togliere il rossetto alle hostess


04/06/2013. TURCHIA. Ancora scioperi. e manifestazioni. Erdogan: Non è la Primavera turca.
Sale a tre il bilancio dei morti. Negli scontri di questi giorni vi sono stati: 1000 feriti: a Istanbul e 700 ad Ankara. Nella capitale vi sono stati ancora scontri: fra: polizia e dimostranti, con: lancio di gas lacrimogeno. Il premier rivendica il titolo di "Primavera turca" all'operato del suo governo. I manifestanti domandano: le sue dimissioni. Istanbul (AsiaNews) - I sindacati del pubblico impiego: hanno deciso da oggi: uno sciopero di due giorni: a sostegno delle manifestazioni antigovernative: che: da piazza Taksim si diffondono in tutto il Paese.
Le dimostrazioni iniziate cinque giorni fa: a Istanbul, per difendere il Gezi Park: dalle speculazioni edilizie, sono divenute una contestazione di massa: contro: il governo di Recep Tayyip Erdogan.
Negli ultimi giorni, i violenti scontri: fra: la folla e la polizia hanno fatto tre morti. Il più recente è Abdullah Comert, un ragazzo di 22 anni deceduto: in ospedale dopo essere stato colpito da un colpo d'arma da fuoco: durante scontri nel sud della Turchia, al confine: con la Siria. La prima vittima si chiamava: Ethem Sarisuluk, morto ad Ankara per un colpo di arma da fuoco: alla testa. La seconda vittima: è un ragazzo di 20 anni, Mehmet Ayvalitas: è morto ad Istanbul investito da un'auto: che: si è scagliata: contro: i manifestanti. Intanto, gruppi per i diritti umani: e dottori aggiornano il bilancio degli scontri: i feriti sarebbero almeno 1000 :a Istanbul e altri: 700 ad Ankara. Il ministero degli interni afferma: di aver arrestato 1700 persone.
Nella giornata di ieri vi sono state: ancora: dimostrazioni in piazza Taksim. Al grido di "Tayyip, dimettiti!" molti manifestanti hanno cercato di raggiungere: la casa del premier nel quartiere di Besiktas, bloccati dalla polizia e dai candelotti lacrimogeni. Questa mattina, ad Ankara, vi sono stati scontri: fra: dimostranti e polizia.
Il premier Erdogan, prima di volare: verso il Marocco, ha parlato ieri alla televisione, accusando "vandali" ed "estremisti", dietro alle manifestazioni. Egli ha messo in guardia, dal paragonare i moti di questi giorni, a una "primavera araba in Turchia". "Nei Paesi della Primavera araba, vi era forse un sistema multipartito?", ha chiesto in televisione. E ha rivendicato, che, il suo governo, le sue riforme politiche ed economiche, sono già una "primavera turca". "Coloro che, nei media stranieri parlano di una Primavera turca, [sappiano che] siamo già nella primavera turca, l'abbiamo vissuta, e coloro, che, vogliono ritornare indietro all'inverno non vinceranno".
Salito al potere nel 2002, Erdogan ha modernizzato, le strutture economiche del Paese, e ridotto il potere dei militari, lanciandosi come modello, per tutto il mondo islamico. Negli ultimi tempi ha varato alcune leggi, sull'educazione religiosa, e contro, la vendita di alcol. Ma una parte laica della società, lo accusa di voler islamizzare il Paese, e soffocare le libertà personali. In più i manifestanti lo additano, come un autoritario dittatore.

@ Erdogan, tu sei quello, che, voleva togliere il rossetto alle hostes, e che, ha proibito ai ragazzi di baciarsi in strada: è evidente: “tu stai islamizzando il paese, e stai distruggendo la laicità! La tua è una congiura della LEGA ARABA: che, tu hai dichiarato di essere criminale: perché, non ha un sistema multipartito: come la Turchia, allora, cosa tu fai, in Siria insieme alla Lega ARABA?”



