscano i nastri della torre di controllo ed accusando una postazione missilistica dei russofoni del Donbass di avere abbattuto il volo malaysiano: insomma la versione ufficiale strombazzata da tutti i «grandi media», all'unisono, in Europa.




Il punto è capire cosa sia l'Intelligence Community(IC) degli Stati Uniti, e perché faccia filtrare a Robert Parry la vera versione dei fatti, in questo modo insieme anonimo ed autorevole. Lo adombra lo stesso Parry: il fatto è, scrive, «che solo tre giorni dopo l'abbattimento, il segretario di Stato Kerry faceva il giro dei talk-show domenicali sostenendo di avere "straordinarie e precise" prove che erano stati i ribelli ad abbattere l'aereo con missili forniti dalla Russia; e già io (Parry) era stato avvertito che l'Intelligence Commmunitymancava di qualunque immagine satellitare che confermasse le accuse di Kerry, e che il solo sistema missilistico BUK nell'area era sotto il controllo dei militari ucraini».




Oggi, mentre le prove in contrario si accumulano, Kerry non demorde: e «i potenti sono notoriamente restii ad ammettere gli errori», sospira Parry.




Dunque la Intelligence Community nel suo complesso sta facendo arrivare un messaggio a Kerry. Forse quel messaggio è: stavolta, non contate su di noi per sostenere la vostra menzogna. Forse è: dateci ascolto, evitare di fare una figura ripugnante da idioti e complici di delinquenti, ormai la verità è venuta a galla. scrive Parry: «Già un giudizio affrettato portò gli USA, un anno fa, quando il gas Sarin uccise centinaia di persone a Damasco il 21 agosto, a puntare il dito accusatore contro il presidente Bashar al-Assad... nei mesi seguenti l'accusa di Kerry è caduta in pezzi, essendo molti analisti convinti che sono stati gli estremisti siriani a lanciare il gas come provocazione, per trascinare le forze armate USA al loro fianco nella guerra civile».
















APPELLO AL GOVERNO ITALIANO E ALLA COMUNITA' EUROPEA CONTRO LE SANZIONI




Al Presidente del Consiglio dei Ministri

Matteo Renzi




Al Presidente del Consiglio Europeo

Herman Van Rompuy




Al Presidente della Commissione Europea

Jose' Manuel Barroso




Al Presidente del Parlamento Europeo

Martin Schulz




I sottoscritti imprenditori italiani, sicuri di esprimere le preoccupazioni di centinaia di aziende del nostro Paese sulla politica delle sanzioni europee contro la Federazione Russa, fanno appello al Governo Italiano e alla Comunita' Europea dicendo basta alla politica delle sanzioni.




Le sanzioni, come giustamente rilevato da qualche ministro italiano, colpiscono sia

chi le riceve che chi le impone.




La Russia non e' un Paese, che vive in un mondo separato dal resto del contesto internazionale,

ma e' un Paese di libero mercato, integrato al resto dell'Europa e del pianeta, sia dal punto di vista

economico che culturale.




Se le sanzioni e la conseguente politica europea metteranno in difficoltà l'economia russa,

questo diventerà un boomerang in primo luogo contro l'Europa e contro

il nostro Paese.




Siamo legati alla Russia non solo per le questioni energetiche, gas e

petrolio, ma su tanti campi della economia.

Migliaia di imprese italiane, che danno lavoro a milioni di persone,

fanno affari con l'immenso mercato russo, nel campo del turismo, della moda, delle

calzature, dell'arredamento, nel campo alimentare e tecnologico e in tanti altri settori.




La Russia e' un Paese europeo e la Comunita' Europea si deve adoperare,

seriamente e a tutti i livelli, per riprendere il dialogo.




E' ora di uscire dalla logica da guerra fredda ed aprire una nuova fase

della politica europea, improntata al dialogo e ad una politica di pace,

nel nostro continente.




Solo il dialogo potra' risolvere li problemi e ristabilire normali

rapporti tra i nostri Paesi.

Speriamo e ci auguriamo che nel semestre italiano, questo dialogo venga ripreso e il nostro Paese possa svolgere

un ruolo di ricucitura, per l'interesse di tutti, dei rapporti con la Federazione Russa.




Cordiali saluti




Antonio D'Ettorre

Presidente Consiglio di Amministrazione - promotore appello + 39 338 6431869

Indaco Travel S.r.L. - Terracina LT




Presidenza e Direzione

Camera di Commercio Italo - Russa - Milano

(in rappresentanza di circa 200 associati)




Giangrandi Robero

Italia Russia e Business - Firenze




Antonio Simeoni

Direttore Hotel Villa dei Principi - Lido di Fondi LT




Simonetta Ricci

Iscra Viaggi - Genova




Alfonso Adinolfi

Fadi Travel - Salerno




Giovanni Amuro

Titolare degli hotels - Torre del Sole - River Palace - Sporting - Villa del Sole.

Terracina LT




Adriana Trapani

Guida Turistica - Napoli




Angelo Spinosa

Titolare Hotel Villa Irlanda - Gaeta LT




Ubaldo Fusco

Titolare Villaggio Le Palme - Terracina LT




Antonietta Consalvi

Titolare Grand Hotel Palace - Terracina LT




Angelo Sangiorgi

Titolare Hotel Il Guscio - Terracina LT




Leandro La Croix

Titolare Hotel Summit - Gaeta LT




Vincenzo Lieto

Noleggiatore con conducente - Napoli




Ivan Marino

Guida Turistica - Napoli




Roberto De Filippis

Titolare Hotel Albatros - Terracina LT




Fabrizio Bombieri

Direttore Circeo Park Hotel - San Felice Circeo LT







Stabellini Alessandra

Titolare Ottica Stabellini - Terracina LT




Vera Klimova - Guida Turistica - Napoli










Sulla trasmissione di RAI Storia dedicata a Stalin







Ieri sera ho sentito la storia su Stalin. Mi è piaciuto il finale in cui si dice che i Cittadini russi non rifiutano questo Personaggio. Oggi i Russi sono più di centoquaranta milioni, scolarizzati al 98%. Forse andava raccontato, a noi Italiani con una scolarizzazione non troppo brillante, cosa Stalin aveva fatto a Baku,quando nelle distillerie gli operai crepavano per le esalazioni e lui, chiamato Koba, perseguitato dalla polizia degli Zar di tutte le Russie, li incitava alla ribellione. Fino al primo tentativo di rivoluzione del 1905. Forse andava raccontato come i mercenari americani, inglesi e francesi operavano contro la "rivoluzione"socio-economica portata nell'immenso territorio dai Commissari politici di Stalin e quanto la Standard Oil americana tremava e tramava, già allora, contro la Russia per contenderle le vendite sui mercati europei esu quelli asiatici, del suo petrolio caspico. Forse andava raccontato con più dettagli quando, con gli aggressori tedeschi, italiani, romeni e ungheresi alla periferia di Mosca, anzichè scappare come hanno fattoi nostri Capi nel '43, è rimasto al suo posto coi suoi ragazzi dell'Armata Rossa!! E andava rimarcato il suo carisma determinante nell'enorme sforzo bellico sovietico, uomo contro uomo, per liberare l'Europa rispetto a quello degli Alleati, bombardieri contro civili nelle città, Dresda rasa al suolo, 174 mila edifici colpiti, negli ultimi giorni di aprile '45, chiese, scuole, ospedali, Russi ormai quasi a Berlino.E fra l'altro gli egregi storici non parlino di milionate di vittime. Negli anni trenta, quelli della "ferocia" e dei"mangia bambini", l'URSS contava 148 milioni di abitanti ed è passata in dieci anni a 162 milioni. Il calodemografico consistente è avvenuto durante la mattanza del '41-'45 ed in Ucraina, trovi centinaia di cimiteri con foto di giovani soldati con stella rossa sul berretto e fiori freschi. Ancora oggi. E non erano cecchini mercenari pagati con dollari, per fare montare la nuova non certo costruttiva guerra fredda.




Buon lavoro.

Dott.Guido Sartorio







I segreti sporchi dell'oro nero




Egregi della Redazione,




Ho letto l'articolo "RUSSIA-USA sulla guerra del petrolio.




Nel 2008 ho fatto una ricerca sulla storia del petrolio in relazione ai rapporti USA-RUSSIA. Ho tentato con un paio di Case di pubblicarla senza alcun esito. Ho stampato una ventina di copie per amici e parenti senza ricavarne troppo interesse, purtroppo.




Negli anni che son seguiti posso dire che fatti e mie osservazioni descritti hanno assunto sempre maggior importanza. Dalle tensioni in Ucraina, alle difficoltà nella realizzazione del South Stream.

Ritengo che sia un grosso errore la scarsa informazione obiettiva sull'argomento petrolio, gas e rapporti con la Russia.




Sono un pensionato di 80 anni, sono "nessuno" e non ho altro interessese non quello di dividere con altri il mio modesto"sapere". Non ho idea come Voi potreste collaborare, ma tento lo stesso.




Vi allego presentazione e indice del mio elaborato. Se siete interessati vi spedisco l'intero lavoro.




In attesa grazie per l'attenzione.