LE INQUIETANTI CONTRADDIZIONI PRESENTI NEL CORANO. Se il Corano provenisse da altri, che, da Allah, vi avrebbero trovate molte contraddizioni (Sura 4:82). LISTA DI ALCUNE DISCREPANZE DEL CORANO RISPETTO ALLA BIBBIA. (1.). LA CREAZIONE: IN QUANTI GIORNI? Il Corano afferma, che la creazione: è avvenuta: in 8 giorni (Sura 41:9-12), mentre, altrove, afferma che è avvenuta: in 6 giorni (Sura 7:51,54; 25:59; 10:3). (2.). NOÈ: DUE O TRE FIGLI? Il Corano afferma, che, uno dei figli di Noè, si rifiutò di entrare nell’arca, e morì con i miscredenti (Sura 11:42-43). Secondo la Bibbia tutti: i tre figli di Noè entrarono nell’arca: e si salvarono, dal diluvio (Genesi 7:1,7,13). (3.). ERRORI RIGUARDO AD ABRAMO. Il Corano afferma che il padre di Abramo sarebbe Azar (Sura 6:74), mentre la Bibbia attesta: che: suo padre si chamava Terah (Genesi 11:26). Il figlio che Abramo era pronto: a sacrificare non era Ismaele, anche se il Corano non ne specifica il nome (Sura 37:100-112). Solo la Bibbia documenta il nome del figlio in questione, Isacco (Genesi 22:2). (Nota: Come sanno tutti i musulmani, Abramo obbedì: alla Parola di Dio: a proposito di cacciare Ismaele e Agar, sua madre, dal cospetto di Isacco. Quel che: i musulmani ignorano è che, oltre Ismaele, Abramo allontanò anche gli altri sei figli nati dalla moglie di nome Chetura). Dopo la morte di Sara, Abramo ebbe un’altra moglie di nome Chetura e non solo Sara come suggerisce il Corano indirettamente (Genesi 25:1; Sura 11:71-72; 51:24).
Abramo ebbe complessivamente otto figli (6 da Chetura, più Ismaele ed Isacco), mentre: il Corano sostiene solo due (Genesi 25:2; Sura 14:39). Abramo non viveva, né adorava, nella valle della Mecca, come: afferma il Corano (Sura 14:37), ma, come rivela la Bibbia, in Ebron (Genesi 23:2; 35:27). Abramo non costruì: la Kaaba, benché questo sia suggerito nel Corano (Sura 2:125-127).
(4.). ERRORI RIGUARDO A GIUSEPPE. Il Corano afferma che il nome di colui: che: comprò: Giuseppe, il figlio di Giacobbe, fosse Aziz (Sura 12:21, ecc.). La Bibbia ci documenta che il suo nome era Potifar (Genesi 37:96). (5.). ERRORI RIGUARDO A MOSÈ. Il Corano afferma: che la moglie del faraone adottò Mosè (Sura 28:8,9). La Bibbia dichiara: che è stata la figlia del faraone a farlo(Esodo 2:5). (5.). ERRORI RIGUARDO A GESù. Nel Corano viene attribuito a Gesù, appena nato, il miracolo di parlare da adulto (Sura 19:29, 30). La Bibbia, in tutti i suoi racconti dell’infanzia di Gesù, non attribuisce nessun miracolo a Gesù, nessuno infatti prima di quello del matrimonio in Cana (Giovanni 2:1-12). (6.). ERRORI RIGUARDO A MARIA. Riguardo a Maria: il Corano non riporta fedelmente quanto trasmesso da Dio nella Bibbia. Il padre di Maria non era Imram (Sura 66:12). Maria: non: partorì Gesù sotto un albero di palme (Sura 19:22) ma: in una stalla (Luca 2:20). (7.). CONFUSIONI DI NOMI. Il Corano suggerisce nomi diversi riguardo ai personaggi biblici come: Golia è Gialut; Saulo è Talut; Enoc è Idris; Ezechiele è Dhu’l-Khifl; Giovanni il Battista è Yahya; Giona è Yunus, Gesù è Aisa... ed altri ancora. (8.). EPOCHE CONFUSE, E, SOVRAPPOSTE. (1.). Abramo non fu buttato: nel fuoco da Nimrod, come, il Corano afferma (Sura 21:68,69; 9:69). ma, Nimrod: visse parecchi secoli prima: di Abramo. (2.). Il Corano afferma che Haman: visse al tempo di Mosè, lavorò: per il faraone: e costruì: la torre di Babele (Sure 28:38; 29:39; 40:23, 24,36-37). (3.). La Bibbia ci documenta: che, a proposito di Aman, questo visse in Persia: al servizio del re Assuero (Libro di Ester 3:1-7). (4.). La crocifissione: non era in uso al tempo del faraone: come il Corano afferma (Sura 7:124). (5.). Nel Corano viene riportato: che, un samaritano: contribuì alla fabbricazione del vitello d’oro: al tempo di Mosè (Sura 20:87,95). Come poteva esistere: un samaritano a quell’epoca, dato che la Samaria: non esistette fino al 722 a.C. Circa? [[ Sommario degli argomenti trattati ]] :... Nega Gesù Figlio di Dio. … Nega Gesù Dio.... Nega la sua morte vicaria.... Nega la risurrezione biblica. … A proposito dello Spirito Santo. … Nega la Trinità. … Ha uno spirito Anti Cristo. … Dice: La Bibbia è cambiata. … Il Corano può reggere all'esame? … Le sette nell'Islam. … Ai cristiani. (1.). L'ISLAM: NEGA GESÙ FIGLIO DI DIO... I musulmani fraintendono, totalmente, il titolo regale, ed: il significato di "Figlio di Dio". Pensano, infatti, che noi crediamo: che, Gesù: sia il frutto dell'unione sessuale: fra: Dio e Maria (!) e ne concludono: che, noi crediamo che la trinità consista in Dio, Maria e Gesù. Una tale bestemmia è per noi impensabile: e mostruosa. Come vedrete qui di seguito i musulmani sono dottrinalmente arretrati: di quattordici secoli, sono fermi al tempo dell'instaurazione dell'Islam.
Quando un musulmano ci chiede: "Tu credi, che Gesù: è il Figlio di Dio?" se rispondiamo subito sì, noi gli confermiamo: questa bugia del Corano. È quindi meglio, che rispondiamo con la domanda: "Cosa pensi, che io creda?" Egli ci dirà: che: noi crediamo che Gesù è il "figlio carnale" di Dio. A questo punto, cioè: solo dopo, la sua risposta, diremo: che: non crediamo questo, ma, a ciò che è scritto nella Bibbia, ribadendo che, Gesù non è nato: da una relazione sessuale: come pensano loro.
Luca 1:26-38 (N.T.): noi sappiamo: che questo titolo si riferisce soltanto all'intima relazione spirituale: fra Dio Padre e il Figlio, Gesù il Messia. Il motivo di questa loro opinione: ha radici storiche. In breve: al tempo di Maometto (ca. 600 d.C.) non esisteva il Nuovo Testamento: in lingua araba e, di conseguenza, tra gli arabi mancava: la buona dottrina cristiana. Certi cristiani arabi, non conoscendo: la Bibbia, si misero ad insegnare: che Gesù era il figlio "fisico" di Dio: e questa non era: che: una delle dottrine fondamentali che fraintesero. Al di fuori dell'Arabia intanto, a tutto questo: si aggiungeva la triste contesa: fra i padri del Cattolicesimo, Cirillo e Nestorio, intorno a Maria. Alla fine, il primo riuscì a far prevalere la dottrina: e il titolo di "madre di Dio" per Maria. Maometto considerò tutte queste eresie: e le divisioni: nella chiesa: come il "vero Cristianesimo" e lanciò la sua alternativa: l'Islam. Questi fatti ci mostrano come alla nascita dell'Islam, la presenza cristiana fosse incapace di testimoniare della Verità, che era riduttiva, debole e confusa.
I musulmani sono fermi al loro passato, mentre parlano con noi. Oggi essi vivono in mezzo a noi! Possono avere spiegazioni. E noi come risponderemo? Saremo capaci di essere più uniti della chiesa di allora? Impareremo finalmente a vedere, il nemico fuori dalla chiesa, invece che, solo all'interno? … (2.). NEGA CHE GESÙ È DIO. Sul Corano è scritto, che, chi mette un uomo: al pari di Dio è un bestemmiatore. Fonti islamiche, intanto, riportano l'adorazione, per la creatura Maometto (anche se non lo ammettono apertamente). Per timori infondati, provenienti dalle bugie del Corano, queste anime andranno all'inferno. Questo è un altro motivo, per sentire compassione per loro. Se Dio poteva rivelarsi a Mosè, attraverso, un cespuglio perché è impossibile: per Dio diventare uomo? Questo argomento: con i musulmani può prendere varie direzioni. … (3.). NEGA LA MORTE VICARIA DI GESÙ. Il Corano rifiuta di accettare la morte di Gesù Cristo sulla croce e riporta: "Loro (i giudei) non l'hanno frustato; non l'hanno crocifisso... è sembrato a loro così; ma, Dio lo ha chiamato, in cielo prima della crocifissione, e qualcun altro, Giuda, è morto al posto suo."
Chiediamo loro: perché Giuda il traditore, appeso: in croce, avrebbe detto: "Padre perdona loro: perché: non sanno quel che fanno"? ... (4.). NEGA LA RISURREZIONE BIBLICA.
I musulmani credono, che Gesù ritornerà, si sposerà: e avrà dei figli, morirà, sarà seppellito a la Mecca: accanto a Maometto: e un giorno resusciterà. Tutto questo, però, non è ciò: che è scritto nella Bibbia. Essi credono: che Gesù distruggerà: i non musulmani: e Maometto trionferà.