Dott. Guido Sartorio




Di seguito pubblichiamo l'introduzione al lavoro del Dott. Sartorio, inviataci da quest'ultimo. Chi, tra i lettori, fosse interessato può scrivere all'autore guido.sartorio at gmail.com




Il tiranno liquido - Breve storia dell'Oro Nero




Nel lontano 1877 entrò in vigore la legge Coppino che rese obbligatoria, gratuita elaica la frequenza della scuola elementare.Da centotrentatre anni saper leggere e scrivere è un diritto-dovere ed oggi per saperebasta una scatoletta metallica, un po' d'energia elettrica ed uno schermo di qualchecentimetro quadrato.Ritengo quindi che " non sapere", ovvero l'ignoranza, prima di essere una piagasociale, è una grossa responsabilità individuale.Ho scritto queste pagine con l'intento di donare ai giovani la curiosità e lo stimolo aun'attenta ricerca sull'argomento oro nero.Questo libretto, un centinaio di cartelle fitte di dati, è l'inizio di un viaggio in un mondopoco conosciuto, quello di uno dei mercati più ricchi e redditizi che cominciò nel 1855.Il mercato del petrolio!E' un viaggio senza fine o peggio senza meta?Non lo so.Uno studente col quale mi trovai a parlare di petrolio definì questa materia prima"tiranno liquido".




Sono un chimico e una delle mie prime attività lavorative l'ho svolta negli anni sessantain un impianto petrolchimico.Allora non sapevo nulla di economia, di storia, di politica, del petrolio stesso.Oggi ne so poco di più e so pure che c'è ancora tanto da scoprire, da leggere, dadiscutere.Il mio cervello cominciò a ronzare quando, sfogliando distrattamente il volume di DanielYergin, "Il premio", appresi che i Nobel, quelli del premio, gente dall'animo sensibile egeneroso avevano a che fare col petrolio russo e che i Rockefeller, che consideravopilastri della beneficenza, esemplari dispensatori di borse di studio, fautori della ricercascientifica, pure loro avevano a che fare col petrolio americano.Sfogliando ancora il testo di Yergin lessi la sigla APOC, Anglo Persian Oil Company.La Persia, oggi Iran, ricordi della mia giovinezza, quando la cronaca mondana sioccupava dello Scià e della sua stupenda moglie Soraja. Sfarzi e feste, oro e gioielli,ricchezza sfacciata di tutti gli Scià del Medio Oriente che ritenevo venisse dai loro padri enonni, conquistatori e tiranni. Invece era rendita da vendita di petrolio.La rivalità fra tedeschi e inglesi, francesi, russi nella prima guerra mondiale e la finedell'impero ottomano.




C'erano anche interessi per il petrolio del Medio Oriente! Le tristi pagine della seconda guerra mondiale, l'aggressione alla Russia e la disfatta diStalingrado, la guerra nel Pacifico fra Giapponesi e USA. Sempre causa-effetto ilpetrolio caucasico, quello romeno, quello del Golfo Arabico e quello delle IndieOlandesi. Quanti in Italia conoscono la storia dell'AGIP, di Enrico Mattei, dell'ENI e l'entità dellasua produzione nel mondo? Noi italiani fra i grandi del petrolio!Cosa rappresentano il petrolio ed il gas russo provenienti dal Mar Caspio?? Perché si parla di barili di petrolio anziché di litri o altra misura?Quanti sanno veramente cos'è l'OPEC? Perché si è costituita? Cosa c'entra ilVenezuela, paese sudamericano, con gli Arabi?? Tanti vedono la gialla conchiglia della Shell. Conoscono la ragione di quel simbolo? Perché e da dove arrivano l' Esso, la Mobil, l'Amoco, la Chevron, la Texaco, la Gulf,la BP, la Rosneft, la Gazprom ? Russia ed Iran, due Paesi, che per il gas rappresentano il 42% delle risorse delpianeta.




Si parla quasi ogni giorno di petrolio. Quanti sanno che è venduto a circa 10 volte il suocosto di produzione in un mercato che rende in totale più di 8 miliardi di dollari algiorno!!Non sono uno storico, né un'economista o un ecologista, sono un italiano che cerca dicapire quello che è successo, che sta succedendo in Medio Oriente e nel mondo e cheha a che fare con la ricerca, con la produzione e la vendita del petrolio ed oggi anche delgas naturale.Il mercato e le speculazioni sul petrolio, i continui aumenti di prezzo dell'energia, letensioni nelle aree geografiche che hanno a che fare con pozzi petroliferi o oleodotti egasdotti.Il Petrolio nero, puzzolente, inquinante è per momento la principale materia prima perprodurre energia ed altri materiali indispensabili alla vita dell'uomo moderno.Nella storia del pianeta ci sono stati periodi in cui situazioni ambientali, fenomeniatmosferici, impatti o interferenze con altri corpi celesti hanno rappreso la materia e creatola vita.Molti pensano che ci sia stata un' intelligenza a creare tutto quello che ci sta intorno e noistessi.L'era dell'uomo dura da qualche milione di anni, ma solo da poco più di un secolo stadiventando determinante per la sorte di sé medesima. Co2, effetto serra, ghiacci che si sciolgono, catastrofi ambientali.Come si concluderà??? Non c'è nulla di certo !! …tranne che la terra continuerà agirare, portandosi sulla pelle tracce dell'uomo come si è portata quelle dei dinosauri, finoa quando si dissolverà nel calore del sole in agonia, quando anche lui, stanco esaurirà lasua attività e tutto il suo sistema collasserà.Fra milioni di anni, ma ineluttabilmente.Importante è che l'uomo, nella sua evoluzione non commetta errori madornali, non sicarichi anche della responsabilità di aver contribuito alla fine della specie.




Per non sbagliare bisogna conoscere, leggere, riflettere.Stiamo vivendo un periodo della nostra storia che esige dei cambiamenti radicali, dellescelte ponderate.La storia è un enorme otre pieno di avvenimenti, di fatti accaduti, di donne e di uominiautentici che hanno creato, realizzato, distrutto cose.Se lo si apre ne esce un vento impetuoso che spazza via una nebbia puzzolente satura dichiacchiere pronunciate e riportate da donne e uomini fantasma.
















La Russia di oggi - convegno a Roma




Che cosa è la Russia nel 2014?




Venerdì 11 luglio si svolgerà a Roma nella sala Pietro Cortona del Campidoglio un convegno intitolato "Che cosa è la Russia nel 2014? Le prospettive delle relazioni italo-russe". Tra i relatori Vitalj Fadeev, consigliere dell'Ambasciata di Russia aRoma, Irina Osipova vice presidente del RIM, Movimento Giovani Italo-Russi estudentessa dell'Accademia Presidenziale Russa, Luca Bertone,presidentedell'Asssociazione Lombardia-Russia, Alfonso Piscitelli, autore di Rai Radio Uno eresponsabile del progetto culturale Eu-Rus.




Al convegno partecipano altresì Alfonso Rosanova presidente dell'AssociazioneMade in Roma, il manager Pietro Furlan che svolge attività di consulente industrialein Russia.In rappresentanza delle forze politiche parteciperanno Alfredo Antoniozzi, giàparlamentare europeo di Forza Italia e Giordano Tredicine Vicepresidente delConsiglio Comunale di Roma di Forza Italia, Francesco Fillini esponente del partitodi Fratelli d'Italia.




Il convegno patrocinato dall'Ambasciata Russa in Italia si celebra negli stessi giorniin cui il Ministro degli Esteri, Mogherini, prepara il suo viaggio Mosca per rinsaldarei rapporti bilaterali dopo i giorni della crisi ucraina.Che cosa è la Russia nel 2014 lo chiediamo ad Alfonso Piscitelli: "La Russia è oggila principale valvola di ossigeno per la nostra economia.




L'Italia dopo la Germania èil principale partner europeo della Russia. Dalla Russia arriva l'energia e un flusso dituristi (un milione all'anno) che ha superato la presenza degli stessi giapponesi. IRussi risentono del fascino della moda italiana e del made in Italy. A partire dalduemila i due protagonisti del dibattito politico, Silvio Berlusconi e Romano Prodi,hanno entrambi compreso la fondamentale importanza geopolitica dell'integrazioneitalo - russa. Sulla base di questa consapevolezza si sono sviluppati i progetti dicooperazione energetica tra Eni e Gazprom. Il colosso energetico russo"




Il falco del Cremlino sbarca a Milano per (ri)lanciare la sfida Eurasiatica







6 Luglio 2014

Buongiorno,

Vi invio in allegato un articolo riguardante un'interessante intervi-

sta col Prof. Aleksandr G. Dugin comparso sul noto sito Internet i-

taliano meridionalista "RETE TRADIZIONALISTA DELLE DUE SICI-

LIE", per il caso che possa esserVi utile.




http://iltalebano.com/2014/07/02/il-falco-del-cremlino-sbarca-a-milano-per-rilanciare-la-sfida-eurasiatica/




Tuttavia, con questo numero a me non riesce di aprirlo. Perciò ne

ho fatta una copia, che è quella che Vi mando.




Cordiali saluti,

Raffaele Pasculli










Le responsabilità dell'Europa in Ucraina




La situazione di crisi dei rapporti che viviamo oggi in Europa, riferita al caso ucraino, ha gran parte delle responsabilita' nella politica della Comunita Europea.




In questi anni l'Europa ha affidato la sua politica estera agli Usa, non ponendosi mai come soggetto autonomo e con un compito di mediazione, anche perche' paesi come Polonia, i Baltici, hanno condizionato la politica estera europea, nel senso antirusso.




Oltre questo, l'Europa ha giocato un ruolo ambiguo nei confronti della Federazione Russa. Da una parte quest'ultima e' stata corteggiata perche' fonte di grande possibilita' economiche, che difatti hanno salvato l'Europa da una profonda crisi economica. Proviamo ad immaginarci cosa sarebbe stata l'Europa senza questo grande mercato, rappresentato dalla Federazione Russa, non solo, come spesso si dice per le sue ricchezze energetiche, gas e petrolio, che soddisfano il fabbisogno di gran parte dei Paesi Europei ma, anche per le grandi opportunita' di tante imprese europee che hanno trovato una grande valvola di sfogo nel campo del turismo, dell'abbigliamento, dell'arredamento, delle auto, macchinari in genere, dei prodotti alimentari e della ristorazione, che hanno dato e danno lavoro a milioni di persone.