Paolo scrive: "Se: Cristo non è risuscitato, voi siete ancora nei vostri peccati" (1 Cor. 15:17). Un'altra occasione per aiutarli: ad accettare la Salvezza! (5.). A PROPOSITO DELLO SPIRITO SANTO... I musulmani credono, che lo Spirito Santo: sia l'angelo Gabriele. Per aiutarli un cristiano può leggere: con loro il brano: in: Luca 1:35 in cui l'angelo fa una precisa distinzione: fra: se stesso e lo Spirito Santo. Dice infatti: "Lo Spirito Santo: verrà su di te..." e non "Io, Gabriele... su di te". Gli amici musulmani rifletteranno, perché: questa distinzione esiste: anche: nel Corano nel dialogo fra Gabriele e Maria, anche: se: nel versetto non è specificato Spirito Santo ma "uno spirito da Dio" che entra nel grembo di Maria. ... (6.). NEGA LA TRINITÀ. I cristiani sono accusati di politeismo dall'Islam. Certo è vero, che, il concetto della Trinità non è facile da comprendere. Se noi comprendessimo “tutto” di Dio, Lui sarebbe, veramente, un dio piccolo... quanto noi, perché ... "fatto da noi". Ma Egli è Infinito! Può l'Onnipotente rientrare: nella logica umana oppure è libero di rivelare se stesso come Egli è, al di là di tutta l'immaginazione umana? Gesù si riferisce alla "Trinità nell'unità" quando comanda: di essere battezzati "nel nome del Padre: e del Figlio e dello Spirito Santo" (Matteo 28:19). È perciò: corretto da parte loro: accusare i cristiani di politeismo?
… (7.). UNO SPIRITO, FORTEMENTE, ANTI CRISTO. Dicono, che, Gesù: non: è il Figlio di Dio, non è Dio, non è morto, non è già risorto, non è il Salvatore, né Mediatore: fra: Dio e l'uomo. I musulmani pensano che Gesù venne solo per: 1. confermare i libri di Mosè per gli ebrei e l'occidente. 2. predire la venuta di Maometto, profeta per gli arabi: e per tutto il mondo. 3. essere uno: fra: i tanti 124.000 profeti: con un incarico molto limitato ...(8.). LA BIBBIA È CAMBIATA. I nostri amici credono: che le Sacre Scritture (specialmente il Nuovo Testamento) siano state alterate: dai cristiani e dai giudei per eliminarvi: le prove "dell'ufficio profetico di Maometto". Essi sostengono: che: l'originale, che non esiste più, contenesse le predizioni profetiche della venuta di Maometto: date per bocca di Gesù nel Vangelo (n.d.r. richiedeteci il trattato "Ma veramente il Vangelo testimonia di Maometto?") Tuttavia: esistono un'abbondanza: di manoscritti antichi (circa 14.000) anteriori alla nascita di Maometto, che: sono uguali alle copie attuali: e che: dimostrano: quindi: che: non c'è stata alcuna alterazione. È comprensibile: che, i musulmani desiderino trovare una profezia: nella Bibbia a tutti i costi, perché: sanno che altrimenti Maometto: non trova prove esterne al Corano: per dimostraci: il suo "ufficio profetico". …

(9.). E IL CORANO REGGE ALL'ESAME? I musulmani, invece, di attaccare la Bibbia dovrebbero, innanzitutto, risolvere i problemi riguardanti la stesura del Corano. Ne cito almeno due fondamentali: 1) dopo la morte di Maometto vennero distrutti: e: bruciati tutti i manoscritti: coranici originali dai quali furono "estratti" tre Corani, ma con vistose discrepanze, tra, loro. Ancora: oggi: i musulmani non sanno cosa contenessero: queste prime tre copie "originali"... Per saperlo, basta investigare nella loro tradizione, nei volumi Al-Bukhari (nota: i maestri musulmani, anche, se non lo ammettono apertamente, ritengono, questa collezione, di libri, che è: più autorevole, del Corano stesso). Da questi testi, che, narrano la storia islamica scritta dai primi musulmani, apprendiamo, che, il testo del Corano: è stato arso. Riportiamo il testo da Al-Bukhari vol. 6, pag. 479; 61.3.510: "Anas figlio di Malik raccontava: Othman: mandò a ogni provincia: una copia del Corano: che: aveva fatto copiare e ordinava: che: tutti gli altri manoscritti (3) coranici originali, sia frammenti: che: intere pagine, fossero bruciati." (nota: Othman: fu il terzo califfo: a 19 anni: dalla morte di Maometto. Othman: si incaricò di realizzare la "propria" versione del Corano: nel 650 d.C. Venne poi ucciso dai suoi compagni: per aver distrutto: i creduti "veri originali".) Perché bruciati? Anche i musulmani si chiedono: oggi: giustamente del perché: Othman bruciò e distrusse i manoscritti coranici realizzati: e copiati dai primi discepoli di Maometto. Un'ipotesi valida: è che questo estremo atto di distruzione: assicurasse di ottenere la versione definitiva: di un Corano (il quarto) fra: altre tre versioni: che già si contraddicevano fra loro (ci saranno state molte differenze nei testi...) Il Concilio Coranico: aveva così deciso per tutelare l'Islam: da future indagini. Ancora chiediamo loro, perché? La vulnerabilità dell'Islam è così resa ovvia dalla stessa "autorevole tradizione" perfino, a un fanciullo... 2) La versione "othmanica" del Corano: è oggi scomparsa, e praticamente inesistente. Le prove si trovano nei manoscritti restanti ai Musei Islamici di Istanbul (Turchia) e a Samarkanda (Turkmenistan). Dall'esito degli esami svolti, studiosi esperti hanno le prove, che questi manoscritti sono stati "riscritti": almeno 170 anni: dopo: la scomparsa del Corano "versione Othman". L'Islam nasconde questi fatti storici, all'esame del mondo, ancora oggi. Noi dobbiamo porre loro queste questioni! Alla luce di questi dati di fatto, gli amici musulmani: non possono più insistere: con noi su almeno tre cose: 1) che: l'attuale copia del Corano, sia l'esatta copia depositata: in cielo e discesa direttamente (Nazil) da Allah. 2) che: sia l'esatta versione che Maometto abbia lasciato loro e tantomeno che sia considerata il "miracolo di Maometto". 3) che: il Vangelo sia stato cambiato! LE SETTE NELL'ISLAM... Le sette e divisioni nell'islam sono molte (più di 110), sia nelle differenze teologiche, che nelle loro tradizioni. Il 70% dell'Islam è popolare, cioè, è un modo di vivere orientato: verso la fede animista, divinazione, magia, amuleti, malocchi, adorazione di santi, pratiche: per la fertilità, ecc. I musulmani Sunniti ci vogliono far credere, che: sono contrari a queste cose, ma: rimane lo stesso la loro pratica: più diffusa nel mondo, specialmente fra le loro stesse donne. La setta Isma'ili, per: importanza dopo i Sunniti e Sciiti, pratica: la preghiera 3 volte al giorno (non 5) e fumare è strettamente vietato (del tutto impensabile: per i Sunniti e Sciiti). Maometto per alcune sette islamiche non è nemmeno l'ultimo profeta: gli Ahmadia, per esempio, sono musulmani che da due secoli hanno stabilito il loro ultimo profeta pachistano, Mirza Ghulam Ahmad, che: ritengono superiore a Maometto. Sono perseguitati a morte dai Sunniti. Ancora da 1400 anni, i musulmani Sunniti e Sciiti, nemici fra loro, si contendono la discendenza diretta di Maometto: a prezzo del sangue (guerra Irak – Iran)... AI CRISTIANI... In Italia ci sono molti musulmani che si pongono: oneste domande. A questi ultimi vogliamo porgere l'aiuto: che chiedono ed insegnare loro: con pazienza ed amore. Dio ci arricchisca di sapienza in Cristo Gesù: "Or il servitore: del Signore non deve contendere, ma: deve essere mite verso tutti, atto ad insegnare, paziente, correggendo con dolcezza: quelli che: contraddicono, se mai avvenga: che Dio conceda loro di ravvedersi: per riconoscere la verità" 2 Timoteo 2:24-25. tratto dal sito Gesù o il Corano?

(10.). DISCREPANZE DEL CORANO RISPETTO ALLA BIBBIA. EZRA, FIGLIO DI DIO?
Dicono i giudei: ‘Uzayr è figlio di Allah”; e i nazareni dicono: “Il Messia è figlio di Allah”. Questo è ciò, che esce dalle loro bocche. Ripetono le parole di quanti già prima di loro furono miscredenti. Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati! (Sura 9: 30) Il nome arabo ‘Uzayr si traduce, solitamente, con: Ezra, personaggio di cui non troviamo alcuna menzione nel Nuovo Testamento, mentre: gli è attribuito un libro nell’Antico testamento (Libro di Ezra; cifr. anche Neem. 8). Ma nella tradizione ebraica: a noi nota non troviamo nulla che possa giustificare tale affermazione. NOÈ, DUE O TRE FIGLI? Il Corano afferma, che, uno dei figli di Noè si rifiutò di entrare nell’arca e morì con i miscredenti (Sura 11:42-43). Secondo la Bibbia tutti i tre figli di Noè entrarono nell’arca e si salvarono dal diluvio (Genesi 7:1-7-13). ERRORI RIGUARDO AD ABRAMO: Il Corano afferma che il padre di Abramo sarebbe Azar (Sura 6:74), mentre la Bibbia attesta che suo padre si chiamava Terah (Genesi 11:26). Il figlio che Abramo era pronto a sacrificare non era Ismaele, anche se il Corano non ne specifica il nome (Sura 37:100-112). Solo la Bibbia documenta il nome del figlio in questione, Isacco (Genesi 22:2). (Nota: Come sanno tutti i musulmani, Abramo obbedì alla Parola di Dio a proposito di cacciare Ismaele e Agar, sua madre, dal cospetto di Isacco. Quel che i musulmani ignorano è che, oltre Ismaele, Abramo allontanò anche gli altri sei figli nati dalla moglie di nome Chetura). Dopo la morte di Sara, Abramo ebbe un’altra moglie di nome Chetura e non solo Sara come suggerisce il Corano indirettamente (Genesi 25:1; Sura 11:71-72;51:24). Abramo ebbe complessivamente otto figli (sei da Chetura, più Ismaele ed Isacco), mentre il Corano sostiene solo due (Genesi 25:2; Sura 14:39). Abramo non viveva, né adorava, nella valle della Mecca, come afferma il Corano (Sura 14:37), ma, come rivela la Bibbia, in Ebron (Genesi 23:2; 35:27). ERRORI RIGUARDO A GIUSEPPE: Il Corano afferma che il nome di colui, che comprò Giuseppe, il figlio di Giacobbe, fosse Aziz (Sura 12:21, ecc.). La Bibbia ci documenta che il suo nome era Potifar (Genesi 37:96). ERRORI RIGUARDO A MOSÈ: Il Corano afferma: che: la moglie: del faraone adottò Mosè (Sura 28:8,9). La Bibbia dichiara: che: è stata la figlia del faraone a farlo (Esodo 2:5). ERRORI RIGUARDO A GESù, Nel Corano viene attribuito a Gesù, appena nato, il miracolo di parlare da adulto (Sura 19:29,30). La Bibbia, in tutti i suoi racconti dell’infanzia di Gesù, non attribuisce, nessun miracolo a Gesù, nessuno infatti prima di quello del matrimonio in Cana (Giovanni 2:1-12). ERRORI RIGUARDO A MARIA: Riguardo a Maria il Corano, non riporta fedelmente, quanto trasmesso da Dio nella Bibbia. Il padre di Maria non era Imram (Sura 66:12).