Dall'altra parte l'Europa ha lavorato per portarsi nella sua sfera di influenza, facendoli entrare nella comunita', tutta una serie di Paesi, cercando di tenere isolata la Federazione Russa. Una politica che nei fatti ha tradito la stessa Russia e l'idea futura di una Europa di cui la Russia divenisse parte integrante.

Ultimo atto quello di voler portare l'Ucraina dentro la Comunita' Europea, per adesso con il primo accordo di associazione, e accerchiare la Russia, magari favorendo, nel prossimo futuro, l'installazione delle basi Nato, ai confini russi.




In Russia non c'e' piu' il sistema socialista,ma l'Europa continua a mantenere un atteggiamento pregiudiziale antirusso, come se i vecchi retaggi mentali e culturali, dell'epoca Sovietica, non fossero ancora stati liberati da questo pregiudizio storico.

Questa pregiudiziale antirussa non ha fatto valutare o non ha voluto far valutare, cosa realmente e' successo in Ucraina, con i fatti di Maidan di febbraio, dove forze di ispirazione nazista, cioe' la forza politica "pravi sector" e forze di oscura provenienza, ma non tanto oscura visto che si parla di una presenza di mercenari stranieri, hanno portato a termine un colpo di stato ed hanno condizionato e stanno condizionando la vita politica in Ucraina e avviato un periodo di freddezza dei rapporti tra l'Europa e la Federazione Russa.




Rapporti Europa - Russia, che che in questi ultimi 20 anni era arrivato ad un livello, sia di integrazione, che di scambi, in tutte le sfere, non solo economiche, ma anche culturali ed umani, come mai nell'ultimo secolo.




Questa integrazione, questo sviluppo dei rapporti, non e' piaciuta e non piace agl USA, che difatti la metteva un poco ai margini della scena internazionale, rispetto al rapporto con l'Europa. Essendo l'interscambio di molto superiore, rispetto a quello Europa USA.




In questo quadro generale, una fine strategia ha puntato all'anello piu' debole e maggiormente influenzabile, l'Ucraina.

L'Ucraina, cuscinetto tra la Russia e l'Europa, rimasta l'unico stato, pieno di contraddizioni interne, e divisioni politiche ed etniche, decennali e attraversato da una crisi di identita' come stato.




Una fine e oscura strategia, prolungatasi negli anni, perche' la questione Ucraina, la sua crisi non nasce da oggi, ma dalla fine della Urss, dove gli equilibri etnici, la questione territoriali, della cittadinanza, non e' mai stata del tutto definita. Con la fine dell'Urss, non c'e' stato un vero e proprio assestamento completo dei rapporti tra gli ex stati membri e sulla questione delle nazionalita'.




Come per esempio il problema della nazionalita' nelle repubbliche baltiche, ed in particolare in Lettonia ed Estonia, che pur non avendo mai mai risolto il problema delle nazionalita', visto che centinaia di migliaia di persone di origine russa, non hanno cittadinanza, cioe' non hanno diritti, "essendo non cittadini", come scritto nei passaporti di molti di etnia russa che vivono in Lettonia. Questi Paesi sono state fatte entrare nella comunita' europea,senza nessuna condizione a risolvere il problema, ma sempre nel quadro della strategia di isolare la Russia.




In sostanza nel cuore dell'Europa ci sono centinaia di migliaia di cittadini europei, di etnia russa, che non hanno cittadinanza, con il silenzio di tutti su questa questione delicata.




La scelta dell'Europa di non essere autonoma nei confronti degli USA, ha difatti avallato, con complicita', la politica degli USA, tendente a creare le condizioni perche' presto l'Ucraina, tramite l'Europa, entri nella sfera di influenza degli USA, con l'adesione alla NATO.

Puntando difatti ad isolare la Federazione Russa.




Il colpo di stato di febbraio ha rimesso in moto questioni irrisolte, compreso la questione Crimea, da sempre territorio russo, sin dai tempi dell'impero zarista, e con la stragrante maggioranza di etnia russa, regalato da Krusciov all'Ucraina, durante il periodo Sovietico. Popolazione che non accettando un regime nazista insediatosi a Kiev, ha deciso con un referendum di avere l'indipendenza da Kiev. Referendum con un consenso del 97%, non una minoranza ma una quasi totalita' di cittadini.




Parlare di nazismo e fascismo in un Paese che nella seconda guerra mondiale ha perso oltre 20 milioni di persone, dove tutti hanno perso familiari o hanno avuto forti sofferenze, porta ad una reazione negativa, perche' forte e' il senso antifascista e antinazista.

I Paesi europei e le organizzazione internazionali non hanno riconosciuto il risultato di questo referendum, contraddicendosi fortemente, visto che in precendenza aveva riconosciuto l'indipendenza del Kossovo, autoproclamatosi indipendente.




Come dire sempre due pesi e due misure, a seconda di chi sono gli attori in campo.




Da mesi assistiamo a dichiarazioni, posizioni, contraddizioni, dei ledaer europei, che annunciano sanzioni contro la Russia.




Quando in maniera stupida ed ipocrita si parla di sanzioni contro la Russia, non so se non si capisce o si fa finta di non capire, che i primi ad essere colpiti dalle sanzioni siamo noi stessi europei.

Parlare di sanzioni e' una cosa cosi anacronistica, in un periodo storico come quello che stiamo vivendo, dove le economie e i rapporti umani, famiglie miste, gli accordi culturali, sono cosi intrecciati e radicati, tra i diversi Paesi, che chi ne parla sta fuori dalla realta'.




Oggi piu' di ieri la guerra e' mediatica, esiste una strategia di far passare i messaggi mediatici e preparare l' opinione pubblica mondiale, condizionarla, come la si vuole, secondo le convenienze di potenze internazionali, economiche e politiche.

Questo serve per preparare il terreno in modo che la reazione della opinione pubblica, diventa passiva, senza reazioni: vediamo cosa e' successo nel recente passato, la campagna contro Saddam Hussein, che ha preparato l' invasione USA dell'Iraq, vedi la campagna contro Gheddafi, per preparare l' attacco per eliminare il Presidente Libico.

Quale e' stata la reazione della opinione pubblica mondiale ? Nessuna, il motivo sta nel fatto che l'opinione pubblica mondiale era stata preparata ad accettare queste invasioni a popoli sovrani.




Oggi osserviamo cosa sta succedendo in questi Paesi, quale instabilita' e' stata determinata e osserviamo chi si e' impadronito delle risorse energetiche di questi paesi.




Se siamo attenti osservatori, da diverso tempo e' montata una campagna anti Putin, facendo passare il Presidente russo come un dittatore, il nuovo Zar e via dicendo. Una campagna costruita ad arte, che in realta' nasconde l' obiettivo di attaccare, isolare, la Russia, creando il terreno favorevole della opinione pubblica mondiale, per giustificare qualsiasi iniziativa contro la Russia.

Difatti e' passato il messaggio che Putin vuole impadronirsi dell'Ucraina e che vuole ripristinare i territori della ex Urss, quando quello che sta accadendo e' esattamente il contrario, sono altre forze che vogliono impadronirsi di questi paesi.




Questa politica estera dei vertici europei, ha pero' la sua debolezza, all'interno dei vari Paesi, visto che diversi settori della opinione pubblica e sopratutto delle aziende, di imprenditori, di associazioni di amicizia e culturali,che hanno rapporti con la Federazione Russa, non si riconosce con la politica dei propri governi, perche' va contro gli interessi economici di migliaia di aziende che fanno affari con la Federazione Russa, e che hanno rapporti culturali. La crescita o meno della economia russa, si ripercuotera', positivamente o negativamente, su tutta l'Europa e chi ha interessi economici con la Russia, ha interesse a mantenere e sviluppare i rapporti in senso positivo e pacifico. Su questo punto di debolezza bisogna lavorare, per creare alleanze a favore della Federazione Russa.




In particolare in Italia e Germania, in questi mesi, c'e' stata una forte presa di posizione di buona parte dell'opinione pubblica, di imprese, piccole e grandi, contro le cosidette sanzioni e per ripristinare con la Russia rapporti di distensione e di dialogo.




Un'altro capitolo, da trattare a parte e' lo sviluppo e la crescita delle associazioni di amicizia tra l'Italia e la Russia, nella reciprocita'.

Un punto un poco trascurato in tutti questi anni, ma che diventa di attualita'. Diventa sempre piu' necessario lavorare per far conoscere, in Italia ed in Europa, la realta' russa, la sua grande cultura e le sue tradizioni, diffondere la lingua russa, i rapporti, gli scambi, tra i giovani.




Oggi la Russia ha cambiato strategia, visto il tradimento degli europei, e guarda con forza e ragione verso l'Asia, vedi accordo sul gas con la Cina e la nascita dell'unione Euroasiatica, con Kazakhstan, Bielorussia e presto Armenia e altri Paesi.

Una Russia che a ben ragione guarda ad est, ma che deve, secondo la mia opinione, continuare a guardare ad ovest, accentudando e consolidando i rapporti, con Paesi, che in questa fase critica hanno mantenuto una posizione piu' di dialogo con la Russia, per rompere il fragile fronte europeo, fatto di falchi e colombe.




-- ANTONIO D'ETTORRE Presidente del Consiglio di Amministrazione Indaco Travel Viale della Vittoria, 4 04019 Terracina (LT) Italy







Considerazioni di un lettore




Cari lettori della Voce della Russia,

nessuno di noi può negare che gli USA da più di un secolo hanno invaso ed invadono ovunque ci sia spazio libero sul Pianeta ed ovunque, con la loro politica e con i loro Servizi segreti, con mercenari cecchini, riescano a crearlo.