Maria non partorì Gesù sotto un albero di palme (Sura 19:22) ma in una stalla (Luca 2:20).
Maria (Miriam in Ebraico e Arabo) madre di Gesù non è la stessa Maria “sorella di Aronne” che, visse centinaia di anni prima. O sorella di Aronne, tuo padre non era un empio, né tua madre una libertina. (Sura 19:28) CONFUSIONI DI NOMI: Il Corano suggerisce nomi diversi riguardo ai personaggi biblici come: Golia è Gialut; Saulo è Talut; Enoc è Idris; Ezechiele è Dhu’l-Khifl; Giovanni il Battista è Yahya; Giona è Yunus, Gesù è Aisa... ed altri ancora. EPOCHE CONFUSE E SOVRAPPOSTE. Abramo non fu buttato nel fuoco da Nimrod come il Corano afferma (Sura 21:68,69; 9:69). Nimrod visse parecchi secoli prima di Abramo. Il Corano afferma che Haman visse al tempo di Mosè, lavorò per il faraone e costruì la torre di Babele (Sure 28:38; 29:39; 40:23, 24,36-37). La Bibbia ci documenta che, a proposito di Aman, questo visse in Persia al servizio del re Assuero (Libro di Ester 3:1-7). La crocifissione non era in uso al tempo del faraone, come, il Corano afferma (Sura 7:124). Nel Corano viene riportato che un samaritano contribuì alla fabbricazione del vitello d’oro al tempo di Mosè (Sura 20:85-97). Come poteva esistere un samaritano a quell’epoca, dato che la Samaria non esistette fino al 722 a.C. Circa? La tradizione islamica dice che la Ka'ba, dopo essere stata distrutta dal Diluvio Universale, fu ricostruita a La Mecca da Ibrāhīm (l'Abramo biblico) e da suo figlio Ismā‘īl (l'Ismaele biblico) (Cor. 2,125; 3,97; 2,127). Ma questa tradizione è assurda. Che Abramo si sia spinto tanto lontano verso sud, lui che anche secondo il Corano operò in Palestina e la cui tomba secondo la comune interpretazione musulmana si trova in Hebron, è logicamente impossibile. Osservando le discrepanze sopra menzionate fra la Bibbia e il Corano, in contrasto con l’affermazione dei musulmani, secondo cui il Corano confermerebbe la Bibbia, dovremmo chiedere loro: perché allora le informazioni della Bibbia sono contrastanti con quelle presenti sul Corano.

. [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. LA CREAZIONE: IN QUANTI GIORNI E IN QUALE ORDINE? Il Corano afferma che la creazione è avvenuta in 6 giorni: Allah è il vostro Signore, Colui che in sei giorni ha creato i cieli e la terra e poi si è innalzato sul Trono. Ha coperto il giorno con la notte ed essi si susseguono instancabilmente. Il sole e la luna e le stelle sono sottomesse ai Suoi comandi. Non è a Lui che appartengono la creazione e l'ordine? (Sura 7:54). In verità, il vostro Signore è Allah, Colui che in sei giorni creò i cieli e la terra, quindi Si innalzò sul trono a governare ogni cosa. Non vi è alcun intercessore, senza il Suo permesso. Questi è Allah, il vostro Signore: adorateLo. Rifletterete [in proposito]? (Sura 10:3) È Lui Che ha creato i cieli e la terra in sei giorni - allora [stava] sulle acque il Suo Trono - , per vagliare chi di voi. agirà per il bene. E se dici: “Sarete resuscitati dopo la morte”, coloro che sono miscredenti. Certamente. diranno: “Questa è magia evidente”. (Sura 11:7). Mentre altrove afferma che è avvenuta in 8 giorni: Di': “Vorreste forse rinnegare Colui Che in due giorni ha creato la terra [e vorreste] attribuirGli consimili? Egli è il Signore dei mondi. Ha infisso [sulla terra] le montagne, l' ha benedetta e in quattro giorni di uguale durata ha distribuito gli alimenti”; [questa è la risposta] a coloro che interrogano. Poi si rivolse al cielo che era fumo e disse a quello e alla terra: “Venite entrambi, per amore o per forza”. Risposero: “Veniamo obbedienti!”. Stabilì in due giorni i sette cieli e ad ogni cielo assegnò la sua funzione. E abbellimmo il cielo più vicino di luminarie e di una protezione. Questo è il decreto dell'Eccelso, del Sapiente! (Sura 41:9-12) Nella Sura 2:29 la Terra viene creata prima del paradiso: Egli ha creato per voi tutto quello che c'è sulla terra. Poi si è rivolto al cielo e lo ha ordinato in sette cieli. Egli è l'Onnisciente. (Sura 2:29). Ma nella Sura 79:27-32 succede il contrario: Sareste voi più difficili da creare o il cielo che [Egli] ha edificato? Ne ha innalzato la volta e le ha dato perfetta armonia, ha fatto oscura la sua notte e ha fatto brillare il chiarore del suo giorno. Dopo di ciò ha esteso la terra: ne ha tratto l'acqua e i pascoli, e le montagne le ha ancorate, (Sura 79:27-32). I GIORNI DI ALLAH. Nella Sura 22:47 e 32:5 un giorno di Allah equivale a mille anni terrestri: Ti chiedono di affrettare il castigo. Giammai Allah mancherà alla Sua promessa. Invero un solo giorno presso il tuo Signore, vale come mille anni di quelli che contate. (Sura 22:47). Dal cielo dirige le cose della terra e poi tutto risalirà a Lui, in un Giorno che sarà come mille anni del vostro contare. (Sura 32:5). invece nella Sura 70:4 si afferma che un giorno di Dio equivale a cinquantamila anni umani:Gli angeli e lo Spirito ascendono a Lui in un Giorno la cui durata è di cinquantamila anni. (Sura 70:4) . [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. DIO UNICO? Nel corano Dio parla come non fosse uno solo: Poi di questa goccia, facemmo un'aderenza e dell'aderenza, un embrione; dall'embrione creammo, le ossa e rivestimmo le ossa di carne. E quindi ne facemmo, un'altra creatura. Sia benedetto Allah, il Migliore dei creatori! (Sura 23:14). . [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. CRISTIANI IN PARADISO? Secondo la Sura 2:62 e 5:69 i cristiani possono andare in paradiso quando muoiono: In verità coloro che, credono, siano essi giudei, nazareni o sabei, tutti coloro, che credono in Allah e nell'Ultimo Giorno e compiono il bene riceveranno il compenso presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti. (Sura 2:62). Coloro che credono, i Giudei, i Sabei o i Nazareni e chiunque creda in Allah e nell'Ultimo Giorno e compia il bene, non avranno niente da temere e non saranno afflitti. (Sura 5:69). Poi però nella Sura3:85 e 5:72 ciò viene smentito. Chi vuole una religione diversa dall'Islam, il suo culto non sarà accettato, e nell'altra vita sarà tra i perdenti. (Sura 3:85). Sono certamente miscredenti quelli che dicono: «Allah è il Messia, figlio di Maria! ». Mentre il Messia disse: « O Figli di Israele, adorate Allah, mio Signore e vostro Signore». Quanto a chi attribuisce consimili ad Allah, Allah gli preclude il Paradiso, il suo rifugio sarà il Fuoco. Gli ingiusti non avranno chi li soccorra! (Sura 5:72).. [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. E L'INTERCESSIONE?. Il giorno della Resurrezione Maometto disseterà i musulmani con le acque del bacino, e tramite lui i credenti possono sperare di avere udienza presso Dio. L'intercessione, Šafā ̀a, tra tutti i profeti, è accordata solo a Maometto, in virtù del suo viaggio celeste, mirağ, al cospetto di Dio. Tuttavia alcuni passi coranici negano ogni possibilità di intercessione (ad esempio Sura 2:48) mentre altri (ad esempio Sura 20:109), favoriscono l'evoluzione della dottrina Šafā ̀a. In quel Giorno si potrà godere dell'intercessione solo con il permesso del Compassionevole e da parte di coloro le cui parole saranno da Lui accette. (Sura 20:109). Non beneficeranno di nessuna intercessione, a parte colui che avrà fatto un patto con il Compassionevole.