Non riescono a star fermi oltre oceano, non basta loro il Continente americano, che non è poco!! Bravi ragazzi con la mania di essere i meglio, di vincere sempre, di "estrarre" per primi e di sparare con mira infallibile, di riempire di pugni quello che sta di fronte, di rialzarlo prendendolo per il bavero e con un altro pugno ributtarlo a terra e poi di nuovo, fino al battimani dopo aver porto la mano a quel poveraccio con la faccia gonfia e ormai priva di denti.

La Russia aveva un immenso Impero, è riuscita con enorme ammirevole sforzo a mettere alla porta invasori occidentali e mettere al riparo l'Europa dalle mire di un pazzo e dei suoi camerati italiani, romeni, ungheresi, ha lavorato sodo per modernizzarsi e poi si è ristretta in silenzio, senza rompere le scatole a nessuno, son rimasti centocinquanta milioni di abitanti su undici fusi orari, sta molto meglio economicamente, ma...cosa orrenda...si è permessa di "invadere" la sua Crimea.

Perchè Obama, bravo ragazzo, si sbatte tanto per l'Europa e per gli altri ???!!!! mica perché c' è puzza di petrolio!!??




Guido Sartorio, Staranzano.
















Da Intermicronational World [http://intermicronational.com] Cesidio Tallini




Micronazione promette di seppellire l'ONU

Il governatore dell'AMOMU (Arcipelago MultiOceanico delle Micronazioni Unite) va dal «Trattato della Grande Chiazza d'Immondizia Multioceanica», che lanciò nel giugno 2011, alla fase più attiva denominata «Terapia della Grande Chiazza d'Immondizia Multioceanica», solo 3 anni dopo (articoli principali in inglese). [IW]

http://intermicronational.com/micronation-promises-to-bury-the-un.html




Sconosciuti armati hanno attaccato una miniera nella regione di Donetsk

Mentre la Russia viene continuamente accusata in occidente di armare i ribelli filorussi, uomini armati con veicoli corazzati da trasporto truppa e camion, e con i simboli della Repubblica Popolare di Donetsk, hanno fatto irruzione nella miniera "Komsomolets Donbassa". È chiaro che ucraini senza cervello di Settore Destro (Pravyi Sektor) sono dietro queste iniziative, poiché i minatori sono filorussi! Queste tattiche poi sono "da manuale CIA" spiccicato, altro segno d'intelligenza leonardesca... [La Voce della Russia]

http://italian.ruvr.ru/news/2014_06_22/Sconosciuti-armati-hanno-attaccato-una-miniera-nella-regione-di-Donetsk-0215/




La Russia ha consegnato all'Ucraina 6 militari feriti

Sei guardie di frontiera ucraine, ferite nel bombardamento che si trovavano nel territorio della Federazione Russa, sono state consegnate alla parte ucraina. [La Voce della Russia]

http://italian.ruvr.ru/2014_06_21/La-Russia-ha-con-segato-allUcraina-6-militari-feriti-4097/




Nuovi investimenti per le infrastrutture

Mentre i ponti cadono, e le strade frantumano in America, il governo russo si è detto pronto a destinare il 60% delle risorse del Fondo nazionale di previdenza a progetti infrastrutturali. [RBTH versione italiana]

http://it.rbth.com/economia/2014/06/20/nuovi_investimenti_per_le_infrastrutture_31593.html







Da Agostino Spataro, autore del libro "IL GIARDINO D'OCCIDENTE"




Eurorussia: unire Europa e Russia Per alcuni l'Europa non è un continente, ma solo una propaggine dell'Asia verso l'Atlantico e il Mediterraneo. Fisicamente, così è. Tuttavia, da tremila anni, l'Europa è fonte e sede di una delle più grandi civiltà umane. Purtroppo, oggi, è in declino e molti, amici e concorrenti, cercano di anticiparne la caduta, per spolparsi le sue ricchezze materiali e immateriali. Più che una speranza ben riposta, il futuro dell'Europa è un problema mal posto, poiché resta incerto e succube di forze e interessi ostili e contrapposti. L'Europa ha smarrito il senso della sua dignità storica, della sua autonomia culturale e politica. La soluzione? La risposta non è facile. Abbozzò un'ipotesi, così di getto, che forse un po' risente della contingenza. La crisi è tale che l'U.E. potrebbe, perfino, disgregarsi. Per evitare tale pericolo, bisogna cambiare registro politico e strategico e puntare a una Europa dei popoli e non più delle consorterie multinazionali. Sulla base di tale correzione, dovrà proseguire l'allargamento fin dove è possibile nell'ambito dei popoli di cultura europea, abbandonando la politica di provocazione e delle tensioni svolta per conto terzi in ambito Nato. In tale prospettiva, diventa auspicabile, possibile il progetto di unire l'Europa con la Russia o, se preferite, di associare la Russia all'Unione europea. Sì, avete letto bene, la sterminata Russia che ci viene presentata come l'eterno nemico. Mi rendo conto che, oggi, un'idea simile potrà apparire paradossale, fuori da ogni ragionevole previsione, tuttavia un senso ce l'ha, una logica direi, specie se immaginata nel medio/ lungo termine e alla luce delle nuove riaggregazioni (spartizioni?) mondiali che stanno avvenendo su basi continentali e non più ideologiche o di reddito: Nord- Sud, Est- Ovest, ecc. Nel nuovo scenario (in formazione) l'U.E., barcollante e squilibrata al suo interno, rischia di apparire un "continente" in bilico, alla deriva. L'Europa, da sola, difficilmente potrà uscire da tale precaria condizione, dovrà aggregarsi per creare un nuovo polo dello sviluppo mondiale. Con chi? Gli Usa sono lontani e i loro interessi non sempre combaciano con quelli europei; l'ipotesi euromediterranea è stata fatta fallire per volere degli Usa e per subalternità francese. Non resta che la Russia ossia un Paese- continente, di cultura europea, che dispone di territori sterminati e di enormi riserve energetiche e metallifere, di boschi, di acque, di terre vergini, di mari pescosi, ecc. Evito ogni riferimento agli apparati e potenziali militari e nucleari che spero possano essere liquidati in tutto il mondo. Ma ci sono! Risorse importanti, strategiche che, unite al grande patrimonio europeo (tecnologie, saperi, scienze, professioni, tradizioni democratiche, ecc), potrebbero costituire il punto di partenza per dare vita a "EuroRussia", a una nuova "regione" geo economica mondiale, dall'Atlantico al Pacifico, al Mediterraneo. Ovviamente, questo è solo uno spunto, una "bella utopia". I giochi di guerra, gli intrighi per il nuovo ordine mondiale sono in corso da tempo. E sono ancora aperti. Il problema è come vi si partecipa, se da protagonisti o da comprimari. All'orizzonte si profila una nuova bipartizione del mondo, con Cina e Usa come capifila. Taluno prevede un'improbabile tripartizione, inserendo la Russia nel terzetto. Nessuno pronostica un ruolo primario dell'U.E., condannata a restare sottoposta agli Usa. Non sappiamo quali saranno la collocazione, il ruolo di Russia e dell'Europa fra 30/50 anni. Una cosa sembra sicura: divise, potranno solo sperare che uno dei due capifila le inviti ad accodarsi. (marzo 2014)




--




Una immane tragedia si sta svolgendo nel sud est dell'Ucraina. Una guerra fratricida che, come sempre, si accanisce sui bambini e sulle donne.




Sono già oltre 40mila i profughi che hanno raggiunto, dopo innumerevoli peripezie, principalmente la regione russa di Rostov sul Don.




Aiutateci a Salvare i Bambini" da sempre in prima linea nel dare aiuto concreto alle vittime del terrorismo e delle guerre: BESLAN, OSSEZIA del SUD,




VOLGOGRAD … ora il DONBASS e LUGANSK.




Abbiamo stabilito un rapporto con un Associazione di volontari che in quella regione, da settimane, portano sollievo nei campi profughi.




Ora spetta a noi ! Aiutaci ad aiutare chi ha perso tutto e ha bisogno di sostegno




Fai un donazione anche Tu ! Causale "Ucraina"




UNICREDIT







IBAN IT 44 S 02008 20800 000101660007










http://www.aiutateciasalvareibambini.org/sosucraina.html










Presidente 328 0210408










Cari amici della Voce della Russia,




vi scrivo per dirvi che Domenica 18 Maggio, a Clauzetto (Pordenone) si è svolta, in un'atmosfera di grande rispetto e commozione, la solenne cerimonia istituzionale italo-russa in onore del partigiano sovietico Danijl Avdeev, decorato dalla Repubblica Italiana della "Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria", nel 70-esimo anniversario del suo arrivo e della sua morte in Friuli.




Alla presenza di numerose autorità civili, politiche, diplomatiche e militari, dei rappresentanti delle confessioni religiose cristiane, di decine di cittadini italiani, russi e russofoni residenti in Friuli Venezia Giulia, e di tanti partigiani, a Danijl sono stati resi gli onori militari da parte del picchetto armato della gloriosa Brigata Alpina "Julia", sulle note del "silenzio" e della "Canzone del Piave" eseguite dalla rappresentanza della Fanfara della Brigata.




La deposizione delle corone d'alloro e dei fiori alla tomba di Avdeev ha preceduto la toccante piantumazione di una betulla commemorativa, dono della comunità russa.




Tutti i presenti hanno indossato il "Nastro di San Giorgio", incluse le autorità italiane, guidate dalla Presidente della Regione Debora Serracchiani.