(Sura 19:87). Chi intercede di buona intercessione ne avrà una parte e chi intercede di cattiva intercessione ne sarà responsabile. Allah vigila su tutte le cose. (Sura 4:85). E temete il Giorno in cui nessun'anima potrà alcunché per un'altra, in cui non sarà accolta nessuna intercessione e nulla potrà essere compensato. Essi non saranno soccorsi. (Sura 2:48). . [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. AFFERMAZIONI BEN POCO CONCILIANTI TRA DI LORO. Sorga tra voi una comunità che inviti al bene, raccomandi le buone consuetudini e proibisca ciò che è riprovevole. Ecco coloro che prospereranno. (Sura 3:104). Poi si scrive: Non sta a te guidarli, ma è Allah che guida chi vuole. E tutto quello che darete nel bene sarà a vostro vantaggio, se darete solo per tendere al Volto di Allah . E tutto quello, che darete nel bene vi sarà restituito e non subirete alcun torto. (Sura 2:72). Poi si aggiunge. Se il tuo Signore volesse, tutti coloro che sono sulla terra crederebbero. Sta a te costringerli ad essere credenti? (Sura X:99). Nessuno può credere, se Allah non lo permette. Egli destina all'abominio coloro che non ragionano. (Sura 10:100) E ancora:. Di': “O uomini! Vi è giunta la verità da parte del vostro Signore. Chi è sulla Retta Via lo è per se stesso, e chi se ne allontana lo fa solo a suo danno. Io non sono responsabile di voi”. (Sura 10:108). Segui ciò che ti è stato rivelato e sopporta con pazienza, finché Allah giudichi. Egli è il migliore dei giudici.(Sura 10:109). E ancora: Se il tuo Signore avesse voluto, avrebbe fatto di tutti gli uomini una sola comunità. Invece non smettono di essere in contrasto tra loro, (Sura 11:118). eccetto coloro ai quali il tuo Signore ha concesso la Sua misericordia. Per questo li ha creati. Così si realizza la Parola del tuo Signore: “In verità riempirò l'Inferno di uomini e di dèmoni assieme. (Sura 11:119). . [IL CORANO CONTRADDICE SE STESSO]. VARIAZIONI NELLE PAROLE DI ALLAH. [...]Le parole di Allah non subiscono alterazione, questo è l'immenso successo. (Sura 10:64). [...] Nessuno può cambiare le parole di Allah. (Sura 6:34) Ma poi:. Allah cancella quello che vuole e conferma quello che vuole. […] (Sura 13:39). Non abroghiamo un versetto né te lo facciamo dimenticare, senza dartene uno migliore o uguale.(Sura 2:106). Quando sostituiamo un versetto con un altro - e Allah ben conosce quello che fa scendere - dicono: “Non sei che un impostore”. La maggior parte di loro nulla conosce. (Sura 16:101). CHI FU IL PRIMO A CREDERE? La Sura 7:143, dice che, Mosè fu il primo a credere:. E quando, Mosè venne al Nostro luogo di convegno, e il suo Signore gli ebbe parlato, disse: “O Signor mio, mostraTi a me, affinché, io Ti guardi». Rispose: “No, tu non Mi vedrai, ma guarda il Monte; se rimane, al suo posto, tu Mi vedrai”. Non appena il suo Signore, si manifestò sul Monte esso divenne polvere, e Mosè cadde folgorato. Quando ritornò in sé, disse: “Gloria a Te! Io mi pento, e sono il primo dei credenti”(come a dire io ho ottenuto una fede perfetta). (Sura 7:143). Ma la Sura 6:14 dice che Abramo fu il primo a credere. Di': “Dovrei forse scegliere per patrono qualcun altro oltre ad Allah, il Creatore dei cieli e della terra, Lui che nutre e non ha bisogno di esser nutrito?”. Di': “Mi è stato ordinato di essere il primo a sottomettermi”. Non siate mai più associatori. (Sura 6:14).


M5S calls for protest over party-funding 'scam law'
Grillo's group says bill 'mocks' taxpayers
31 May, 17:33
(ANSA) - Rome, May 31 - Beppe Grillo's 5-Star Movement (M5S) is ready to stage "sensational" nationwide protests over details in the bill launched by the Italian cabinet Friday abolishing funding for political parties, said the group's MPs.

M5S called the bill that phases out funds for parties a "moral victory" but also a dubbed it a "scam law" for the way individual taxpayer's money will be split among parties automatically unless the person explicitly declares on their tax return that it should not go to a political party.

As the bill stands, the money would be divided proportionally among all parties.

"The bill is a mockery for citizens who will continue to support the survival of parties," M5S said.

Early on Friday the government said that the elimination will be "gradual", over a period of three years.

The first year, funds will be reduced to 60%, the second year 50% and 40% the third year before it is subsequently abolished altogether. Premier Enrico Letta, who last month became premier of an unprecedented left-right coalition after two months of post-election gridlock, vowed to "revolutionize" party funding after only a few days in office.