La Federazione Russa è stata ufficialmente rappresentata dal Dottor Cenghiz Mukhamadeev, del Consolato Generale di Milano, e dal Console Onorario della Russia in Udine, Carlo Dall'Ava.










La Chiesa Ortodossa Russa (Patriarcato di Mosca) è stata rappresentata da Padre Vladimir Melniciuk, responsabile della Comunità Ortodossa in Udine.










Gli interventi degli oratori, incentrati sul ricordo del profilo umano e partigiano di Danijl Avdeev, oltre che sull'inestimabile valore della libertà, della democrazia e della pace, hanno suscitato diffusa commozione e prolungati applausi.










Al termine della cerimonia protocollare, i presenti si sono intrattenuti a lungo in un sereno momento conviviale, in cui hanno potuto assaggiare anche la celebre "Kasha", il tradizionale "rancio" militare russo, preparato in onore di Danijl.










L'ospite diplomatico russo ha espresso la sua profonda gratitudine ai promotori ufficiali della cerimonia, il cui ricordo non verrà mai meno nel cuore di tutti coloro che vi hanno partecipato.










Vi trasmetto il testo del "diktor" della cerimonia e del discorso commemorativo dell'oratore ufficiale. Assieme ad alcune foto di una giornata memorabile. Se ne avrò a disposizione di più belle, ve le manderò.










Un forte abbraccio










Jura (Jurij Cozianin - FAGAGNA - UDINE)













ITALOFILORUSSO




Questi deprecabili fatti:( l'incivile attacco all'ambasciata della Federazione Russa a Kiev) sono indiscutibile testimonianza che a Kiev tutto sta degenerando: lo Stato di diritto non esiste più . A Kiev, politici irresponsabili, di gradimento statunitense, danno la pessima prova di essere totalmente e ottusamente asserviti alle mire annessionistiche dell'unione Euro-pea " longa manus" della volontà maniacale di dominio planetario del gran Mr. Ob., collegato ai centri del potere finanziario di Wall Street, che è il vero mandante morale di tali riprovevoli avvenimenti quali l'assalto proditorio all'Ambasciata Fed.Russa :indice dell'odio che promana dagli yankee russofobi.




Abitanti dell'Ucraina, evidentemente allettati subdolamente dai falsi da miraggi di qualche meschino vantaggio proposto dell'unione-Euro, diffidate risolutamente e totalmente dei signori anti-Russi della guerra d'oltreoceano, e siate soprattutto accorti: non rinnegate invece i vostri veri fratelli Russi.













Gentilissimi della Redazione,




vi segnaliamo un articolo riflessione su un evento che a Messina ha attirato ed incanto moltissime persone...










" Il fascino dell'icona. La Mostra di Messina "




http://www.russianecho.net/index.php?option=com_content&view=article&id=564%3Ail-fascino-dellicona-la-mostra-di-messina&catid=9%3Amessina&Itemid=13&lang=it










Sul sito russianecho.net segnaliamo inoltre un articolo di Gina Pigozzo su uno degli artefici della storia dell'Alfa Romeo, che ha svolto un ruolo determinante anche nella Mosca degli anni '30...










" Ugo Gobbato, un italiano all'origine dell'industria sovietica "




http://www.russianecho.net/index.php?option=com_content&view=frontpage&Itemid=1&lang=it










Ringraziandovi per l'attenzione




porgiamo i più cordiali saluti




Associazione Culturale "Messina-Russia"













"Сhe Pena"




Il paese di Tolstoj, Dostoevskij, Tchaikovsky, Bulgakov, Puskin, Gogol in mano a dei razzisti, omofobi e guerrafondai.. che tristezza. Spero che un giorno il popolo russo apra gli occhi e si liberi di quella feccia che lo governa e instilla odio e pregiudizio nelle sue menti.




E voi che supportate la barbaria di quel governo: VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!







--

Alessandro Porrà










Da: iTALOFILORUSSO sulle Esercitazioni NATO nel Baltico










Laddove assurdamente da parte del gran Mr. Ob., collegato ai centri del potere finanziario di Wall Street, si pretende di controllare le forze armate della Federazione Russa sul proprio territorio nazionale (cioè in Russia), all'opposto si attuano invece provocatoriamente le esercitazioni belliche Baltops nel Mar Baltico notoriamente area marittima contigua alla Russia e quindi zona di rilevante importanza strategica nel sistema difensivo russo . Mi dispiace apprendere purtroppo che a queste manovre militari partecipino dei paesi dell'Europa orientale, nella vana illusione che, prestandosi a compiacere supinamente alle mire egemoniche della potenza russofoba d'oltreoceano, possano trarne un qualche vantaggio.










LETTERA DA UN ASCOLTATORE DI LUNGO CORSO










E' la prima volta che le scrivo, ma non è la prima che scrivo a Voce della Russia, alla pagina web di questa bella emittente che fu. Ascoltavo da quando era Radio Mosca, dal 1972. Continuo a sentirmi con una ex dipendente della VOR, Giovanna Germanetto, ed è appunto lei che mi ha consigliato di inviare l'informazione sul nuovo numero della rivista Radio Notizie che si indirizza agli appassionati del radioascolto. Allego in PDF la copertina del numero di Giugno 2014 di questa rivista, sperando di vederla inserita nella vostra pagina web. Gli interessati possono quindi richiederne una copia arretrata per valutazione al seguente indirizzo: gsergi 5050@hotmail.com










In questo numero diversi articoli su varie emittenti locali e internazionali ed il bel servizio sul mio viaggio in Argentina con l'intervista presso la RAE Radiodifusion Argentina al Exterior redazione italiana.










Grazie per l'ottimo sostegno alla nostra iniziativa, a Lei buon lavoro, a tutti buona lettura della pagina web di Voce della Russia.










Giovanni Sergi



















CONTRO L'ESPANSIONE DELLA N.A.T.O. IN EUROPA




SABATO 31 MAGGIO - ORE 17.30




VIA LUDOVICO DA BREME 11 – MILANO




[TRAM 14 FERMATA V.LE CERTOSA – VIA CASELLA]




PRESIDIO AL CONSOLATO UCRAINO




Siamo contro le stragi di Poroshenko e della sua guardia nazionale al cui interno stanno i neo nazisti.




Siamo con gli antifascisti ucraini che non vogliono il loro Paese servo della N.A.T.O.




L'annessione dell'Ucraina alla N.A.T.O. è un pericolo per tutta l'Europa




Chiamiamo quindi alla mobilitazione tutte le organizzazioni democratiche e i cittadini antifascisti amanti della pace e soprattutto tutti i lavoratori, poiché la guerra è contro il lavoro e tocca ai lavoratori fermarla.




Comitato contro la guerra – Milano










Per info : comitatocontrolaguerramilano@gmail.com - comitatocontrolaguerramilano.wordpress.com - cell. 3383899559













Geopolitica e Ucraina




La situazione geopolitica venutasi a creare in Ucraina, a causa della stolta politica anti-russa attuata da Kiev e dell'insensata e ridicola politica di sanzioni economiche attuata da USA, Unione Europea, consigliata da certe lobby ai "Savi di Kiev", ha prodotto notevoli danni per i Popoli d'Europa (soprattutto i Popoli Mitteleuropei). L'UE, invece di schierarsi con la Russia e perseguire i propri interessi, come al solito s'è accodata agli ordini degli americani, così com'era accaduto in Serbia. Il diritto all'autodeterminazione che è stato a suo tempo, e molto arbitrariamente, concesso al Kossovo (che era ed è Terra Serba da millenni) viene ora negato ai popoli russofoni dell'Ucraina e di Crimea. Perché? Non vantano, forse, i popoli autoctoni di Crimea e dell'Ucraina orientale maggiori diritti d'autodeterminarsi rispetto agli albanesi immigrati dall'Albania in Kossovo?










Tale situazione ha determinato:










1) Una possibile grave rottura politica, culturale ed economica con la Russia di Putin, che:




costituisce un punto di riferimento importante per un'Europa che non è ancora riuscita a ritrovare la sua identità e a sganciarsi dal giogo mortale di quei "poteri forti" internazionali, di natura metafisica e finanziaria, che a tutt'oggi la costringono in un tragico stato di sudditanza spirituale, culturale ed economica.




ha recuperato la piena sovranità sul piano economico e militare, ma ha anche intrapreso una decisa azione di riscoperta e di riaffermazione di quei valori tradizionali e nazionali che l'attività distruttrice di oltre settanta anni di comunismo ateo e di quasi venti anni di capitalismo apolide sembravano aver annientato. ha saputo recuperare gli eterni valori identitari e spirituali che stanno alla base d'ogni sana comunità popolare attraverso una battaglia per lo sviluppo demografico, la tutela della famiglia tradizionale e l'interlocuzione attenta con la religione ortodossa, maggioritaria presso il popolo russo: il presidente Putin, infatti, ha voluto affermare con forza l'importanza fondamentale dei valori tradizionali: la famiglia, la concezione spirituale della vita, il sentimento comunitario. Sovranità militare, economica, culturale e tradizione sono pertanto la cartina di tornasole di un paese, come la Russia, che vuole discostarsi da un mondo senza radici e senza valori che si trova allo sbando della crisi economica causata dal capitalismoapolide di stampo anglosassone.




2)Il ritrovarsi, all'interno della UE, l'ingombrante presenza di uno stato come l'Ucraina che:richiede agli altri stati europei di pagare i suoi enormi debiti.




costituisce fonte di destabilizzazione economica e militare.




Lo scontro in atto vede le forze della Sovversione contrapporsi alle forze della Tradizione. Da una parte sono schierati tutti certi Stati (Usa) quei poteri forti e quelle lobby che intendono isolare la Russia di Putin ed imporre una pericolosa strategia della tensione. Dall'altra vi sono i Popoli d'Europa che, radicalmente consapevoli che "non si può servire a Dio e a Mammona", vedono nella Russia di Vladimir Putin l'ultimo baluardo ancora schierato a difesa della Tradizione, indicandola, pertanto, come modello di riferimento per tutti i Popoli che intendono difendere dal nichilismo mondialista i valori dell'Identità e della Tradizione.




Federico Prati







Sei Russa? non ti assumo

Notizia segnalata da Alessandra D.

Sei russa, non ti assumo. E' successo in Svizzera, all'Istituto di Sostegno Scolastico di Losanna, dove Elena Wroblevski, insegnante di russo, si è vista rifiutare l'assunzione, in quanto cittadina del Paese di Vladimir Putin.




"Ho inviato il mio curriculum vitae, con tutte le credenziali e mai avrei pensato di poter essere discriminata, a causa delle mie origini", ha scritto, amareggiata, al quotidiano Rossiïskaïa gazeta. Eppure la Svizzera è un Paese neutrale e anche nella crisi tra Russia e Ucraina ha tenuto un profilo basso, limitandosi a bloccare i beni del 'ex-presidente Yanukovich e dei suoi famigliari.




Molti oligarchi, intanto, continuano a scorrazzare sulle loro berline di lusso, a Ginevra, Zurigo, Gstaad e Sankt Moritz. D'altro canto l'attuale presidente della Confederazione elvetica, Didier Burckalter, che in questo periodo presiede anche l'OSCE, si sta spendendo per smorzare i toni tra Kiev e Mosca e, durante il fine settimana, ha incontrato Vladimir Putin.




Evidentemente, però, al direttore dell'Istituto di Sostegno Scolastico di Losanna, Martin Freiburghaus, tutto questo non interessa e, sollecitato a spiegare il rifiuto ad assumere Elena Wrobleski, ha dichiarato che "la filosofia della nostra scuola ci impedisce di assumere una persona cittadina di uno Stato che ne occupa, illegalmente, un altro". "In questo modo- ha rincarato -intendiamo protestare contro la politica imperialista di Mosca, nei confronti dell'Ucraina".




Le dichiarazioni di Freiburghaus hanno infiammato il web, dove la maggior parte degli internauti si sono schierati con Elena Wrobleski. "Che colpa ha di essere russa?", hanno chiesto in molti, dando del "fascista" e del "razzista" a Martin Freiberghaus. Il sito web della scuola è stato oggetto di un attacco hacker. La vicenda, intanto, ha assunto una portata internazionale e innescato una reazione del Ministero degli Esteri russo. "Vorremmo sapere - ha scritto in una nota - quanti dei 140 docenti di quella scuola sono cittadini di paesi che hanno bombardato la Jugoslavia, partecipato alla guerra in Irak e finanziato il terrorismo internazionale". (da Repubblica.it)



















Tre anni di guerra in Siria










Aleppo, noi resistiamo ...










Aleppo, lettera N° 17










1 maggio 2014






















A un giornalista che mi ha chiesto come vorrei descrivere la situazione in Siria, ho risposto: imputridita .










Ecco, da tre anni è in corso la guerra e nessuno dei due campi è in grado di prevalere militarmente e non appare nessuna soluzione politica all'orizzonte. Le Potenze regionali e mondiali ( così come i media ), sembrano aver perso interesse a questo conflitto, eppure proprio loro lo avevano incoraggiato, finanziato, armato e forse progettato. Ora hanno altre preoccupazioni : Crimea, Ucraina, volo MH370, elezioni e quindi lasciano che la situazione in Siria marcisca .










E questo a scapito dei Siriani che vedono distrutto il loro Paese, la sua economia annientata, il suo patrimonio saccheggiato, la sua èlite in esilio, le sue ricchezze depredate..










Per non parlare dei 150.000 morti, dei 4 milioni di rifugiati, gli 8.000.000 di sfollati interni, gli atti di ferocia e di barbarie che nessuno poteva immaginare e un odio settario non lo conoscevamo, perchè qui cristiani e musulmani vivono in armonia da secoli. Anche i detrattori più ardenti del regime e i sostenitori più accaniti delle riforme non volevano la guerra, e soprattutto non questo.






















La situazione in Aleppo sta andando di male in peggio con il blocco intermittente ma completo, sia di persone che di merci. Quello che ne consegue è l'impossibilità di lasciare o entrare in città e una penuria di prodotti essenziali : verdura, frutta, carne, pollo, gas ecc.. Poi, all'improvviso, dopo 10-15 giorni, il blocco si allenta per riprendere qualche tempo dopo. Recentemente, acqua ed elettricità sono state tagliate per 11 giorni consecutivi ; i venditori di generatori e olio combustibile si sono strofinati le mani. Per fortuna che un anno fa un'organizzazione cristiana protestante ha perforato 20 pozzi in chiese in diversi quartieri di Aleppo ( seguiti in questo da gruppi musulmani che hanno fatto lo stesso nelle moschee ). Gli Aleppini quindi si sono messi in coda davanti a chiese e moschee per riempire contenitori di acqua (si torna al Medioevo !) .






















Una pioggia di colpi di mortaio è caduta quotidianamente su Aleppo uccidendo decine di persone e ferendone altrettante. I cecchini continuano a devastare tra i pedoni. Per non parlare delle mostruose esplosioni di edifici pubblici a causa degli esplosivi piazzati attraverso tunnel sotterranei .










Questo deterioramento della situazione ha generato negli Aleppini tre sentimenti : paura, disperazione e sofferenza .










Penso alle telefonate da famiglie sfollate per dirci le loro paure, esprimere il loro panico e chiedere consiglio quando gli obus cadono intorno a loro. E le mamme che si rifiutano, in alcuni giorni, di mandare a casa nostra i propri figli, per paura che il nostro autobus sia il bersaglio di un cecchino o di un mortaio .






















Penso a tutti quei giovani adulti che avevano sognato e pianificato un futuro famigliare o professionale e che non lo possono più realizzare . Dopo aver resistito per tre anni alla tentazione di lasciare il paese, sono disperati e vogliono emigrare se ne hanno l'opportunità.






















Penso a quelle sette famiglie con 23 bambini che abitano insieme in una cantina di 2 camere (constatato in prima persona dal nostro team di visita domiciliare) .






















Penso alle 23 persone uccise da un colpo di mortaio domenica 27 aprile mentre erano allineate davanti a un panificio per comprare il pane nel centro della città e alle altre 19 morte nelle 48 ore successive, a seguito delle ferite riportate.










Penso a tutte quelle persone che soffrono la fame, a quel bebè di cinque mesi nutrito al biberon riempito con amido diluito, per mancanza di latte (constatato in prima persona dal nostro team di visita domiciliare) .










Penso al giovane M.C. di 18 anni che soffre di perdere il suo rene trapiantato ( in seguito alla perdita della funzione dei due reni per un colpo di un cecchino ) per mancanza di farmaci anti-rigetto .










Penso a N.M., questa ragazza armena di 20 anni che ha avuto fegato, polmoni e stomaco perforati dalle schegge .










Penso a A.G., questo giovane musulmano di 19 anni che ha dovuto subire l'amputazione delle due gambe perché era per strada proprio nel sito dello schianto di un colpo di mortaio . Attualmente è in terapia intensiva in gravi condizioni dovute a una setticemia .










Penso a quella vecchia madre, K.H., che è venuta a farsi visitare per disturbi nevrotici e che mi confessa che il suo figlio più giovane è stato ucciso da un cecchino e il giorno dopo la figliastra con i suoi 4 figli, da un mortaio .






















Davanti a queste paure, a tanta disperazione e sofferenza, non possiamo limitarci ad offrire solo la nostra compassione. Di fronte a queste sfide, noi resistiamo, nella solidarietà con questi uomini e donne che soffrono .










Cosa facciamo? A tutti quei civili colpiti da ferite di guerra, noi maristi offriamo il nostro programma " Feriti di guerra ": in collaborazione con le Suore di San Giuseppe dell'Ospedale San Louis, medici e chirurghi volontari di questo istituto ( il migliore di Aleppo ) trattiamo i civili colpiti da proiettili o schegge di mortaio gratuitamente.










A tutti questi disperati giovani adulti, offriamo, in attesa di giorni migliori, il MIT (Istituto Marista per la Formazione ) . Con le conferenze che organizziamo ( " pittura nel tempo", " orientamento psicologico, ecc ), trovano uno spazio di riflessione e di arricchimento culturale . I Workshop di 3 giorni danno loro l'opportunità di acquisire conoscenze e competenze che potranno utilizzare in seguito ( studio della redditività di un progetto, come scrivere un curriculum e prepararsi per un colloquio di lavoro, l'arte di guidare una squadra, ecc.).










Ai neonati, offriamo pannolini e latte ( siamo l' unica organizzazione che distribuisce latte), alle famiglie sfollate o indigenti, i nostri vari progetti : " Il cestino della Montagna", "il paniere Orecchio di Dio", " il paniere dei Maristi Blu " offrono i cesti alimentari settimanali o mensili, materassi, coperte, contenitori per l'acqua, utensili da cucina, vestiti ...










Inoltre, centinaia di famiglie vengono qui ogni mezzogiorno cercando un pasto caldo .










Ai bambini (di famiglie sfollate o impoverite ​​) in età prescolare o scolare, ma che non vanno a scuola, offriamo un rifugio di pace e di educazione, la formazione e l' igiene vengono dati loro dai nostri volontari.










Agli adolescenti più grandi, " Skill School " offre la possibilità di incontro tra i giovani e di realizzare progetti comuni.










Alle giovani mamme, " Tawassol " offre di imparare l'inglese, computer e artigianato. Per Pasqua, hanno esposto e venduto la loro produzione .










Noi maristi cerchiamo di rispondere a queste sfide al nostro meglio, ma i nostri bisogni sono immensi. Abbiamo altri progetti in mente come accogliere i più poveri sfollati, ma per questo è necessario un sacco di soldi che non abbiamo.










Se siamo in grado di affrontare i bisogni fisicamente e finanziariamente, è grazie a tutti voi, i nostri amici, i nostri sostenitori in tutto il mondo. Grazie.






















Nabil Antaki, marista Blu













A Catania, giovedì 24 aprile










6° BUSINESS FORUM SICILIA-RUSSIA: OPPORTUNITA' PER IL MADE IN SICILIA.




AGROALIMENTARE, TURISMO E TECNOLOGIE AVANZATE I DRIVER FONDAMENTALI PER LO SVILUPPO DEI RAPPORTI SICILIA-RUSSIA










Catania, 22 aprile 2014. Agroalimentare, turismo e tecnologie avanzate. Sono questi i temi principali del VI Business Forum Sicilia-Russia, che giovedì 24 aprile richiamerà a Catania (Palazzo Biscari, dalle ore 9.15) i principali protagonisti dei settori chiave dell'economia siciliana, veri driver per lo sviluppo delle relazioni economico-commerciali tra la Sicilia e la Russia. Sotto la lente del vertice economico, organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Banca Intesa Russia e TechEdge, la 'Sicilia export oriented' che nel 2012 ha registrato una crescita generale in doppia cifra superiore sia alla media italiana che a quella del Mezzogiorno: + 21,2% sul 2011 per un valore di 13 miliardi di euro (dati Istat su rapporto ICE 2012-2013). E nonostante la Russia sia il quarto paese partner nell'interscambio con l'Italia (che nel 2013 ha superato i 30 miliardi di euro) con un export di 10,8 miliardi di euro, la relazione commerciale Sicilia-Cremlino è ancora sottostimata nelle sue potenzialità, visto che nel 2012 l'export ha raggiunto il valore di soli 18 milioni di euro. Per Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia e dell'Associazione Conoscere Eurasia: "Questi dati evidenziano gli ampi margini di crescita della Sicilia, chiamata a puntare sia sulle leve rappresentate dall'eccellenza agroalimentare e dal turismo ma anche su settori fino ad ora inespressi come quello delle tecnologie avanzate. Si tratta di settori strategici per lo sviluppo delle relazioni Sicilia-Russia che questo Business Forum intende potenziare concretamente".




Tra i partecipanti VI Business Forum Sicilia-Russia: Rosario Crocetta, Presidente della Regione Sicilia; Sergey Razov, Ambasciatore della Federazione Russia in Italia; Giuseppe Castiglione, Vice Ministro Agricoltura; Franco Gallia, Direttore Regionale Sud di Intesa Sanpaolo e Direttore Generale del Banco di Napoli; Giovanni La Via, componente Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo; Antonio Fallico, Presidente di Banca Intesa Russia e Presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia; Linda Vancheri, Assessore Regionale delle Attività Produttive; Ivan Lo Bello, Vice Presidente Confindustria; Nico Torrisi, Assessore Regionale Infrastrutture e Mobilità; Michela Stancheris, Assessore Regionale al Turismo; Olga Garshina, Consigliere del Ministro dell'Agricoltura della Federazione Russa; Paolo Ezechia Reale, Assessore Regionale all'Agricoltura; Luigi Saitta, Responsabile Associazione Conoscere Eurasia Sicilia; Marisa Florio, Direttore Rappresentanza di Mosca Camera di Commercio Italo-Russa; Domenico Di Salvo, Direttore ENIT Mosca; Salvatore Ferina, Vice Presidente Etna World Trade; Edoardo Narduzzi, Presidente TechEdge Spa; Francesco Caizzone, General Manager Sito di Catania STMicroelectronics; Ezio Castiglione, Amministratore Delegato della Società Gestione Fondi per l'Agroalimentare.




























Da: Stefania Froni




e qualche recensione di letteratura contemporanea russa? mi piacerebbe assai...







Alla cortese attenzione della redazione italiana:




Mi chiamo Emanuele Massari e sono il fondatore ed amministratore della pagina facebook " Vladimir Putin Italian Fan Club ",

aperta in data 12 Aprile 2013 e raggiunto oltre i 20 mila iscritti in meno di un anno.

Un buon 80% dei link condivisi sulla pagina li posto tramite il vostro sito italiano " La Voce della Russia ".

Effettuo inoltre, traduzioni dall'inglese all'italiano dei posts sul sito ufficiale del Cremlino, pubblicandoli sulla mia pagina.

Sono interessato ad un'ulteriore e più stretta collaborazione, offrendo le mie capacità mediatiche ed informatiche.




Restando in attesa di Vostro riscontro, porgo rispettosi e cordiali saluti.




Emanuele Massari

emymax@live.it










Rapito il sacerdote patriota russino Dimitrij Sidor




arciprete rettore della cattedrale ortodossa dell'Esaltazione della Santa Croce a Uzhgorod




presidente del Sojma (Parlamento del Popolo) dei carpato-russi




Padre Dimitrij Sidor e i carpato-russi, il popolo discriminato dell'Ucraina "indipendente"




I ruteni ortodossi contro il sistema di difesa missilistico americano in Transcarpazia




Minacciati di morte i preti ortodossi russi in Ucraina




www.ortodossiatorino.net










da: Marco Pasquali




Italiani in Crimea




Carissimi amici, nelle varie notizie che seguo sul futuro della Crimea, è venuta fuori anche l'esistenza di una comunità italiana o italofona in Crimea, formata da circa 300 persone concentrate in un solo centro abitato. Sono discendenti di lavoratori italiani specializzati e e sicuramente non hanno mai avuto problemi coi russi, nè si sono intromessi nelle due guerre mondiali. ma chi sono esattamente? E che idea hanno dell'Italia, visto che sono ora esistono le tv satellitari?










Marco Pasquali
















da: Fabio Cernecca







CHI TUTELA I CITTADINI DI TRIESTE SOTTO MINACCIA DEI NAZIONALISTI ITALIANI COPERTI DALLE AUTORITÀ?










Sta accadendo a Trieste. Lo Stato italiano non vuole cedere. In diritto non ha alcuna possibilità di contrastare le istanze legalitarie dei cittadini che chiedono il rispetto dei trattati internazionali che stabiliscono lo status giuridico di Territorio Libero per Trieste e delle stesse leggi italiane che li recepiscono.










Le recenti sentenze della giustizia amministrativa ne sono la prova assoluta. I giudici non sanno più che fare per dimostrare l'indimostrabile, ovvero che lo Stato italiano abbia effettiva sovranità sulla Zona A del Territorio Libero di Trieste, che comprende anche il Porto Internazionale di Trieste con i suoi punti franchi.










Ma i cittadini non cedono nonostante le intimidazioni di cui l'autorità giudiziaria è stata prodiga in questi due anni di intensa lotta nelle aule di giustizia. Ogni ricorso rigettato è accompagnato da pesanti sanzioni economiche nei confronti dei ricorrenti. Che vengono immediatamente rese pubbliche dal giornale Il Piccolo, quotidiano monopolista e organo di informazione dello Stato occupante.










La comunicazione in questa battaglia è importante. Le autorità italiane utilizzano i media, quasi tutti sotto loro stretto controllo, per terrorizzare i cittadini di Trieste informandoli delle conseguenze che avrebbero nell'appoggiare Trieste Libera, il movimento che si batte per il ripristino del Territorio Libero e per il riconoscimento della attuale amministrazione civile provvisoria di Trieste e del suo porto internazionale.










Nonostante aggressioni mediatiche continuate da più di un anno, Trieste Libera non cede. E la consapevolezza dei triestini nei loro diritti aumenta. Come fermare allora questi ribelli che lottano con gli strumenti pacifici del diritto? Cercando di provocarli e presentandoli come dei terroristi.










Le recenti sentenze della giustizia amministrativa hanno reso ben evidente questo salto di livello. I ricorrenti si appellano alla validità incontestabile del Trattato di Pace del 1947 (è stato eseguito dall'Italia ed inserito nella propria Costituzione) che all'art. 21 sancisce l'indipendenza di Trieste dall'Italia. I giudici rigettano i ricorsi definendo "eversori" i ricorrenti perché attenterebbero all'unità dello Stato. E la stampa italiana indica il Movimento Trieste Libera (MTL) come un gruppo armato pronto ad insorgere contro lo Stato italiano. La fonte? Secondo Limes, che ha dato la notizia, rigorosamente anonima.










Tanto basta peraltro perché venga immediatamente presentata un'interrogazione al Ministro dell'Interno italiano per reprimere MTL: lo ha fatto il senatore Francesco Russo del PD il 18 marzo riprendendo l'allarme di Limes. Nella sua interrogazione Russo indica direttamente quale "bersaglio" Roberto Giurastante presidente di MTL per avere espresso opinioni non gradite al senatore.










Nella conferenza stampa di MTL del 10 febbraio avevo ribadito che non solo i paesi europei vantano diritti sul Porto internazionale di Trieste, ma anche quelli extra UE, come ad esempio la Russia. La Russia è inoltre potenza vincitrice della seconda guerra mondiale, firmataria del Trattato di Pace che impone la smilitarizzazione e la neutralità del Territorio Libero che l'Italia sta impunemente violando da sessant'anni. E se l'Italia non rispetta i trattati internazionali sottoscritti, allora l'amministrazione civile provvisoria della Zona A del TLT dovrà esserle tolta e riaffidata, come dal 1947 al 1954, ad un Governo Alleato (cioè delle potenze vincitrici la seconda guerra mondiale). E tra queste appunto la Russia. Tutto qui. Ma evidentemente in un regime antidemocratico quale è l'Italia la stessa espressione delle proprie opinioni diventa reato. Se non gradite al potere.










Eliminare Trieste Libera con ogni mezzo per mantenere lo "status quo" dell'illegalità reiterata dall'Italia nella Zona A del TLT, sembra essere diventata una necessità impellente per uno Stato che ora ha paura di perdere sul serio il controllo di questo territorio, e quindi dello strategico porto di Trieste. Se Trieste non vuole più l'Italia, come può lo Stato italiano legalmente opporsi? Qui infatti non si deve dichiarare l'indipendenza, solo attuare quanto già ratificato.










Le minacce nei confronti di MTL diventano così sempre più dirette. E le campagne pubbliche che incitano all'odio nei confronti del movimento, e alla eliminazione fisica dei suoi dirigenti, sono sempre più visibili. E ovviamente tollerate se non "incoraggiate" dalle stesse autorità italiane. I nostri aggressori non hanno nemmeno bisogno di nascondersi. Basta che utilizzino il tricolore italiano e contro gli odiati nemici di MTL hanno il via libera.










Ad una di queste associazioni patriottiche che si chiama "Trieste Pro Patria" la questura di Trieste autorizza senza alcun problema manifestazioni e presidi sotto la sede di MTL. Vorrebbero lo scontro. Le prescrizioni "restrittive" il questore di Trieste Padulano le da solamente ai "cattivi" di Trieste Libera. Cercando di bloccarne anche la partecipazione alle udienze pubbliche nel tribunale di Trieste.










Ogni causa in cui sono presenti componenti di MTL viene blindata con presenza massiccia di polizia e carabinieri. Messi lì a controllare dei normali cittadini che per lo Stato italiano sono "terroristi". Nell'ultima udienza del 19 marzo sulla discussione del Memorandum di Londra, la DIGOS di Trieste ha addirittura schedato le persone che volevano assistere all'udienza. Nemmeno fossero mafiosi.










Nessun intervento naturalmente nei confronti degli "amici" (delle forze dell'ordine) di "Trieste Pro Patria" che possono così tranquillamente minacciare i "nemici pubblici" di MTL, quelli che l'Italia vuole far fuori. E così per i "patrioti italiani" Giurastante diventa il "Giudastante" da "levare di torno" con l'appoggio – sperabile – dell'autorità giudiziaria altrimenti dovranno pensarci loro… e mi faranno male.










E così sia.



















I confini dell'Ucraina




da: i n f o
















Irruzione in tv pubblica Kiev




Deputati del partito nazionalista ucraino 'Svoboda' hanno fatto irruzione nella sede dell'azienda che gestisce la tv nazionale Ntcu e hanno picchiato l'ad Oleksandr Panteleimoniv nel suo ufficio costringendolo a scrivere una lettera di dimissioni. Lo fanno sapere i media locali precisando che l'atto di violenza è avvenuto ieri. Su internet è stato pubblicato un video dell'accaduto.




IL VIDEO:




http://www.youtube.com/watch?v=_wwuM8oxTl8




da: Filippo Prati







VENETO E UCRAINA, MANIFESTAZIONE POLITICA







Vicenza – Torrion de Piazza Castello










Sabo 22 marzo 2014, ore 11










MARCIA VENETA PER LA DEMOCRAZIA E PER LA REPUBBLICA VENETA:










- NO al colpo de Stato in Ucraina organizzà da Union Europea-USA-NATO;










- PER la libertà e rispetto de la dignità de i popoli;










- PER un'Europa de i Popoli;










- PER la Repubblica Veneta.










Xe invitai i rappresentanti de tutte le parti in causa (ucraine e russe) per una spiegazion de le loro razon.






















Chiasso (Svizzera)










Sabo 29 marzo, ore 11.30










Incontro tra Governo Veneto e una delegazion politica svizzera per esprimer la solidarietà del Governo Veneto contro le ingerenze e constrasti de l'Union Europea per el responso del referendum su la regolamentazion de l'immigrazion straniera.










La delegazion rientrerà in terra veneta passando le frontiere svizzere e italiane, per la seonda volta, co el passaporto Repubblica Veneto emesso dal Governo Veneto.






















Per informazion e contatti:










Governo Veneto – via Pio X, 6 – Spresian governoveneto@gmail.com – cell. 338 8167955






















El Governo Veneto no xe un partito o un movimento politico ma una libera e sovrana istituzion costituia per rappresentar la Repubblica Veneta, occupada ma no morta.




APPELLO PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE




Ormai da mesi i mass media dedicano alla Russia e a Vladimir Putin quella dose quotidiana di "cinque minuti d'odio" e di supponenza che ricorda la "Settimana d'odio" del romanzo di Orwell "1984".




Questa brutta informazione, mista a propaganda, contrasta con la realtà: finita la guerra fredda italiani e russi si sono riavvicinati, le relazioni commerciali ed i flussi turistici aumentano costantemente e il mercato russo si rivela essere una delle poche boccate d'ossigeno per la nostra economia in crisi. E non è solo questione di merci ed energia! Italiani e russi scoprono di avere tradizione comuni, passioni comuni ed una comune storia europea.




Per tutto questo ci appelliamo a coloro che diffondono informazioni, appellandoci al loro senso di giustizia e di equilibrio.




Chiediamo a coloro che parlano di "invasione della Crimea": riuscite a cogliere la differenza tra quanto accade in quella repubblica autonoma e le stragi terribili che hanno caratterizzato la violazione del diritto internazionale in Irak, Libia, Siria? Bombardamenti atroci, un caos che non ha fine, esecuzioni di civili, mussulmani e cristiani, hanno segnato quei tre paesi. Oggi in Crimea forse accade qualcosa di diverso …




Coloro che negano la legittimità del referendum di Crimea ricordano il "referendum" in Kosovo, strappato a forza di bombardamenti alla Serbia e trasformato in stazione internazionale del narcotraffico, della tratta umana, del terrorismo internazionale?




Stupisce tristemente che Vladimir Putin venga descritto come un dittatore. In Russia, da oltre vent'anni, si tengono libere elezioni. Le opposizioni criticano il Presidente come avviene in ogni democrazia ed un ampia maggioranza del Paese lo sostiene. Ma queste critiche al sistema presidenziale russo risultano ancor più paradossali quando sono enunciate da commentatori spesso sin troppo "benevoli" nei confronti delle istituzioni europee.




L'Unione Europea è formata dagli Stati europei occidentali e la sua storia recente ci ha fatto conoscere le troppe "sospensioni" di democrazia che l'ha caratterizzata. Le sovranità popolari sono state spesso "svuotate", spesso nottetempo, quasi in un contesto cospiratorio per stessa ammissione dei politici che la governano.




Lo stesso disprezzo della sovranità di un intero popolo sembra caratterizzare ciò che è avvenuto a Kiev, dove è avvenuto un vero e proprio colpo di Stato anticostituzionale, .




I mass media parlano di invasione russa, ma per chi è maggiormente attento trova le prove documentate degli interventi stranieri che hanno animato la protesta armata, abbattuto il legittimo Presidente e designato i nuovi governanti. Paesi europei hanno provato che i cecchini che sparavano sui dimostranti appartenevano a forze straniere che tanto fanno pensare, a noi italiani, agli anni bui della nostra Repubblica della "strategia della tensione".




L'Europa ha bisogno di dis-tensione; la cortina di ferro non deve tornare e l'escalation antidemocratica che si è verificata negli ultimi mesi è il frutto avvelenato di forze esterne che cercano di spaccare artatamente il continente europeo speculando sull'integrazione.




Il popolo di Ucraina ha pieno diritto a invocare un cambiamento delle loro condizioni di vita, gli ultimi anni sono stati per loro fonte di grande disagio e frustrazione. Tuttavia tale disagio avrebbe dovuto dar luogo a una discussione democratica, ad elezioni, unica strada per legittimare qualsiasi cambio di governo.




Sull'integrazione europea e sullo spazio doganale unico l'Ucraina deve discutere, senza però che vengano diffuse false accuse e calunnie atroci. Ma la discussione deve avvenire nell'alveo del pieno diritto di parola, del pieno rispetto delle diverse posizioni, del pieno diritto di voto. Cancellare il diritto alla propria lingua (come è avvenuto per la forte minoranza russofona), lo scioglimento delle forze dell'ordine, lo scioglimento della Corte Costituzionale, l'aver incitato all'odio razziale e all'antisemitismo non rappresenta certo uno scenario in cui i nuovi governati ucraini possano dare lezioni di democrazia e garantire all'Europa una vita sociale democratica.




La storia del paese è assai complessa ed è lecito avere idee diverse. Proprio per questo si devono evitare "doppi standard".




Auspichiamo pertanto che tutte le voci del dibattito siano ospitate nei luoghi deputati all'informazione aperta e democratica, facendo al contempo appello a tutti i rappresentanti dell'informazione a non incitare all'odio verso il popolo russo




Quanto a noi, da oggi stesso ci impegniamo a creare ponti tra i popoli europei, ma anche a denunciare con civile fermezza coloro che quei ponti vorrebbero far saltare.










16 marzo 2014




Dott. Bernhard KIEM




Console onorario della Federazione Russia in Bolzano







Ennio BORDATO




Incaricato consolare del Consolato della Federazione Russa in Bolzano per il Trentino




Presidente di "Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus"




"Operatore onorario della Clinica pediatrica RDKB di Mosca"




"Cittadino onorario della città di Beslan"







Alfonso PISCITELLI

Autore Rai Radio Uno




Responsabile progetto Eu-Rus

Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_03_18/Lettere-dai-Lettori-8833/